link730 link731 link732 link733 link734 link735 link736 link737 link738 link739 link740 link741 link742 link743 link744 link745 link746 link747 link748 link749 link750 link751 link752 link753 link754 link755 link756 link757 link758 link759 link760 link761 link762 link763 link764 link765 link766 link767 link768 link769 link770 link771 link772 link773 link774 link775 link776 link777 link778 link779 link780 link781 link782 link783 link784 link785 link786 link787 link788 link789 link790 link791 link792 link793 link794 link795 link796 link797 link798 link799 link800 link801 link802 link803 link804 link805 link806 link807 link808 link809 link810 link811 link812 link813 link814 link815 link816 link817 link818 link819 link820 link821 link822 link823 link824 link825 link826 link827 link828 link829 link830 link831 link832 link833 link834 link835 link836 link837 link838 link839 link840 link841 link842 link843 link844 link845 link846 link847 link848 link849 link850 link851 link852 link853 link854 link855 link856 link857 link858 link859 link860 link861 link862 link863 link864 link865 link866 link867 link868 link869 link870 link871 link872 link873 link874 link875
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Possibile contributo del gene GSTP1 e di altri geni che metabolizzano gli xenobiotici alla suscettibilità alla vitiligine

vitiligo08La vitiligine è una malattia pigmentosa acquisita, per la quale sono stati proposti diversi meccanismi patogeni tra cui una complessa predisposizione genetica multifattoriale.

Abbiamo analizzato 65 polimorfismi nei geni potenzialmente rilevanti per il meccanismo patogenetico della vitiligine al fine di rivelare nuovi fattori di rischio genetico e confermare quelli già riportati, nella popolazione russa generale.

Abbiamo trovato che il polimorfismo rs1138272 (TC + CC) nel gene GSTP1 che codifica per l'enzima coinvolto nel metabolismo degli xenobiotici è associato con la vitiligine (valore P corretto di Bonferroni 0.0015) con un odds ratio veramente molto alto di 13.03, e in cui l'analisi dell'aplotipo ha confermato l'associazione del gene GSTP1 con il rischio di sviluppare vitiligine. Inoltre, l'analisi delle variazioni in numerosi geni che codificano enzimi del metabolismo xenobiotico ha mostrato che il più alto rischio di vitiligine è associato con un più alto numero di alleli di rischio.

Questa scoperta rivela un possibile contributo del background genetico allo sbilanciamento del controllo dello stress ossidativo nella vitiligine attraverso un effetto cumulativo di più varianti genetiche dei geni implicati nel metabolismo degli xenobiotici; ma sostiene anche il concetto di natura multigenica della vitiligine con diversi alleli di basso rischio che contribuiscono cumulativamente alla malattia.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Possible contribution of GSTP1 and other xenobiotic metabolizing genes to vitiligo susceptibility

Rivista: Archives of Dermatological Research April 2013, Volume 305, Issue 3, pp 233-239

Autori: Mikhail M. Minashkin, Lubov E. Salnikova, Konstantin M. Lomonosov, Igor V. Korobko, Andrey O. Tatarenko

Affiliazioni:

Abstract:
Vitiligo is an acquired pigmentary disorder with several proposed pathogenesis mechanisms and complex multifactorial genetic predisposition. We analyzed 65 polymorphisms in genes potentially relevant to vitiligo pathogenesis mechanism to reveal novel and confirm reported genetic risk factors in general Russian population. We found that polymorphism rs1138272 (TC + CC) in GSTP1 gene encoding enzyme involved in xenobiotic metabolism is associated with vitiligo (Bonferroni adjusted P value 0.0015) with extraordinary high odds ratio 13.03, and haplotype analysis confirmed association of GSTP1 gene with vitiligo risk. Moreover, analysis of variations in several genes encoding enzymes of xenobiotic metabolism showed that higher risk of vitiligo is associated with higher number of risk alleles. This finding reveals possible contribution of genetic background to observed imbalance of oxidative stress control in vitiligo through cumulative effect of multiple genetic variations in xenobiotic metabolizing genes, supporting the concept of multigenic nature of vitiligo with multiple low-risk alleles cumulatively contributing to vitiligo risk.

BP-PB