link1752 link1753 link1754 link1755 link1756 link1757 link1758 link1759 link1760 link1761 link1762 link1763 link1764 link1765 link1766 link1767 link1768 link1769 link1770 link1771 link1772 link1773 link1774 link1775 link1776 link1777 link1778 link1779 link1780 link1781 link1782 link1783 link1784 link1785 link1786 link1787 link1788 link1789 link1790 link1791 link1792 link1793 link1794 link1795 link1796 link1797 link1798 link1799 link1800 link1801 link1802 link1803 link1804 link1805 link1806 link1807 link1808 link1809 link1810 link1811 link1812 link1813 link1814 link1815 link1816 link1817 link1818 link1819 link1820 link1821 link1822 link1823 link1824 link1825 link1826 link1827 link1828 link1829 link1830 link1831 link1832 link1833 link1834 link1835 link1836 link1837 link1838 link1839 link1840 link1841 link1842 link1843 link1844 link1845 link1846 link1847 link1848 link1849 link1850 link1851 link1852 link1853 link1854 link1855 link1856 link1857 link1858 link1859 link1860 link1861 link1862 link1863 link1864 link1865 link1866 link1867 link1868 link1869 link1870 link1871 link1872 link1873 link1874 link1875 link1876 link1877 link1878 link1879 link1880 link1881 link1882 link1883 link1884 link1885 link1886 link1887 link1888 link1889 link1890 link1891 link1892 link1893 link1894 link1895 link1896
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Impatto del trattamento con inibitore del fattore di necrosi tumorale-alfa sullo spessore medio-intimale delle arterie nella psoriasi: risultati di uno studio pilota

Psoriasis-5La psoriasi è associata ad una più alta incidenza di comorbidità aterosclerotiche. In particolare, l'infiammazione della parete arteriosa, mediata dalle comuni citochine della psoriasi e dell'aterogenesi, precede lo sviluppo della placca aterosclerotica. Inoltre, l'aumento dello spessore medio-intimale (IMT) è ritenuto un valido indicatore dell'aterosclerosi subclinica ed è riscontrato anche nella psoriasi grave.

Obiettivo
Con questo studio pilota abbiamo cercato di chiarire se l'inibizione a lungo termine del fattore di necrosi tumorale-alfa diminuisca o meno l'IMT nella psoriasi.

Metodi
In 16 pazienti con psoriasi grave è stato calcolato il punteggio dell'Indice di Area e Severità della Psoriasi prima della terapia (con etanercept, infliximab, adalimumab) e dopo 6 mesi di trattamento. Contemporaneamente, con l'ausilio dell'ecografia B-mode ad alta risoluzione, è stato misurato l'IMT a livello carotideo e brachiale. Le arterie carotide e brachiale sono state monitorate insieme e separatamente in modo da determinare la differenza tra i valori di IMT iniziali e dopo 6 mesi.

Risultati
Tutti e 16 i pazienti hanno ottenuto un incremento di 75 punti dell'Indice di Area e Severità della Psoriasi, mentre 14 pazienti su16 hanno raggiunto addirittura un miglioramento di 90 punti. Nel gruppo di pazienti senza placche calcifiche aterosclerotiche iniziali (13 su 16) è stata rilevata una significativa diminuzione dell'IMT quando le arterie sono state misurate insieme (P = .0002). I dati iniziali e quelli del follow-up sono stati molto diversi anche per quanto riguarda l'analisi individuale dell'arteria carotide (P = .011) e brachiale (P = .006). Undici pazienti su 13 avevano un IMT iniziale della carotide superiore al valore normale aggiustato per l'età. L'altro gruppo (3 su 16) con placche iniziali ha mostrato una crescente tendenza dell'IMT e la loro ecografia al basale ha rivelato un IMT carotideo oltre il limite superiore dei valori aggiustati per l'età negli adulti sani.

Limitazioni
Le limitazioni dello studio sono state il piccolo numero di pazienti, la progettazione auto-controllata e la mancanza della stratificazione dei pazienti in base ai comuni fattori di rischio cardiovascolare.

Conclusione
Nel nostro studio pilota è stato dimostrato che l'inibizione del fattore di necrosi tumorale-alfa riduce l'IMT nei pazienti psoriasici privi di placche aterosclerotiche irreversibili. Ad ogni modo sono necessarie ulteriori analisi per confermare e completare le nostre osservazioni primarie.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Impact of effective tumor necrosis factor-alfa inhibitor treatment on arterial intima-media thickness in psoriasis: Results of a pilot study

Rivista: Journal of the American Academy of Dermatology. Volume 69, Issue 4 , Pages 523-529, October 2013

Autori: Hajnalka Jókai, József Szakonyi, Orsolya Kontár, Márta Marschalkó, Klára Szalai, Sarolta Kárpáti, Péter Holló

Affiliazioni:Hajnalka Jókai, MD, Department of Dermatovenerology and Oncodermatology, Semmelweis University, Mária Street , Budapest , Hungary

Abstract:
Background Psoriasis is associated with higher incidence of atherosclerotic comorbidities. Sustained arterial wall inflammation mediated by common cytokines of psoriasis and atherogenesis precedes atherosclerotic plaque development. Increased intima-media thickness (IMT) is an accepted indicator of subclinical atherosclerosis and has been reported in severe psoriasis. Objective This pilot study aimed to clarify whether effective long-term tumor necrosis factor-alfa inhibition decreases IMT in psoriasis. Methods In 16 patients with severe psoriasis, the Psoriasis Area and Severity Index score was calculated before therapy (etanercept, infliximab, adalimumab) and after 6-month treatment. Simultaneously, carotid and brachial IMT was measured by high-resolution, B-mode ultrasonography. Difference between initial and 6-month IMT values was determined for monitored arteries collectively and separately in carotid and brachial arteries. Results All of 16 patients achieved Psoriasis Area and Severity Index 75, and 14 of 16 achieved Psoriasis Area and Severity Index 90 improvement. In the group of patients without initial calcified atherosclerotic plaques (13 of 16) significant IMT decrease was detected when arteries were measured collectively (P = .0002). Initial and follow-up data differed significantly also at individual analysis of carotid (P = .011) and brachial (P = .006) arteries. Eleven of 13 patients had initial carotid IMT exceeding age-adjusted normal values. The other group (3 of 16) with initial manifest plaques showed increasing IMT tendency. Their baseline ultrasonography revealed carotid IMT above the upper limit of healthy adults’ age-adjusted values. Limitations Study limitation involves small patient numbers, self-controlled study design, and lack of patients’ stratification according to common cardiovascular risk factors. Conclusion In our pilot study effective tumor necrosis factor-alfa inhibition was found to decrease IMT in psoriatic patients without irreversible atherosclerotic plaques. Further analysis is recommended to confirm and complete our primary observations.