INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Un nuovo strumento per la stratificazione dei rischio di SSI

risk stratification

Un gruppo di ricercatori del Massachusetts sostiene che un nuovo strumento, studiato per la valutazione del rischio di infezioni del sito chirurgico (SSI) nei pazienti operati per tumore del colon, sia in grado di identificare gli individui che necessitano di strategie preventive più aggressive nei confronti delle SSI.

Il Dr. David Berger del Massachusetts General Hospital di Boston ha dichiarato: "Lo scopo di questo studio era quello di creare un indice per la valutazione dei fattori di rischio che fosse facile da usare e che permettesse di identificare i pazienti maggiormente a rischio di infezione. La nostra speranza è che questa semplice stratificazione permetta di impiegare strategie più mirate, riducendo i costi sanitari e aumentando al tempo stesso l'efficacia dei protocolli di prevenzione delle SSI".

Il Dr. Berger e colleghi hanno analizzato i dati provenienti da 1.481 patients (50% uomini, età media 67 anni) che si erano sottoposti a chirurgia per il tumore al colon presso il Massachusetts General Hospital fra il 2004 e il 2014. Il 6,1% di questi pazienti ha avuto una SSI, secondo i dati riportati nell'edizione online di JAMA Surgery del 12 aprile 2017.

Alcuni fattori sono risultati essere associati a una maggiore incidenza di infezioni: i tassi di infezione sono stati significativamente più alti nei pazienti obesi (11,7% vs 4,0% per i pazienti non obesi, P<0,001), nei pazienti che facevano abuso di alcol (10,6% vs 5,7%, P=0,04), nei pazienti affetti da diabete di tipo 2 (8,8% vs 5,5% P=0,046) o fumatori (7,4% vd 4,8% P=0,04).

Il tasso di infezione è stato più alto anche per i pazienti sottoposti a interventi con durata superiore a 140 minuti (7,5% vs 5,0% P=0.05) o non condotti in laparoscopia (6.7% vs 4,1% P=0,07). Questi fattori di rischio si sono inoltre rivelati associati a un aumento nel tasso di SSI anche in termini di punteggio composto, basato su correlazioni reciproche, come il fumo e l'abuso di alcol (P<0,001).

Lo stesso numero di fattori di rischio presenti è stato associato a un aumento nel tasso di SSI: il tasso di SSI è stato di 2,3% (pari a un rischio relativo di 0,4) in presenza di un unico fattore di rischio, mentre è stato del 5,2% (RR 0,78) per gli individui con due fattori di rischio, del 7,8% (RR 1,38) per quelli con tre fattori di rischio e 13,6% (RR 2,71) per quelli con quattro o più fattori di rischio.

"Il punteggio relativo ai fattori di rischio può essere applicato anche ad altri contesti, tuttavia abbiamo deciso di cominciare dagli interventi sui tumori del colon per via dei tassi piuttosto alti di infezioni collegati a questo tipo di interventi".

 

Riferimenti:

Ramzi Amri, Anne M. Dinaux, Hiroko Kunitake et al - Risk Stratification for Surgical Site Infections in Colon Cancer, JAMA Surgery, edizione online del 12 aprile 2017; doi:10.1001/jamasurg.2017.0505

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito