link730 link731 link732 link733 link734 link735 link736 link737 link738 link739 link740 link741 link742 link743 link744 link745 link746 link747 link748 link749 link750 link751 link752 link753 link754 link755 link756 link757 link758 link759 link760 link761 link762 link763 link764 link765 link766 link767 link768 link769 link770 link771 link772 link773 link774 link775 link776 link777 link778 link779 link780 link781 link782 link783 link784 link785 link786 link787 link788 link789 link790 link791 link792 link793 link794 link795 link796 link797 link798 link799 link800 link801 link802 link803 link804 link805 link806 link807 link808 link809 link810 link811 link812 link813 link814 link815 link816 link817 link818 link819 link820 link821 link822 link823 link824 link825 link826 link827 link828 link829 link830 link831 link832 link833 link834 link835 link836 link837 link838 link839 link840 link841 link842 link843 link844 link845 link846 link847 link848 link849 link850 link851 link852 link853 link854 link855 link856 link857 link858 link859 link860 link861 link862 link863 link864 link865 link866 link867 link868 link869 link870 link871 link872 link873 link874 link875
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Studio clinico delle alterazioni ungueali nella vitiligine

vitiligo06Sia la vitiligine che l'alopecia areata (AA) sono associate tra di loro e ad altre malattie autoimmuni, e l'autoimmunità stessa è una delle teorie importanti per la loro eziologia.

Si sa che le alterazioni ungueali sono associate con AA, così abbiamo ipotizzato che le alterazioni delle unghie possano essere riscontrate anche nei pazienti con vitiligine. In letteratura, sono stati descritti solo due tipi di alterazioni ungueali in associazione alla vitiligine.

Il nostro scopo è stato quello di studiare la frequenza e il tipo di alterazioni ungueali tra i pazienti con vitiligine rispetto ai volontari sani normali. Questo studio multicentrico è stato condotto su 91 pazienti affetti da vitiligine, nonché su 91 soggetti sani di controllo che erano abbinati per età e sesso ai precedenti. Le unghie sono state esaminate al fine di individuare le variazioni nelle lamine ungueali come striature, texture, curvatura, distrofia, e pigmentazione.

È stata anche riporta la presenza o l'assenza della lunula del pollice. Sono state osservate le alterazioni delle unghie in 62 pazienti (68.1%) e 46 soggetti di controllo (50.5%), con una differenza statisticamente significativa (P = 0.016). La cresta longitudinale e l'assenza della lunula sono stati due aspetti significativamente più presenti nei pazienti rispetto ai soggetti di controllo (P = 0.001 e 0.037, rispettivamente).

Altre anomalie ungueali riportate in questo studio hanno incluso: la leuconichia puntata, il pitting ungueale, il segno di bandiera, e l'unghia di Terry. La consapevolezza di questa associazione allargherà la visione del medico, che da adesso dovrà esaminare attentamente le alterazioni delle unghie in pazienti con vitiligine e viceversa dovrà esaminare i pazienti con alterazioni delle unghie per una possibile diagnosi di vitiligine.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Clinical study of nail changes in vitiligo

Rivista: Journal of Cosmetic Dermatology. doi: 10.1111/jocd.12022

Autori: Tag Anbar, Rania Abdel Hay, Amal T Abdel-Rahman, Noha H Moftah, Mohamed A Al-Khayyat

Affiliazioni:Dermatology Department, Al-Minya University, Al-Minya, Egypt Dermatology Department, Cairo University, Cairo, Egypt

Abstract:
Both vitiligo and alopecia areata (AA) are associated together, associated with other autoimmune diseases, and autoimmunity is one of the important theories in their etiology. Nail changes are a known association with AA, thus we hypothesized that nail changes can be found in vitiligo patients. On revising the literature, only two types of nail changes were described in association with vitiligo. Our aim was to study the frequency and types of nail changes among vitiligo patients in comparison with normal healthy volunteers. This multi-centric study was carried on 91 patients with vitiligo, as well as 91 normal healthy control subjects who were age- and sex-matched. Nails were examined for changes in nail plates as regards striations, texture, curvature, dystrophy, and pigmentation. The presence or absence of the thumb lunula was also reported. Nail changes were observed in 62 patients (68.1%) and 46 (50.5%) control subjects with a statistically significant difference (P = 0.016). Longitudinal ridging and absent lunula were significantly higher in patients than in the controls (P = 0.001 and 0.037, respectively). Other reported nail abnormalities in the current study included punctate leukonychia, pitting, flag sign, and Terry's nails. Awareness of this association will widen the clinician's perspective to carefully examine the nail changes in vitiligo patients and conversely examine patients with nail changes for vitiligo.

BP-PB