link438 link439 link440 link441 link442 link443 link444 link445 link446 link447 link448 link449 link450 link451 link452 link453 link454 link455 link456 link457 link458 link459 link460 link461 link462 link463 link464 link465 link466 link467 link468 link469 link470 link471 link472 link473 link474 link475 link476 link477 link478 link479 link480 link481 link482 link483 link484 link485 link486 link487 link488 link489 link490 link491 link492 link493 link494 link495 link496 link497 link498 link499 link500 link501 link502 link503 link504 link505 link506 link507 link508 link509 link510 link511 link512 link513 link514 link515 link516 link517 link518 link519 link520 link521 link522 link523 link524 link525 link526 link527 link528 link529 link530 link531 link532 link533 link534 link535 link536 link537 link538 link539 link540 link541 link542 link543 link544 link545 link546 link547 link548 link549 link550 link551 link552 link553 link554 link555 link556 link557 link558 link559 link560 link561 link562 link563 link564 link565 link566 link567 link568 link569 link570 link571 link572 link573 link574 link575 link576 link577 link578 link579 link580 link581 link582 link583
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

La gravità dei reperti cutanei anticipa la presenza di sintomi sistemici nella mastocitosi cutanea maculopapulare pediatrica

Pediatric-Maculopapular-Cutaneous-MastocytosisPer quanto la prognosi della mastocitosi cutanea maculopapulare (MPCM) — nota anche con il nome di orticaria pigmentosa — sia spesso positiva, i medici non hanno prove sufficienti per identificare in modo affidabile i soggetti a rischio di sviluppare manifestazioni sistemiche.
In questo studio abbiamo cercato di chiarire i marker clinici di gravità della malattia in modo da fornire informazioni prognostiche e un trattamento migliore ai soggetti con MPCM.
Per fare questo è stata effettuata una revisione retrospettiva che ha preso in considerazione le caratteristiche dei bambini con diagnosi di MPCM nella Clinica Dermatologica Emory.

Inoltre, è stato eseguito il follow- up attraverso un incontro fisico o un'intervista telefonica.
La regressione lineare è stata utilizzata per determinare i predittori del numero di sintomi sistemici correlati all'MPCM.
Di 67 soggetti, il 57% era di sesso maschile e l'età media di insorgenza era di 4.5 mesi.

Il numero massimo di lesioni MPCM è stato da 1 a 10 nel 16%, da 11 a 30 nel 33%, da 31 a 50 nel 25%, da 51 a 100 nel 6%, e più di 100 nel 20% dei soggetti.
Oltre alle lesioni da MPCM, il 46% dei soggetti ha riferito prurito, il 34% le vampate di calore e il 25% le vesciche.
I sintomi sistemici riportati sono stati la diarrea (22%), il dolore addominale (15%), l'affanno o la dispnea (13%), il vomito (10%), il dolore osseo (10%), la cefalea (8%), la tosse (10%), la rinorrea (8%), l'irritabilità (6%) e l'anafilassi (1.5%).

In un'analisi di regressione lineare multivariata, il numero massimo di lesioni MPCM (p = 0.02) e il numero di sintomi cutanei (p < 0.01) sono stati dei predittori statisticamente significativi del numero di sintomi sistemici in relazione all'età di insorgenza, ai siti corporei coinvolti e al sesso.
Pertanto, crediamo che la correlazione tra i risultati cutanei e la sintomatologia potrebbe aiutare i medici ad identificare gli individui con MPCM per i quali è giustificata una valutazione e una terapia sistemica.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Severity of Cutaneous Findings Predict the Presence of Systemic Symptoms in Pediatric Maculopapular Cutaneous Mastocytosis

Rivista: Pediatric Dermatology. doi: 10.1111/pde.12291

Autori: Meredith Barnes, Livia Van, Laura DeLong, Leslie P. Lawley

Affiliazioni:Department of Dermatology, School of Medicine, Emory University, Atlanta, Georgia

Abstract:
Although the prognosis of maculopapular cutaneous mastocytosis (MPCM), also referred to as urticaria pigmentosa, is often benign, clinicians lack evidence to reliably predict those at risk of associated systemic manifestations. We sought to elucidate clinical markers of disease severity to provide better treatment and prognostic information for individuals with MPCM. A retrospective chart review querying characteristics of children diagnosed with MPCM in the Emory Dermatology Clinic was performed. Follow- up was obtained through a clinical encounter or telephone interview. Linear regression was used to determine predictors of the number of MPCM-related systemic symptoms. Of 67 subjects, 57% were male, and the mean age of onset was 4.5 months. The maximum number of MPCM lesions was 1 to 10 in 16%, 11 to 30 in 33%, 31 to 50 in 25%, 51 to 100 in 6%, and more than 100 in 20% of subjects. For their MPCM lesions, 46% of subjects reported itching, 34% flushing, and 25% blistering. Reported systemic symptoms included diarrhea (22%), abdominal pain (15%), wheezing or dyspnea (13%), vomiting (10%), bone pain (10%), headaches (8%), cough (10%), rhinorrhea (8%), irritability (6%), and anaphylaxis (1.5%). In a multivariate linear regression analysis, the maximum number of MPCM lesions (p = 0.02) and the number of skin symptoms (p < 0.01) were statistically significant predictors of the number of systemic symptoms, controlling for age of onset, body sites involved, and sex. The correlation between cutaneous findings and symptomatology could aid clinicians in identifying individuals with MPCM who might warrant systemic evaluation and therapy.

BP-PB