INderma

In evidenza: Primo Incontro AITEB - Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Concordanza tra la microscopia confocale a riflettanza in vivo e l'istologia ottica nella papulosi linfomatoide

lymphomatoid-papulosisLa papulosi linfomatoide è un linfoma primario cutaneo a cellule T CD30+, caratterizzata da un andamento clinico benigno, cronico, e ricorrente con lesioni papulo-nodulari eruttive della cute auto-limitate.

La Microscopia Confocale a Riflettanza in vivo è una tecnica non invasiva per l'imaging in tempo reale degli strati superficiali della pelle fino al derma superficiale, con una risoluzione a livello cellulare molto vicina a quella dell'istopatologia tradizionale. Precedentemente, RCM era stata segnalata per la sua utilità nella valutazione in vivo delle malattie infiammatorie, dei tumori cutanei e anche dei linfomi cutanei. Sono stati pubblicati soltanto due articoli riguardo i linfomi cutanei e nessun si è focalizzato sulle caratteristiche confocali di LyP. Lo scopo di questo articolo è stato quello di descrivere le caratteristiche confocali di LyP e la loro correlazione istologica per valutare la possibile applicazione di questo strumento non invasivo nella gestione clinica del sottotipo di linfoma a cellule T.

Metodi

A cinque pazienti con diagnosi istologica di LyP sono state eseguite delle riprese con RCM, seguite da una biopsia cutanea di una lesione clinicamente selezionata.

Risultati

È stato osservato un elevato grado di corrispondenza tra RCM e l'istopatologia di LyP, rivelando il possibile ruolo di RCM almeno per quanto riguarda la selezione dei siti da sottoporre a biopsia.

Conclusione

Sono comunque necessari studi futuri su RCM per LyP rispetto ad altri linfomi cutanei a cellule T e malattie infiammatorie della pelle per valutare la specificità e la sensibilità dei nostri dati preliminari.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Concordance between in vivo reflectance confocal microscopy and optical histology of lymphomatoid papulosis

Rivista: Skin Research and Technology. doi: 10.1111/srt.12046

Autori: Marco Ardigò, Carlo Donadio, Hernando Vega, Carlo Cota, Elvira Moscarella, Marina Agozzino

Affiliazioni:San Gallicano Dermatological Institute, Rome, Italy Department of Dermatology, Policlinico A. Gemelli, Università Cattolica del Sacro Cuore, Rome, Italy Institute of Dermatology Prof. Rubem David Azulay, Rio de Janeiro, Brazil

Abstract:
Background Lymphomatoid papulosis is a primary cutaneous CD30+ T-cell lymphoma clinically characterized by a benign, chronic, recurrent course with self-limited papulo-nodular skin lesion eruption. In vivo Reflectance Confocal Microscopy is a non-invasive technique for real-time imaging of the superficial layers of the skin down to the superficial dermis with cellular-level resolution close to conventional histopathology. RCM has been previously reported to be useful in the in vivo evaluation of inflammatory diseases, skin tumours and also cutaneous lymphomas. Only two articles have been published on cutaneous lymphomas and none detailing confocal features of LyP. The aim of this manuscript was to describe the confocal features of LyP and their histological correlation to evaluate the possible application of this non-invasive tool in this T-cell lymphoma subtype clinical management. Methods Five patients with histological diagnosis of LyP were imaged with RCM, followed by a skin biopsy on a clinically selected lesion. Results High grade of correspondence between RCM and histopathology of LyP was observed, disclosing the potential rule of RCM at least for biopsy site selection. Conclusion Future studies on RCM for LyP vs. other cutaneous T-cells lymphomas and inflammatory skin diseases are needed to assess specificity and sensibility of our preliminary data.

Vidix

Sei un medico?

Entra a far parte della prima community di Dermatologi e Medici Estetici.

 Iscriviti

È semplice e gratuito