INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Diminuzione dei livelli ematici di linfociti B e cellule NK in pazienti con lupus eritematoso sistemico (SLE) infetti dal papillomavirus (HPV)

lupus-eritematosoI pazienti con lupus eritematoso sistemico (SLE) presentano un aumentato rischio di sviluppare un'infezione da papillomavirus umano (HPV), e forme aggressive di questa condizione sono osservate in questi pazienti. Lo scopo dello studio è stato quello di valutare la possibile relazione tra l'infezione da HPV, la terapia immunosoppressiva e i livelli dei sottoinsiemi di leucociti in pazienti con SLE. Sono state include nello studio le seguenti persone: (1) pazienti affetti da SLE in terapia immunosoppressiva e con lesioni causate da HPV (n = 16), (2) pazienti affetti da SLE in terapia immunosoppressiva e senza alcuna evidenza di infezione da HPV (n = 20); (3) pazienti non trattati affetti da SLE senza alcuna evidenza di infezione da HPV (n = 7), e, (4) soggetti sani di sesso femminile senza evidenza di infezione da HPV (n = 10). È stato prelevato del sangue periferico e sono state determinate le percentuali delle differenti sottopopolazioni linfocitarie mediante la citometria a flusso, con l'uso dei seguenti anticorpi monoclonali: CD3, CD4, CD8, CD16, CD19, CD20, CD22, CD56 e CD335 (NKp46). Abbiamo trovato che i pazienti affetti da SLE sotto terapia immunosoppressiva e con lesioni causate da HPV hanno mostrato livelli significativamente più bassi di linfociti B e cellule NK rispetto agli altri gruppi. Al contrario, i pazienti con SLE che ricevevano farmaci immunosoppressori e senza segni di infezione da HPV hanno mostrato livelli di linfociti B e di cellule NK simili ai controlli sani. Questi pazienti che hanno ricevuto micofenolato mofetile (MMF) hanno avuto una riduzione del numero di cellule B, ed è stata rilevata una correlazione positiva tra la dose del MMF e il numero di lesioni cutanee da HPV. I nostri dati suggeriscono che la terapia dei pazienti affetti da SLE con MMF è associata una diminuzione dei livelli di cellule B e NK e un aumentato rischio per l'infezione da HPV.

Fonte:

Titolo: Decreased blood levels of B lymphocytes and NK cells in patients with systemic lupus erythematosus (SLE) infected with papillomavirus (HPV)

Rivista: Archives of Dermatological Research. doi: 10.1007/s00403-012-1258-9

Autori: C. Abud-Mendoza, E. Cuevas-Orta, E. N. Santillán-Guerrero, M. U. Martínez-Martínez, B. Hernández-Castro, L. Estrada-Capetillo, R. González-Amaro, L. Baranda

Affiliazioni: Regional Unit of Rheumatology and Osteoporosis, Hospital Central "Dr. Ignacio Morones Prieto", School of Medicine, Universidad Autónoma de San Luis Potosí, San Luis Potosí, Mexico

Department of Immunology, School of Medicine, Universidad Autónoma de San Luis Potosí, Ave. V. Carranza 2405, 78210 San Luis Potosí, SLP, Mexico

Abstract: 

Patients with systemic lupus erythematosus (SLE) show an enhanced risk to develop human papillomavirus (HPV) infection, and aggressive forms of this condition are seen in these patients. The aim of this study was to assess the possible relationship among HPV infection, immunosuppressive therapy and levels of leukocyte subsets in patients with SLE. The following individuals were included in the study: (1) SLE patients under immunosuppressive therapy and with lesions caused by HPV (n = 16); (2) SLE patients under immunosuppressive therapy and no evidence of HPV infection (n = 20); (3) untreated SLE patients with no evidence of HPV infection (n = 7), and; (4) healthy female subjects without evidence of HPV infection (n = 10). Peripheral blood was obtained and the percentages of different lymphocyte subsets were determined by flow cytometry, with the use of the following monoclonal antibodies: CD3, CD4, CD8, CD16, CD19, CD20, CD22, CD56, and CD335 (NKp46). We found that SLE patients under immunosuppressive therapy and with lesions caused by HPV showed significantly lower levels of B lymphocytes and NK cells compared to other groups. In contrast, SLE patients receiving immunosuppressive drugs and with no evidence of HPV infection showed similar levels of B and NK cells than healthy controls. Those patients receiving mycophenolate mofetil (MMF) had a diminished number of B cells, and a positive correlation was detected between the dose of MMF and the number of HPV skin lesions. Our data suggest that therapy of SLE patients with MMF is associated with diminished levels of B and NK cells and an enhanced risk for HPV infection. 

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito