Dermatoscopia del lichen planus ungueale

nail-lichen-planusIl lichen planus unguelae colpisce il 10% di tutti i pazienti con lichen planus. Si tratta di una malattia grave che può portare alla distruzione della lamina ungueale.

Essa colpisce maggiormente le unghie delle mani piuttosto che quelle dei piedi. La diagnosi precoce è importante soprattutto a causa del suo comportamento aggressivo. Dovrebbe essere effettuato l'esame istopatologico, anche se in molti casi non è sufficiente per giungere ad una diagnosi conclusiva. La dermatoscopia, uno strumento complementare, ha dimostrato di essere utile per la diagnosi, il trattamento e la prognosi. Attualmente, sono disponibili solo pochi dati relativi alla dermatoscopia del lichen planus unguale.

Metodi:

Sono stati analizzati e selezionati i dati fotografici dermatoscopici di 11 pazienti con 79 unghie affette da lichen planus ungueale, incontrati in un centro specializzato per la malattia delle unghie. I dati sono stati confermati con l'analisi istopatologica.

Risultati:

La dermatoscopia ha mostrato anomalie della matrice ungueale, con trachionichia nel 40.51% e pitting nel 34.18%. Per quanto riguarda le anomalie del letto ungueale, c'è stata cromonichia nel 55.70%, frammentazione del corpo dell'unghia nel 50.63%, emorragia a scheggia nel 35.44%, onicolisi nel 27.85%, e cheratosi subungueale nel 7.59%. Per quanto riguarda le anomalie della matrice ungueale, del letto, e di tutta la regione perionichiale si sono avute delle strisce longitudinali nell'82.28% e anonichia nel 1.27%. La paronichia è stata presente nel 31.65% dei casi.

Conclusione:

Considerando che il lichen planus ungueale è una malattia sottodiagnosticata con gravi conseguenze, la diagnosi precoce è essenziale. Questo studio descrittivo delle caratteristiche dermatoscopiche del lichen planus ungueale vuole mettere in evidenza alcuni cambiamenti importanti nel corso della malattia che potrebbero contribuire ai primi sospetti diagnostici, al trattamento precoce, e che potrebbero pertanto migliorare la prognosi.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Dermatoscopy of nail lichen planus

Rivista: International Journal of Dermatology. doi: 10.1111/j.1365-4632.2011.05283.x

Autori: Robertha Nakamura, Ariane Aimeé Abrego Broce, Diana Paola Cantillo Palencia, Natalia Isabel Anaya Ortiz, Andreia Leverone

Affiliazioni:Nail Study Center, Professor Rubem David Azulay Institute of Dermatology, Santa Casa da Misericórdia do Rio de Janeiro Hospital, RJ, Brazil

Abstract:
Background  Nail lichen planus affects 10% of all patients with lichen planus. It is a severe disease that may lead to destruction of the nail plate. It affects fingernails more than toenails. Early diagnosis is important due to its aggressive behavior. Histopathology should be carried out, but in many occasions it is not enough to come to a conclusive diagnosis. Dermatoscopy, a complementary tool, has proven to be useful in its diagnosis, management, and prognosis. Currently, there is very little data regarding dermatoscopy of nail lichen planus. Methods  Dermatoscopic photographic data of 11 patients having 79 nails affected with nail lichen planus, seen in a specialized nail disease facility, were selected and analyzed. The data was confirmed with histopathological analysis. Results  Dermatoscopy showed abnormalities of the nail matrix, with trachyonychia in 40.51% and pitting in 34.18%. As to nail bed anomalies, there was chromonychia in 55.70%, fragmentation of body of nail in 50.63%, splinter hemorrhage in 35.44%, onycholysis in 27.85%, and subungual keratosis in 7.59%. Concerning anomalies that involved nail matrix, bed, and perionychial region altogether, there were longitudinal streaks in 82.28% and anonychia in 1.27%. Paronychia was present in 31.65% of the cases. Conclusion  Considering that nail lichen planus is an underdiagnosed disease with severe consequences, early diagnosis is essential. This descriptive study of dermatoscopic characteristics of nail lichen planus would highlight some key changes in the course of the disease that will contribute to early diagnostic suspicion, early treatment, and could improve prognosis.