link1460 link1461 link1462 link1463 link1464 link1465 link1466 link1467 link1468 link1469 link1470 link1471 link1472 link1473 link1474 link1475 link1476 link1477 link1478 link1479 link1480 link1481 link1482 link1483 link1484 link1485 link1486 link1487 link1488 link1489 link1490 link1491 link1492 link1493 link1494 link1495 link1496 link1497 link1498 link1499 link1500 link1501 link1502 link1503 link1504 link1505 link1506 link1507 link1508 link1509 link1510 link1511 link1512 link1513 link1514 link1515 link1516 link1517 link1518 link1519 link1520 link1521 link1522 link1523 link1524 link1525 link1526 link1527 link1528 link1529 link1530 link1531 link1532 link1533 link1534 link1535 link1536 link1537 link1538 link1539 link1540 link1541 link1542 link1543 link1544 link1545 link1546 link1547 link1548 link1549 link1550 link1551 link1552 link1553 link1554 link1555 link1556 link1557 link1558 link1559 link1560 link1561 link1562 link1563 link1564 link1565 link1566 link1567 link1568 link1569 link1570 link1571 link1572 link1573 link1574 link1575 link1576 link1577 link1578 link1579 link1580 link1581 link1582 link1583 link1584 link1585 link1586 link1587 link1588 link1589 link1590 link1591 link1592 link1593 link1594 link1595 link1596 link1597 link1598 link1599 link1600 link1601 link1602 link1603 link1604 link1605
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Alterazioni epigenetiche nei carcinomi basocellulari sporadici

basal-cell-carcinomasIl carcinoma a cellule basali (BCC) è la neoplasia maligna umana più comune ed è caratterizzata da una crescita lenta e dalla virtuale assenza di metastasi.
Recentemente è diventato evidente che, in aggiunta alle mutazioni genetiche, anche le alterazioni epigenetiche giocano un ruolo chiave nella patogenesi del cancro nell'uomo.
Siamo andati alla ricerca della metilazione dei promotori dei geni hMLH1, RASSF1A, DAPK, APC, DCR1 e DCR2 e delle mutazioni di BRAF nei BCC in associazione con i parametri clinico-patologici e i sottotipi istologici dei vari tumori.

Con la PCR metilazione-specifica sono stati analizzati cinquantadue BCC (17 FFPE insieme a 35 campioni di tessuto fresco abbinati a tessuti sani per 26 casi), così da valutare lo stato di metilazione dei geni hMLH1, RASSF1A, DAPK, APC, DCR1 e DCR2 dopo trattamento del DNA tumorale e normale con sodio bisolfito.
Con l'immunoistochimica è stata studiata l'espressione genica di hMLH1 e DCR1.
Inoltre, con l'analisi della curva di melting ad alta risoluzione, sono state studiate le mutazioni di BRAF.

La metilazione è stata rilevata con una frequenza variabile del 44, 33, 32.5, 32 e 14% dei promotori di DCR2, APC, DCR1, RASSF1 e DAPK, rispettivamente; mentre la metilazione del promotore di hMLH1 è stata assente.
Non sono state trovate mutazioni di BRAF e non c'è stata alcuna correlazione tra la frequenza di metilazione dei promotori dei geni sopra citati e le caratteristiche clinico-patologiche o i sottotipi istologici dei vari tumori.
La frequenza relativamente elevata della metilazione dei promotori di RASSF1A, DCR1, DCR2 e APC può essere dovuta al fatto che la metilazione costituisce un percorso importante nella tumorigenesi del BCC, il che potrebbe fornire nuove opportunità per lo sviluppo delle terapie epigenetiche nei pazienti con questo tumore.

Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per verificare l'ipotesi precedente.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Epigenetic alterations in sporadic basal cell carcinomas

Rivista: Archives of Dermatological Research

Autori: Angeliki Stamatelli, Christina Vlachou, Kiriaki Aroni, Issidora Papassideri, Efstratios Patsouris, Angelica A. Saetta

Affiliazioni:

Abstract:
Basal cell carcinoma (BCC) is the most common malignant human neoplasm characterized by slow growth and virtual absence of metastases. Recently, it has become evident that along with genetic mutations epigenetic alterations play a key role in the pathogenesis of human cancer. We searched for promoter methylation of hMLH1, RASSF1A, DAPK, APC, DCR1 and DCR2 genes and BRAF mutations in BCCs in association with the clinicopathological parameters and the histological subtypes of the tumours. Fifty-two BCCs, 17 FFPE along with 35 fresh tissue samples with matching normal tissues for 26 cases were analyzed by methylation-specific PCR to assess the methylation status of hMLH1, RASSF1A, DAPK, APC, DCR1 and DCR2 genes after sodium bisulfite treatment of the tumour and normal DNA. hMLH1 and DCR1 gene expression was investigated by immunohistochemistry. BRAF mutations were studied by high resolution melting analysis. Methylation was detected at a variable frequency of 44, 33, 32.5, 32 and 14 % of DCR2, APC, DCR1, RASSF1 and DAPK promoters, respectively, whereas methylation of hMLH1 promoter was absent. No BRAF mutations were found. There was no correlation between the frequency of the promoter methylation of the above-mentioned genes and the clinicopathological features or the histological subtypes of the tumours. The relatively high frequency of RASSF1A, DCR1, DCR2 and APC promoter methylation may imply that methylation constitutes an important pathway in the tumourigenesis of BCC that could provide new opportunities in developing epigenetic therapies for BCC patients. Nevertheless, further studies are needed to establish the above-mentioned hypothesis.

BP-PB