INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Fattori predittivi del carcinoma a cellule basali in pazienti ad alto rischio nello studio VATTC

Basal cell carcinomaOggi il carcinoma a cellule basali (BCC) è il tumore più comune negli Stati Uniti, ed i pazienti che ne hanno avuto hanno molte più probabilità di avere carcinomi multipli nel corso del tempo. I fattori predittivi di nuovi BCCs sul viso e sulle orecchie tra quei pazienti a rischio molto elevato non sono stati studiati in dettaglio.

Abbiamo cercato di farlo in modo prospettico nel contesto di uno studio di sei anni. Abbiamo trovato che il numero di BCCs nei 5 anni precedenti è il fattore predittivo più importante. Età, sensibilità al sole, esposizione lavorativa al sole prima dei 30 anni di età (ma non dopo), più basso livello di istruzione, storia di eczema, uso di inibitori dell'enzima che converte l'angiotensina/bloccanti dei recettori dell'angiotensina, e un uso maggiore della crema solare nella settimana, ma non nei 6 mesi, prima dell'inclusione nello studio sono fattori predittivi indipendenti, ma non lo sono le scottature, l'esposizione di base al sole e le altre misure di protezione dal sole, gli altri tumori della pelle e le cheratosi attiniche.

Nessuno dei pazienti affetti da eczema ha avuto una storia di uso topico di calcineurina.

Il rischio cumulativo di BCC è stato del 55% a 5 anni. Questi risultati documentano i principali fattori di rischio in questa popolazione di pazienti ad altissimo rischio, suggerendo che la storia di eczema possa aumentare il rischio in quei pazienti ad alto rischio e che l'esposizione precoce al sole sia importante anche in questo gruppo, sottolineando la necessità di strategie di chemioprevenzione.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Predictors of Basal Cell Carcinoma in High-Risk Patients in the VATTC (VA Topical Tretinoin Chemoprevention) Trial

Rivista: Journal of Investigative Dermatology , (19 July 2012) | :10.1038/jid.2012.227

Autori: Robert K Dyer, Martin A Weinstock, Tobias S D Cohen, Amilcar E Rizzo, Stephen F Bingham and VATTC Trial Group7

Abstract:

Basal cell carcinoma (BCC) is the most common cancer in the United States today, and patients who have had one are likely to have multiple carcinomas over time. Predictors of new BCCs on the face and ears among those at very high risk have not been studied in detail. We sought to do so prospectively in the context of a 6-year trial. We found that the number of BCCs in the prior 5 years was the most important predictor. Age, sun sensitivity, occupational sun exposure before the age of 30 years (but not afterward), lower educational level, history of eczema, the use of angiotensin-converting enzyme inhibitors/angiotensin receptor blockers, and more sunscreen use in the week, but not the 6 months, before enrollment were also independent predictors, but sunburns, baseline sun exposure, and other sun-protective measures, other skin cancers, and actinic keratoses were not. None of the eczema patients had a history of topical calcineurin use. The cumulative risk of BCC was 55% at 5 years. These findings document the key risk factors in this very high-risk population, suggesting that the history of eczema may increase the risk in those at high risk and that early sun exposure is important even in this group, and underscoring the need for chemopreventive strategies.

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito