link146 link147 link148 link149 link150 link151 link152 link153 link154 link155 link156 link157 link158 link159 link160 link161 link162 link163 link164 link165 link166 link167 link168 link169 link170 link171 link172 link173 link174 link175 link176 link177 link178 link179 link180 link181 link182 link183 link184 link185 link186 link187 link188 link189 link190 link191 link192 link193 link194 link195 link196 link197 link198 link199 link200 link201 link202 link203 link204 link205 link206 link207 link208 link209 link210 link211 link212 link213 link214 link215 link216 link217 link218 link219 link220 link221 link222 link223 link224 link225 link226 link227 link228 link229 link230 link231 link232 link233 link234 link235 link236 link237 link238 link239 link240 link241 link242 link243 link244 link245 link246 link247 link248 link249 link250 link251 link252 link253 link254 link255 link256 link257 link258 link259 link260 link261 link262 link263 link264 link265 link266 link267 link268 link269 link270 link271 link272 link273 link274 link275 link276 link277 link278 link279 link280 link281 link282 link283 link284 link285 link286 link287 link288 link289 link290 link291
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

I livelli sierici di T-regs funzionale nella vitiligine: i risultati della nostra esperienza e di una breve revisione della letteratura

vitiligo12La vitiligine è una malattia cutanea depigmentante causata della perdita di melanociti cutanei o dall'alterazione della funzione dei melanociti stessi, che colpisce oltre lo 0.5% della popolazione mondiale.
Pur non conoscendo ancora l'esatta eziologia della perdita dei melanociti nella vitiligine non-segmentale, molti studi hanno ipotizzato che l'immunità cellulare potesse svolgere un ruolo centrale in questo processo. Infatti, gli studi precedenti avevano dimostrato come la depigmentazione della pelle con vitiligine fosse accompagnata da infiltrati di linfociti T citotossici CD8+ in prossimità della giunzione dermo-epidermica.
Pertanto, la disregolazione di T-regs potrebbe rappresentare uno dei fattori che rompono la tolleranza agli auto-antigeni di superficie dei melanociti e che contribuiscono alla patogenesi della vitiligine.
Gli obiettivi di questo studio sono stati quelli di fornire la prova della presenza di un difetto funzionale e della diminuzione delle cellule T regolatorie periferiche nei pazienti affetti da vitiligine, supportando l'ipotesi del loro coinvolgimento nella patogenesi della malattia e permettendo di avanzare nuovi approcci terapeutici.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Serum levels of functional T-regs in vitiligo: our experience and mini-review of the literature.

Rivista: Eur J Dermatol. 2013 Apr 1;23(2):154-9. doi: 10.1684/ejd.2013.1986.

Autori: Richetta A, D'Epiro S, Salvi M, Campoli M, Giancristoforo S, Mattozzi C, Macaluso L, Luci C, Cantisani C, Carboni V, Zanniello R, Zampetti M, Milana B, Morrone S, Calvieri S.

Affiliazioni:Institut Department of Dermatology and Venereology Policlinico "Umberto I" University of Rome "La Sapienza" Viale del Policlinico, Rome, Italy.

Abstract:
Vitiligo is an acquired depigmentary skin disorder due to the loss of cutaneous melanocytes or alteration in melanocyte function, affecting over 0.5% of the world population. The exact cause of melanocyte loss in non-segmental vitiligo is still debatable, but many observations have pointed to the main role of cellular immunity. Earlier evidence has shown that depigmenting vitiligo skin is accompanied by CD8+ T cytotoxic lymphocytes infiltrates at the dermal-epidermal junction. Dysregulation of Tregs may be one of the factors that can break tolerance to melanocyte self-antigens and contribute to the pathogenesis of vitiligo. The objectives of the present study were to provide evidence of the presence of a functional defect and decrease of peripheral regulatory T cells in patients affected by vitiligo, supporting the hypothesis of their involvement in the pathogenesis of the disease, opening new possibilities to advance therapeutic approaches.