INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Metanalisi a rete del risultato di "completa guarigione del partecipante” nei soggetti non-immunosoppressi di otto interventi per cheratosi attinica: un follow-up su una revisione Cochrane

actinic-keratosisLe conclusioni delle metanalisi a coppie di interventi per la cheratosi attinica (AK) sono limitate a causa della mancanza di un confronto diretto tra interventi diversi.

In conseguenza, abbiamo condotto una metanalisi a rete per otto trattamenti [terapia fotodinamica (PDT) con acido 5-aminolevulinico (ALA), crioterapia (CRYO), diclofenac 3% in acido ialuronico 2.5% (DCF/HA), 5-fluorouracile (5-FU) a 0.5% o 5.0%, 5% di imiquimod (IMI), igenolo mebutato (IMB) a 0.015-0.05%, metil-aminolevulinato (MAL-PDT), e placebo/veicolo (compresa la placebo-PDT)] per determinare la loro efficacia relativa.

Come parte di una precedente revisione Cochrane sistematica, sono stati ricercati in diversi database e nella letteratura grigia tutti gli studi randomizzati e controllati fino ad aprile 2012. I criteri di inclusione hanno previsto gli studi per gruppi paralleli con partecipanti non-immunosoppressi e sono stati: 1) l'aver riportato la "completa guarigione del partecipante" e 2) il confronto di almeno due degli interventi.

Trentadue pubblicazioni hanno nel complesso soddisfatto questi criteri e hanno incluso il seguente numero di studi singoli o aggregati (n) e il seguente numero totale di partecipanti (N) per i diversi interventi: 5-FU a 0.5% (n=4, N=169), 5-FU a 5.0% (n=2, N=44), ALA-PDT (n=6, N=739), CRYO (n=2, N=174), DCF/HA (n=5, N=299), IMI (n=14, N=1411), IMB (n=3, N=560), MAL-PDT (n=7, N=557) e placebo (n=32, N=2520).

Sono state poi effettuate le analisi a rete che utilizzavano un modello Bayesiano ad effetti casuali, con il software ADDIS v1.16.1. Gli interventi sono stati classificati sulla base delle probabilità calcolate e degli odd ratio: 5-FU > ALA-PDT ~ IMI ~ IMB ~ MAL-PDT > CRYO > DCF> placebo.

Questa classifica di efficacia è stata ottenuta sulla base dei dati attualmente disponibili riguardo la "completa guarigione del partecipante" a partire da studi randomizzati controllati e dal modello di analisi utilizzato. Tuttavia, quando si prescrive un trattamento per AK dovrebbero essere considerati molti altri fattori.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Network meta-analysis of the outcome “participant complete clearance” in non-immunosuppressed participants of eight interventions for actinic keratosis: a follow-up on a Cochrane review

Rivista: British Journal of Dermatology. doi: 10.1111/bjd.12343

Autori: A.K. Gupta, M. Paquet

Affiliazioni:Division of Dermatology, Department of Medicine, University of Toronto, Toronto, Canada Mediprobe Research Inc., London, Ontario, Canada

Abstract:
The conclusions of pair-wise meta-analyses of interventions for actinic keratosis (AK) are limited due to the lack of direct comparison between some interventions. Consequently, we performed a network meta-analysis for eight treatments [5-aminolevulinic acid (ALA)-photodynamic therapy (PDT), cryotherapy (CRYO), 3% diclofenac in 2.5% hyaluronic acid (DCF/HA), 0.5% or 5.0% 5-fluorouracil (5-FU), 5% imiquimod (IMI), 0.015-0.05% ingenol mebutate (IMB), methyl aminolevulinate (MAL-PDT), and placebo/vehicle (including placebo-PDT)] to determine their relative efficacies. As part of a prior Cochrane systematic review, different databases and grey literature were searched for randomized controlled trials up to April 2012. The inclusion criteria were parallel-group studies with non-immunosuppressed participants: 1) reporting “participant complete clearance” and 2) comparing at least two of the interventions. Thirty-two publications met the criteria and they included the following number of individual or pooled studies (n) and total number of participants (N) for the different interventions: 0.5% 5-FU (n=4, N=169), 5.0% 5-FU (n=2, N=44), ALA-PDT (n=6, N=739), CRYO (n=2, N=174), DCF/HA (n=5, N=299), IMI (n=14, N=1411), IMB (n=3, N=560), MAL-PDT (n=7, N=557), and placebo (n=32, N=2520). Network analyses using a random effects Bayesian model were carried out with the software ADDIS v1.16.1. The interventions were ranked as followed based on calculated probabilities and odd ratios: 5-FU > ALA-PDT ~ IMI ~ IMB ~ MAL-PDT > CRYO > DCF> placebo. This efficacy ranking was obtained based on the current available data on “participant complete clearance” from randomized controlled trials and the analysis model used. However, several other factors should also be considered when prescribing a treatment for AK.

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito