INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Corticosteroidi topici: molti pazienti non li usano per paura

topical corticosteroids

Un recente studio rivela che molte persone affette da eczema evitano di usare creme e unguenti in grado di alleviare i loro sintomi perché intimoriti dai possibili effetti collaterali dei corticosteroidi topici.

Nel corso dello studio i ricercatori hanno esaminato i dati provenienti da 16 studi e hanno scoperto che quasi 4 persone su 5 hanno reticenze e timori riguardo l'impiego di corticosteroidi topici per il trattamento dell'eczema. Una percentuale compresa fra il 30% e il 50% dei pazienti a cui sono stati prescritti steroidi topici, e che hanno espresso preoccupazione in merito, ha finito per non aderire al trattamento, che avrebbe invece potuto alleviare sintomi come prurito e infiammazione.

"Gli steroidi si sono guadagnati una pessima reputazione per via dei potenziali effetti collaterali collegati all'uso improprio o cronico di steroidi molto potenti", ha spiegato l'autore principale, Dr. Richard Antaya, direttore del dipartimento di Dermatologia Pediatrica presso la Yale School of Medicine di New Haven in Connecticut.

Fra gli effetti collaterali più comuni dei corticosteroidi si annoverano smagliature, ispessimento o assottigliamento della pelle e iperpigmentazione cutanea. Più raramente, gli steroidi possono causare acne e irritazione dei follicoli cutanei o avere ripercussioni negative sul piano oculistico, come glaucoma o cataratta.

"La diffidenza nei confronti dell'uso di corticosteroidi topici è stata generata, almeno in parte, dalla confusione che si è creata sul tema degli effetti avversi dell'uso prolungato di steroidi potenti, rispetto all'uso saltuario di steroidi meno potenti", ha spiegato il Dr. Antaya. "I rischi per questo tipo di corticosteroidi topici sono infinitamente più bassi".

Il gruppo guidato dal Dr. Antaya ha esaminato gli studi pubblicati fra il 1946 e il 2016 sul tema delle opinioni dei pazienti sui corticosteroidi topici. Gli studi analizzati sono stati condotti in varie parti del mondo: Australia, Canada, Croazia, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Corea, Messico, Paesi Bassi, Polonia, Singapore e Stati Uniti.

Due degli studi hanno confrontato la percentuale di aderenza alla terapia nei pazienti con una storia clinica di fobie. In uno degli studi, il 49% dei pazienti affetti da fobie non ha aderito al trattamento con creme a base di corticosteroidi, rispetto al 14% dei pazienti senza preoccupazioni relative all'uso di questi unguenti. Il secondo studio ha messo in evidenza che il 29% dei pazienti con fobie non ha fatto uso dei corticosteroidi topici, rispetto al solo 10% dei pazienti senza preoccupazioni preesistenti in merito.

Cinque degli studi esaminati si è occupato di capire la ragione delle preoccupazioni dei pazienti: l'assottigliamento della pelle è risultata essere la preoccupazione principale, seguita dal timore che l'uso di steroidi potesse influire negativamente sulla crescita e lo sviluppo dei bambini. In effetti, studi precedenti hanno messo in luce che l'uso a lungo termine di steroidi può avere ripercussioni negative sulla crescita e lo sviluppo infantile, ma i dati sono relativi esclusivamente all'impiego di alti dosaggi.

 

Riferimenti:

Li A., Yin E., Antaya R. - Topical Corticosteroid Phobia in Atopic DermatitisA Systematic Review. JAMA Dermatology, edizione online del 19 luglio 2017; doi:10.1001/jamadermatol.2017.2437

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito