link1460 link1461 link1462 link1463 link1464 link1465 link1466 link1467 link1468 link1469 link1470 link1471 link1472 link1473 link1474 link1475 link1476 link1477 link1478 link1479 link1480 link1481 link1482 link1483 link1484 link1485 link1486 link1487 link1488 link1489 link1490 link1491 link1492 link1493 link1494 link1495 link1496 link1497 link1498 link1499 link1500 link1501 link1502 link1503 link1504 link1505 link1506 link1507 link1508 link1509 link1510 link1511 link1512 link1513 link1514 link1515 link1516 link1517 link1518 link1519 link1520 link1521 link1522 link1523 link1524 link1525 link1526 link1527 link1528 link1529 link1530 link1531 link1532 link1533 link1534 link1535 link1536 link1537 link1538 link1539 link1540 link1541 link1542 link1543 link1544 link1545 link1546 link1547 link1548 link1549 link1550 link1551 link1552 link1553 link1554 link1555 link1556 link1557 link1558 link1559 link1560 link1561 link1562 link1563 link1564 link1565 link1566 link1567 link1568 link1569 link1570 link1571 link1572 link1573 link1574 link1575 link1576 link1577 link1578 link1579 link1580 link1581 link1582 link1583 link1584 link1585 link1586 link1587 link1588 link1589 link1590 link1591 link1592 link1593 link1594 link1595 link1596 link1597 link1598 link1599 link1600 link1601 link1602 link1603 link1604 link1605
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Tofacitinib si rivela promettente per l'alopecia areata

alopecia areata

Secondo due studi retrospettivi di recente pubblicazione, l'inibitore delle Janus chinasi (JAK) tofacitinib si è mostrato promettente nel trattamento dell'alopecia areata e delle sue varianti, tanto negli adulti che negli adolescenti.

"Per i pazienti con alopecia areata, alopecia totale o alopecia universale tofacitinib è una terapia di prima linea", scrive il Dr.Brett A. King della Yale University di New Haven, nel Connecticut.

"L'alopecia areata è una malattia autoimmune che colpisce sia i bambini che gli adulti e per la quale non esiste alcun trattamento efficace", scrivono il Dr. King e colleghi nell'edizione online del Journal of the American Academy of Dermatology del 3 novembre.

A seguito dei risultati positivi ottenuti nel corso di uno studio clinico open-label sul tofacitinib, i ricercatori hanno analizzato i dati relativi a 90 pazienti, 79 dei quali hanno continuato ad assumere il farmaco.

L'età di insorgenza dell'alopecia nel campione studiato varia da 1,5 a 65 anni, con una durata della malattia compresa fra i 2 e i 54 anni.

Dei 65 pazienti classificati come potenzialmente capaci di esibire una risposta alla terapia (sulla base di una durata della malattia di 10 anni o meno) il 20% ha ottenuto una risposta completa al tofacitinib, il 38,4% ha ottenuto una risposta media e il 18,5% ha ottenuto una risposta moderata. Quindici pazienti (23,1%) non hanno esibito alcuna risposta. Dei 25 pazienti classificati come potenzialmente meno capaci di rispondere alla terapia, solo 8 hanno mostrato una risposta clinica al trattamento.

I pazienti con alopecia areata hanno un tasso di miglioramento significativamente più alto (81,9%) in base all'indice SALT (Severity of Alopecia Tool) rispetto ai pazienti affetti da alopecia totale o universale (59,0%).

Nel corso del trattamento, della durata media di 12 mesi, non sono emersi eventi avversi gravi.

"Questo studio fornisce dati sul trattamento dell'alopecia areata che potrebbero aiutare a progettare nuovi studi clinici, fondamentali per accertare l'efficacia e la sicurezza degli inibitori delle Janus chinasi nel trattamento di questa patologia", scrivono i ricercatori.

In un articolo di accompagnamento, il Dr. King e colleghi hanno raccolto l'esperienza di 13 pazienti adolescenti affetti da alopecia areata e trattati con tofacitinib per una media di cinque mesi. Dieci pazienti hanno mostrato ricrescita dei capelli, ma uno di questi casi è stato successivamente classificato come privo di risposta alla terapia poiché i capelli ricresciuti sono nuovamente caduti. I restanti tre pazienti hanno esibito solo una ricrescita minima.

Il tasso di miglioramento medio rispetto all'indice SALT è stato del 93% in generale e del 100% nei pazienti che hanno esibito una risposta.

Gli eventi avversi sono stati di entità moderata e si sono manifestati soprattutto sotto forma di cefalea (tre pazienti), infezioni respiratorie (quattro pazienti) e innalzamento delle transaminasi (quattro pazienti); ad un successivo controllo, tutti gli eventi avversi erano scomparsi, nonostante i pazienti fossero ancora in terapia.

"Il tofacitinib dovrebbe essere preso in considerazione come trattamento per l'alopecia areata, totale e universale", conclude il Dr. King. "Inoltre, poiché l'insorgere dell'alopecia spesso si verifica nell'infanzia o nell'adolescenza, con conseguenze psicologiche spesso devastanti, il trattamento a base di tofacitinib dovrebbe essere preso in considerazione anche negli adolescenti".

"L'alopecia areata è spesso associata a una bassa qualità della vita ed è ben documentata anche la sua associazione con disturbi psichiatrici come l'ansia e la depressione", ha aggiunto. "L'alopecia areata non è solo una patologia estetica, è un disordine medico che necessita di essere curato."

Riferimenti:

Liu, Lucy Y. et al. — Tofacitinib for the treatment of severe alopecia areata and variants: A study of 90 patients, Journal of the American Academy of Dermatology edizione online del 3 novembre 2016; doi:http://dx.doi.org/10.1016/j.jaad.2016.09.007