link730 link731 link732 link733 link734 link735 link736 link737 link738 link739 link740 link741 link742 link743 link744 link745 link746 link747 link748 link749 link750 link751 link752 link753 link754 link755 link756 link757 link758 link759 link760 link761 link762 link763 link764 link765 link766 link767 link768 link769 link770 link771 link772 link773 link774 link775 link776 link777 link778 link779 link780 link781 link782 link783 link784 link785 link786 link787 link788 link789 link790 link791 link792 link793 link794 link795 link796 link797 link798 link799 link800 link801 link802 link803 link804 link805 link806 link807 link808 link809 link810 link811 link812 link813 link814 link815 link816 link817 link818 link819 link820 link821 link822 link823 link824 link825 link826 link827 link828 link829 link830 link831 link832 link833 link834 link835 link836 link837 link838 link839 link840 link841 link842 link843 link844 link845 link846 link847 link848 link849 link850 link851 link852 link853 link854 link855 link856 link857 link858 link859 link860 link861 link862 link863 link864 link865 link866 link867 link868 link869 link870 link871 link872 link873 link874 link875
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Uso off-label della vitamina D in dermatologia: una revisione sistematica

topical-vitamin-dLa vitamina D topica è approvata dalla US Food and Drug Administration per il trattamento della psoriasi, ma è anche utilizzata in modalità off-label per il trattamento di un'ampia gamma di malattie cutanee, nonostante la mancanza di linee guida ufficiali.

Obiettivo:
L'obiettivo dello studio è stato quello di fornire le linee guida cliniche, basate sull'evidenza, per l'uso off-label della vitamina D topica nel trattamento delle malattie dermatologiche.

Metodi:
È stata condotta una revisione sistematica della letteratura attraverso i database MEDLINE, Embase e CENTRAL, in relazione agli usi off-label degli analoghi topici della vitamina D per il trattamento delle malattie dermatologiche diverse dalla psoriasi. Sulla base del più alto livello di evidenza disponibile, sono stati poi sintetizzati i dati e sono state redatte le raccomandazioni basate sull'evidenza.

Risultati:
Nel complesso, 165 articoli hanno presentato i criteri di inclusione. È stata fornita una raccomandazione, da moderata a forte, per l'utilizzo topico della vitamina D in combinazione con i corticosteroidi e la fototerapia nella vitiligine e come monoterapia per diverse varianti di ittiosi, morfea, pitiriasi alba, prurigo nodularis ed eruzione polimorfa alla luce. Ci sono prove che mostrano come la vitamina D sia inefficace nel trattamento della cheratosi attinica, della cheratosi seborroica, del lichen planus, della dermatite seborroica, dell'alopecia areata, dell'alopecia indotta da chemioterapici e delle cicatrici ipertrofiche.

Conclusioni:
Gli analoghi topici della vitamina D svolgono un ruolo importante nel trattamento off-label delle malattie dermatologiche, ma sull'argomento devono essere ancora prodotti degli studi di maggiore qualità.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Off-label uses of topical vitamin d in dermatology: a systematic review.

Rivista: J Cutan Med Surg. 2014 Mar 1;18(2):91-108.

Autori: Wat H, Dytoc M.

Affiliazioni:

Abstract:
Background:Topical vitamin D is approved by the US Food and Drug Administration for the treatment of psoriasis but is also used off-label in the treatment of a variety of cutaneous diseases despite a lack of evidence-based guidelines.Objective:The objective of this study was to provide evidence-based clinical guidelines for the off-label use of topical vitamin D in the treatment of dermatologic disease.Methods:A systematic literature review was conducted via the MEDLINE, Embase, and CENTRAL databases for off-label uses of topical vitamin D analogues in the treatment of dermatologic disease other than psoriasis. The data were synthesized, and evidence-based recommendations were rendered according to the highest level of evidence available.Results:A total of 165 articles met the inclusion criteria. A moderate to strong recommendation was given for the use of topical vitamin D in combination with corticosteroids and phototherapy in vitiligo and as monotherapy for various ichthyoses, morphea, pityriasis alba, prurigo nodularis, and polymorphous light eruption. There is evidence showing that topical vitamin D is ineffective in the treatment of actinic keratosis, seborrheic keratosis, lichen planus, seborrheic dermatitis, alopecia areata, chemotherapy-induced alopecia, and hypertrophic scars.Conclusion:Topical vitamin D analogues have an important role in the off-label treatment of dermatologic disease, but higher quality studies are still required.

BP-PB