INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

La psoriasi, l'epatite B, e gli agenti inibitori del fattore di necrosi tumorale-alfa: analisi e raccomandazioni per la gestione

psoriasiGli agenti inibitori del fattore di necrosi tumorale sono ancora attualmente considerati controindicati nei pazienti psoriasici affetti da epatite B.

Obiettivo Il nostro obiettivo è quello di fornire una guida ai dermatologi sull'uso della terapia con l'inibitore del fattore di necrosi tumore in questi pazienti.

Metodi La letteratura attuale è stata rivista per quanto riguarda l'uso degli agenti inibitori del fattore di necrosi tumorale alfa (etanercept, adalimumab e infliximab) nei pazienti psoriasici, con particolare riferimento all'infezione da epatite B.

Risultati La terapia all'inibitore del fattore di necrosi tumorale-alfa può causare una riattivazione dell'epatite B in pazienti con psoriasi positivi per l'antigene di superficie dell'epatite B. Questo si verifica anche, sebbene meno frequentemente nei pazienti con un nucleo isolato positivo all'anticorpo dell'epatite B. Così, tutti i pazienti affetti da psoriasi devono essere sottoposti a screening per l'antigene di superficie dell'epatite B oltre che per il nucleo ad anticorpo dell'epatite B prima dell'inizio della terapia all'inibitore del fattore di necrosi tumorale-alfa. L'infliximab è stato associato con più casi di riattivazione rispetto agli altri 2 agenti e con questo agente sono stati riscontrati casi di morte. La prova evidenzia che il rischio di riattivazione può essere notevolmente ridotto o eliminato attraverso una terapia antivirale precoce o preventiva.

Limitazioni Il dato si basa largamente su piccole serie di casi che sono retrospettivi in natura.

Conclusioni Lo screening per l'epatite B è fondamentale prima dell'inizio della terapia con inibitore del fattore di necrosi tumorale-alfa. I pazienti psoriasici, che risultano essere positivi per l'antigene di superficie dell'epatite B o per il nucleo ad anticorpo dell'epatite B, dovrebbero essere indirizzati ad uno specialista per la valutazione e la terapia. Ciò consentirebbe l'uso sicuro degli inibitori del fattore di necrosi tumorale alfa nei pazienti psoriasici, nonostante le linee guida pubblicate di recente asseriscano il contrario.

Fonte:

Titolo: Psoriasis, hepatitis B, and the tumor necrosis factor-alpha inhibitory agents: A review and recommendations for management

Rivista: Journal of the American Academy of Dermatology.

Autori: Amanda Abramson, Alan Menter, Robert Perrillo

Affiliazioni: Division of Hepatology, Baylor University Medical Center, Dallas, Texas

Abstract: 

 Background

Tumor necrosis factor inhibitory agents are currently considered to be contraindicated in psoriatic patients with hepatitis B.

Objective

We aim to provide guidance to dermatologists on the use of tumor necrosis factor inhibitor therapy in these patients.

Methods

The current literature was reviewed regarding the use of tumor necrosis factor-alpha inhibitory agents (etanercept, adalimumab, and infliximab) in psoriatic patients with particular reference to hepatitis B infection.

Results

Tumor necrosis factor-alpha inhibitor therapy may result in reactivated hepatitis B in hepatitis B surface antigen-positive patients with psoriasis. This also occurs, although less frequently in patients with an isolated positive hepatitis B core antibody. Thus, all psoriasis patients should be screened for hepatitis B surface antigen plus hepatitis B core antibody prior to the initiation of tumor necrosis factor-alpha inhibitor therapy. Infliximab has been associated with more reactivation cases than the other 2 agents and fatalities have been reported with this agent. Evidence is presented that the risk of reactivation can be greatly minimized or eliminated by early or pre-emptive antiviral therapy.

Limitations

The data is largely based on small case series that are retrospective in nature.

Conclusions

Hepatitis B screening is essential prior to the initiation of tumor necrosis factor-alpha inhibitor therapy. Psoriatic patients found to be hepatitis B surface antigen or hepatitis B core antibody-positive should be referred to an appropriate specialist for evaluation and therapy. This would allow for the safe use of tumor necrosis factor-alpha inhibitors in psoriatic patients despite recently published guidelines to the contrary.

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito