INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

La sensibilità di differenti saggi per la diagnosi sierologica dell'epidermolisi bollosa acquisita: analisi di una coorte di 24 pazienti italiani

epidermolysis-bullosa-acquisitaL'epidermolisi bollosa acquisita (EBA) è una malattia autoimmune bollosa caratterizzata da anticorpi tessuto-specifici e circolanti rivolti contro la giunzione dermo-epidermica.

Il bersaglio dell'autoanticorpo è il collagene di tipo VII (Col VII), che è coinvolto nell'adesione dermo-epidermica.

La diagnosi viene fatta sulla base dei segni clinici e istopatologici, la deposizione lineare di autoanticorpi a livello della giunzione dermo-epidermica individuata mediante l'immunofluorescenza diretta, e dell'immunofluorescenza indiretta (IIF) su salt-split skin dal lato dermico. Tuttavia, il rilevamento della reattività specifica anti-Col VII ha un valore importante di conferma.

Metodi

La risposta immunitaria umorale nel siero EBA è stata analizzata mediante (i) IIF su pelle umana, (ii) un ELISA Col VII commerciale, e (iii) immunoblotting su Col VII prodotto da una linea cellulare epiteliale.

Obiettivo

Lo scopo di questo studio è stato quello di confrontare la sensibilità di diversi approcci per la diagnosi sierologica di EBA.

Risultati

La stragrande maggioranza dei sieri EBA (79.2%) si lega ai domini non collagenosi di Col VII mediante un ELISA disponibile in commercio, mentre una piccola percentuale di pazienti (12.5%) reagisce esclusivamente al dominio collagene mediante immunoblotting. È da segnalare come la reattività degli autoanticorpi a Col VII è stata rivelata più frequentemente da IB (91.7%) che da IIF (83.3%) ed ELISA (79.2%). Stranamente, 2 dei 24 sieri hanno riconosciuto gli epitopi di Col VII non rintracciabili nella proteina nativa secreta ma presenti nel contesto delle proteine della matrice extracellulare, come valutato con il mappaggio immunologico su pelle priva di Col VII.

Conclusione

I nostri risultati dimostrano che l'uso di saggi multipli consente di migliorare le prestazioni diagnostiche. Viene proposto un algoritmo per l'efficace diagnosi sierologica di EBA.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Sensitivity of different assays for the serological diagnosis of epidermolysis bullosa acquisita: analysis of a cohort of 24 Italian patients

Rivista: Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology. doi: 10.1111/jdv.12129

Autori: V. Calabresi, A. Sinistro, E. Cozzani, C. Cerasaro, F. Lolicato, M. Muscianese, A. Parodi, B. Didona, G. Zambruno, G. Di Zenzo

Affiliazioni: Molecular and Cell Biology Laboratory, Istituto Dermopatico dell'Immacolata, IDI-IRCCS, Rome, Italy

DISSAL Section of Dermatology, IRCCS, Azienda Ospedaliera San Martino - IST, Genoa, Italy

Dermatology Division, Istituto Dermopatico dell'Immacolata, IDI-IRCCS, Rome, Italy

Abstract: Background

Epidermolysis bullosa acquisita (EBA) is an autoimmune blistering disease characterized by tissue-bound and circulating autoantibodies to the dermal-epidermal junction. The autoantibody target is type VII collagen (Col VII) which is involved in dermal-epidermal adhesion. Diagnosis is made by clinical and histopathological findings, linear deposition of autoantibodies at the dermal-epidermal junction detected by direct immunofluorescence, and binding to the dermal side of salt-split skin by indirect immunofluorescence (IIF). However, the detection of specific anti-Col VII reactivity has an important confirmatory value.

Methods

The humoral immune response in EBA sera was analysed by (i) IIF on human skin, (ii) a commercial Col VII ELISA, and (iii) immunoblotting on Col VII produced by an epithelial cell line.

Objective

The aim of this study was to compare the sensitivity of different approaches for the serological diagnosis of EBA.

Results

The vast majority of EBA sera (79.2%) bound to the Col VII non-collagenous domains by a commercial ELISA, while a small proportion of patients (12.5%) exclusively reacted to the collagenous domain by immunoblotting. Of note, the autoantibodies reactivity to Col VII was more frequently detected by IB (91.7%) than by IIF (83.3%) and ELISA (79.2%). Interestingly, 2 out of 24 sera recognized Col VII epitopes undetectable in the native secreted protein but present in the context of extracellular matrix proteins, as assessed by immunomapping on Col VII-deficient skin.

Conclusion

Our findings show that the use of multiple assays allows to improve diagnostic performance. An algorithm for efficient serological diagnosis of EBA is proposed.

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito