link1022 link1023 link1024 link1025 link1026 link1027 link1028 link1029 link1030 link1031 link1032 link1033 link1034 link1035 link1036 link1037 link1038 link1039 link1040 link1041 link1042 link1043 link1044 link1045 link1046 link1047 link1048 link1049 link1050 link1051 link1052 link1053 link1054 link1055 link1056 link1057 link1058 link1059 link1060 link1061 link1062 link1063 link1064 link1065 link1066 link1067 link1068 link1069 link1070 link1071 link1072 link1073 link1074 link1075 link1076 link1077 link1078 link1079 link1080 link1081 link1082 link1083 link1084 link1085 link1086 link1087 link1088 link1089 link1090 link1091 link1092 link1093 link1094 link1095 link1096 link1097 link1098 link1099 link1100 link1101 link1102 link1103 link1104 link1105 link1106 link1107 link1108 link1109 link1110 link1111 link1112 link1113 link1114 link1115 link1116 link1117 link1118 link1119 link1120 link1121 link1122 link1123 link1124 link1125 link1126 link1127 link1128 link1129 link1130 link1131 link1132 link1133 link1134 link1135 link1136 link1137 link1138 link1139 link1140 link1141 link1142 link1143 link1144 link1145 link1146 link1147 link1148 link1149 link1150 link1151 link1152 link1153 link1154 link1155 link1156 link1157 link1158 link1159 link1160 link1161 link1162 link1163 link1164 link1165 link1166 link1167
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Chemochina sierica del timo regolante l'attivazione: un biomarcatore dell'attività e della risposta nell'alopecia areata

alopecia areata2La chemochina sierica del timo regolante l'attivazione/CCL17 (sTARC) è conosciuta come buon indicatore della gravità della dermatite atopica. In questo articolo abbiamo voluto verificare se la sTARC si correli con la gravità e con la risposta terapeutica dell'alopecia areata (AA) in 121 nostri pazienti.


La sTARC media nei pazienti con AA totale e universale è risultata significativamente più alta rispetto ai pazienti con AA lieve. Successivamente, abbiamo confrontato la sTARC dei pazienti affetti da AA diffusa (n = 14) con i pazienti affetti da AA a chiazze e controllati per la severità (n = 32): nei pazienti con AA diffusa (564.2 ± 400.0 pg/mL) la sTARC è risultata significativamente più elevata rispetto a quella dei soggetti con AA a chiazze (344.0 ± 239.8 pg/mL), suggerendo un possibile ruolo di TARC nella progressione attiva dell'AA diffusa.
Dieci pazienti con AA diffusa sono stati trattati con una terapia corticosteroidea pulsata per via endovenosa. Poi, abbiamo testato se sTARC potesse predire la prognosi dopo terapia pulsata, scoprendo che la sTARC al basale nei poor responder (1025.5 ± 484.8 pg/mL) è stata significativamente più elevata rispetto a quella dei good responder (con una remissione completa dopo 24 mesi dall'inizio della terapia pulsata, 347.8 ± 135.7 pg/mL), individuando la sTARC come biomarcatore di risposta nella terapia corticosteoidea pulsata per l'AA diffusa.
Infine, per studiare la produzione di TARC nei follicoli piliferi colpiti, abbiamo effettuato una doppia colorazione immunoistochimica di TARC e del CD68 utilizzando campioni di pelle del cuoio capelluto provenienti da pazienti con AA diffusa (con alti titoli di sTARC). I risultati hanno mostrato la loro co-localizzazione nelle cellule infiltranti intorno ai follicoli piliferi con AA, suggerendo che la TARC è prodotta principalmente dagli istiociti CD68+.
In conclusione, la sTARC risulta un buon marcatore di attività della malattia e della risposta nell'AA, fornendo una nuova visione al di là del paradigma finora conosciuto che aveva alla base i T-helper 1/2.

 

Storia della pubblicazione:

Titolo: Serum thymus and activation-regulated chemokine as disease activity and response biomarker in alopecia areata

Rivista: The Journal of Dermatology. doi: 10.1111/1346-8138.12273

Autori: Shigeki Inui, Fumihito Noguchi, Takeshi Nakajima, Satoshi Itami

Affiliazioni:Department of Regenerative Dermatology, Osaka University Graduate School of Medicine, Suita, Japan

Abstract:
Serum thymus and activation-regulated chemokine/CCL17 (sTARC) is known as a good indicator for atopic dermatitis severity. Herein, we investigate whether sTARC correlates with severity and therapeutic response for alopecia areata (AA) in our 121 patients. The sTARC mean of AA totalis and universalis was significantly higher than mild AA. Next, we compared sTARC of diffuse AA (n = 14) and severity-controlled patchy AA (n = 32) and found that sTARC in diffuse AA (564.2 ± 400.0 pg/mL) was significantly higher than that of the patchy type (344.0 ± 239.8 pg/mL), suggesting a potential role of TARC in active progression of diffuse AA. Ten patients with diffuse AA were treated with i.v. corticosteroid pulse therapy. Then, we tested whether sTARC can predict prognosis after the pulse therapy and found that baseline sTARC in the poor responders (1025.5 ± 484.8 pg/mL) was significantly higher than that in the good responders (complete remission at 24 months after the pulse therapy, 347.8 ± 135.7 pg/mL), indicating sTARC as a response biomarker in the corticosteroid pulse therapy for diffuse AA. Finally, to investigate TARC production in the affected hair follicles, we performed immunohistochemical double staining of TARC and CD68 using scalp skin specimens of diffuse AA with high titers of sTARC. The results showed their co-localization in the infiltrating cells around the AA hair follicles, suggesting that TARC is mainly produced from CD68+ histiocytes. In conclusion, sTARC is a disease activity and response biomarker in AA, providing new insight beyond the T-helper 1/2 paradigm to solve the immunological pathogenesis of AA.