INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Sarcoma dei tessuti molli: sottotipi e implicazioni terapeutiche

randomized control trial group

Le differenze nei profili immunologici dei diversi sottotipi di sarcoma dei tessuti molli potrebbero avere importanti implicazioni nel contesto delle terapie basate sugli inibitori dei checkpoint immunitari.

"L'esistenza di così tanti sottotipi diversi di sarcoma è sempre stata problematica", ha dichiarato il Dr. Seth M. Pollack del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, "i ricercatori, in particolare, vorrebbero fare di tutta l'erba un fascio, quando si tratta di sarcomi e credo che l'emergere dell'immunoterapia abbia fatto sperare molti in un trattamento unico per tutti i pazienti affetti da questa condizione. Questo studio dimostra che, dal punto di vista immunologico, si tratta di malattie molto diverse, che necessitano di approcci terapeutici specifici".

I sarcomi dei tessuti molli (STS) comprendono tumori 'semplici' come il sarcoma sinoviale (SS) e il liposarcoma mixoide/a cellule rotonde (MRCL), che spesso esprimono NY-ESO-1, così come tumori più 'complessi' come il sarcoma pleomorfo indifferenziato (UPS), il leiomiosarcoma (LMS) e i liposarcomi ben differenziati/dedifferenziati (WD/DD), che possono beneficiare dell'inibizione di checkpoint relativi alla morte programmata delle cellule (PD-1).

Il Dr. Pollack e colleghi hanno cercato di identificare i pattern biologici collegati alla risposta immunitaria, che potrebbero servire da punto di partenza per la progettazione di studi clinici sull'applicazione di particolari forme di immunoterapia al contesto del sarcoma dei tessuti molli, nonché aiutare nell'identificazione di pattern osservati in altri tipi di tumori.

Secondo l'articolo pubblicato il 2 maggio nel Cancer Online Report , il sarcoma pleomorfo indifferenziato e il leiomiosarcoma esprimono livelli più alti di geni correlati alla presentazione degli antigeni e all'infiltrazione dei linfociti. Il sarcoma pleomorfo indifferenziato ha la più altra infiltrazione di linfociti T, mentre il sarcoma sinoviale ha il più basso tasso di infiltrazione; il sarcoma pleomorfo indifferenziato, inoltre, è più oligoclonale sia rispetto al sarcoma sinoviale che al liposarcoma.

Per tutti i sarcomi, l'infiltrazione di linfociti T e la clonalità mostravano un'alta correlazione con l'espressione di PD-1 e del suo ligando PD-L1, più alta nel sarcoma pleomorfo indifferenziato che in tutti gli altri sarcomi dei tessuti molli.

"Credo che il dato più sorprendente sia l'incredibile differenziazione nella risposta immunitaria dei diversi tipi di sarcoma", ha osservato il Dr. Pollack, "I sarcomi pleomorfi indifferenziati sono tumori dalle caratteristiche infiammatorie molto pronunciate, mentre i sarcomi sinoviali e i liposarcomi a cellule rotonde sono i meno attivi dal punto di vista immunologico".

"È stato sorprendete anche scoprire la natura fortemente infiammatoria del leiomiosarcoma, considerati i dati deludenti sul trattamento dei pazienti affetti da leiomiosarcoma con inibitori dei checkpoint immunitari", ha aggiunto, "I dati da noi raccolti suggeriscono che con la giusta combinazione di inibitori dei checkpoint sarà possibile dare a questi pazienti un'opzione di trattamento efficace".

"Credo che questi dati, insieme a quelli dello studio SARC24, indichino che è il momento di sviluppare inibitori di PD-1 da impiegare contro il sarcoma pleomorfo indifferenziato", ha concluso il Dr. Pollack. "I sarcomi sinoviali e i liposarcomi mixoidi si sono rivelati i meno attivi dal punto di vista immunologico e potrebbero beneficiare meno degli inibitori PD-1, per questi pazienti sono più indicate le terapie che hanno come bersaglio NY-ESO-1".

 

Riferimenti:

Seth M. Pollack , Qianchuan He , Jennifer H. Yearley , Ryan Emerson et al. - T-cell infiltration and clonality correlate with programmed cell death protein 1 and programmed death-ligand 1 expression in patients with soft tissue sarcomas, Cancer, edizione online di aprile 2017; doi: 10.1002/cncr.30726

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito