INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Dermatiti infantili: maggior rischio di asma e allergie alimentari

eczema paziente pediatrico

I bambini che sviluppano dermatiti atopiche prima dei due anni di età hanno maggiori probabilità di sviluppare asma e allergie alimentari entro i sei anni, secondo i risultati di un nuovo studio che descrive quattro diversi fenotipi di dermatite atopica infantile.

"Questi risultati sono molto importanti per lo sviluppo di strategie di prevenzione delle allergie", scrivono la Dr.ssa Caroline Roduit, dell'ospedale pediatrico universitario di Zurigo, e colleghi in un articolo pubblicato il 22 maggio in JAMA Pediatrics.

"I bambini che sviluppano dermatite atopica sono esposti a un maggior rischio di sviluppare asma, ma alcuni non svilupperanno alcuna malattia allergica", sottolineano la Dr.ssa Roduit e il suo team di ricercatori. In questo nuovo studio, i ricercatori hanno utilizzato l'analisi di classe latente (LCA) per identificare i fenotipi di dermatite atopica, sulla base dell'insorgere dei sintomi e del decorso della malattia, nella coorte PASTURE (Protection Against Allergy Study in Rural Environments).

L'analisi è stata condotta sui dati relativi a 1.038 bambini seguiti dalla nascita fino ai sei anni. I ricercatori hanno identificato due fenotipi con insorgenza prima dei due anni: precoce-transitorio (9,2% dei bambini) e precoce-persistente (6,5%). Un terzo fenotipo descrive una dermatite atopica con insorgenza dopo i due anni (4,8%) e il quarto fenotipo, di riferimento, è quello dei bambini che non hanno mai avuto dermatiti atopiche (79,5%).

Il primo fenotipo non è stato associato a un rischio significativamente elevato di sviluppare asma entro i sei anni, mentre i bambini con fenotipo precoce-persistente avevano un rischio tre volte più alto di sviluppare asma (aOR 2,87). Il rischio di allergie alimentari è stato 3,69 volte più alto per i bambini con fenotipo precoce-transitorio e di 7,08 volte più alto per i bambini con fenotipo precoce-persistente. I rischio di rinite allergica non è risultato significativamente più alto nel fenotipo precoce-transitorio, ma è risultato elevato nel fenotipo precoce-persistente (aOR 4,04). I bambini con dermatite a insorgenza tarda sono risultati esposti a un maggior rischio di rinite allergica (aOR 3,23), ma non sono stati rilevati aumenti del rischio di asma e di allergie alimentari.

I bambini i cui genitori avevano una storia clinica di allergie avevano una probabilità cinque volte più alta di avere il fenotipo precoce-persistente, rispetto ai bambini con genitori senza allergie.

"Sebbene l'insorgenza precoce della dermatite atopica fosse già stata descritta, questo è il primo studio che usa il metodo LCA per analizzare i dati di una coorte così grande allo scopo di definire i diversi fenotipi di dermatite atopica", scrivono la Dr.ssa Roduit e colleghi. "Questo metodo ci ha permesso di confermare l'esistenza di diversi fenotipi di dermatite atopica definiti dall'età di insorgenza e dal decorso durante l'infanzia".

"Gli sforzi per prevenire lo sviluppo di allergie respiratorie dovrebbe essere focalizzato sui bambini con dermatite dal fenotipo precoce-persistente", suggeriscono i ricercatori. "Una strategia relativamente semplice da implementare è quella alimentare, come le raccomandazioni sull'introduzione dello yogurt entro il primo anno di età, che è risultato essere un fattore protettivo per il fenotipo precoce-persistente".

 

Riferimenti:

Caroline Roduit, Remo Frei, Martin Depner, et al - Phenotypes of Atopic Dermatitis Depending on the Timing of Onset and Progression in Childhood, JAMA Pediatrics, edizione online del 22 maggio 2017; doi:10.1001/jamapediatrics.2017.0556

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito