INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Artrite psoriasica: più diffusa del previsto

artrite psoriasica

Il tasso di incidenza dell'artrite psoriasica fra i pazienti affetti da psoriasi è molto più alto di quanto si pensava, secondo uno studio prospettico di coorte pubblicato il 10 novembre nell'edizione online di Arthritis & Rheumatology.

Il team di ricercatori, guidato dal Dr. Lihi Eder, del Centre for Prognosis Studies in the Rheumatic Diseases di Toronto, ha seguito 464 soggetti appartenenti alla coorte Toronto Psoriasis per un periodo di 8 anni, fra il gennaio del 2006 e il settembre del 2014.

I partecipanti allo studio erano principalmente caucasici (77.3%) e di sesso maschile (56.2%), con un'età media di 47,2 anni al baseline. Tutti i soggetti erano stati diagnosticati da parte di un dermatologo come affetti da psoriasi ma privi di artrite infiammatoria al baseline.

I ricercatori hanno valutato i partecipanti all'inizio dello studio e ad intervalli annuali. Ogni valutazione comprendeva un esame generale, seguito da una valutazione del grado di gravità della psoriasi secondo lo Psoriasis Area and Severity Index e da un esame per determinare la presenza di sintomi muscolo-scheletrici nel paziente.

Ogni diagnosi di artrite psoriasica è stata confermata da un reumatologo, sulla base di dati clinici e test di laboratorio, e confrontata con i criteri del protocollo CASPAR (Classification of Psoriatic Arthritis) per una ulteriore conferma.

I ricercatori hanno chiesto ai partecipanti che non si sono presentati ai controlli annuali di compilare il questionario di autovalutazione Toronto Psoriatic Arthritis Screen ed hanno considerato punteggi pari o superiori a 8 come casi di sospetta artrite psoriasica.

Il tasso annuale di incidenza, in termini di casi confermati, dell'artrite psoriasica è di 2,7 pazienti su 100 pazienti affetti da psoriasi (intervallo di confidenza 95% [CI]; 2,1 - 3,6). In totale, 51 pazienti hanno sviluppato artrite psoriasica nel corso dello studio e altri 9 pazienti sono stati classificati come casi sospetti.

I ricercatori hanno identificato alcuni fattori indipendenti predittivi dello sviluppo dell'artrite psoriasica, fra cui psoriasi grave o severa (rischio relativo [RR] 5,39; P = .006), basso livello di educazione (università vs licenza media RR .22; P = .005; licenza superiore vs licenza media RR .30; P = .049) e l'uso sistemico di retinoidi (RR 3,42; P = .02). Altri fattori come la punteggiatura ungueale (RR 2,5; P = .002) e l'uveite (RR 31,5; P < .001) si sono dimostrati fattori predittivi delle tempistiche di sviluppo dell'artrite psoriasica.

Alcuni dei fattori predittivi erano già stati identificati in studi precedenti, ma il ruolo del basso livello di educazione e dell'uveite non erano ancora stati identificati come fattori predittivi per lo sviluppo dell'artrite psoriasica.

Gli autori tengono a sottolineare che i risultati dello studio dovranno essere confermati in popolazioni più grandi e avanzano alcune ipotesi circa l'alta incidenza di artrite psoriasica rilevata nel corso dello studio, ipotesi che vanno da differenze presenti nel paziente al momento dell'inclusione nello studio così come diagnosi basate su utovalutazioni da parte del paziente.

Tutti casi confermati di artrite psoriasica nello studio sono stati valutati da un reumatologo ed "è possibile che l'incidenza di casi sia più alta proprio per via di questo attento follow-up", ha commentato la Dr.ssa Dafna D. Gladman, coautrice dello studio e praticante presso il Centre for Prognosis Studies in the Rheumatic Diseases.

La Dr.ssa Gladman ha anche fatto notare che la natura prospettica dello studio ha permesso "una stima più accurata del tasso di incidenza dell'artrite psoriasica nei pazienti, poiché vengono esaminati di anno in anno".

Di particolare importanza, secondo la Dr.ssa Gladman, è la scoperta che il rischio di sviluppare artrite psoriasica continua durante il corso della malattia; "Pensavamo che se un paziente affetto da psoriasi non avesse sviluppato artrite dopo dieci anni di malattia, egli potesse essere considerato 'al sicuro' in termini di artrite", ha spiegato la Dr.ssa Gladman. "I nostri dati mostrano che ci sbagliavamo — che anche più in avanti nel decorso della malattia, i pazienti sono comunque a rischio di sviluppare artrite psoriasica".

Il Dr. Petros Efthimiou, primario di Reumatologia presso il New York Methodist Hospital di New York City, ha commentato "Sebbene questo studio abbia identificato alcuni importanti fattori collegati allo sviluppo dell'artrite psoriasica, siamo ancora incapaci di prevedere quali pazienti affetti da psoriasi svilupperanno anche artrite".

Riferimenti:

Arthritis & Rheumatology, edizione online 10 novembre 2015; doi:10.1002/art.39494

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito