link1752 link1753 link1754 link1755 link1756 link1757 link1758 link1759 link1760 link1761 link1762 link1763 link1764 link1765 link1766 link1767 link1768 link1769 link1770 link1771 link1772 link1773 link1774 link1775 link1776 link1777 link1778 link1779 link1780 link1781 link1782 link1783 link1784 link1785 link1786 link1787 link1788 link1789 link1790 link1791 link1792 link1793 link1794 link1795 link1796 link1797 link1798 link1799 link1800 link1801 link1802 link1803 link1804 link1805 link1806 link1807 link1808 link1809 link1810 link1811 link1812 link1813 link1814 link1815 link1816 link1817 link1818 link1819 link1820 link1821 link1822 link1823 link1824 link1825 link1826 link1827 link1828 link1829 link1830 link1831 link1832 link1833 link1834 link1835 link1836 link1837 link1838 link1839 link1840 link1841 link1842 link1843 link1844 link1845 link1846 link1847 link1848 link1849 link1850 link1851 link1852 link1853 link1854 link1855 link1856 link1857 link1858 link1859 link1860 link1861 link1862 link1863 link1864 link1865 link1866 link1867 link1868 link1869 link1870 link1871 link1872 link1873 link1874 link1875 link1876 link1877 link1878 link1879 link1880 link1881 link1882 link1883 link1884 link1885 link1886 link1887 link1888 link1889 link1890 link1891 link1892 link1893 link1894 link1895 link1896
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Discussione sulla terapia dell'acne a base di isotretinoina

IsotretinoinL'isotretinoina è un farmaco molto efficace per l'acne volgare grave e recalcitrante. Subito dopo il rilascio del farmaco nei primi anni '80, sono stati segnalati diversi effetti collaterali importanti che hanno portato ad una serie di controversie mediche e medico-legali.

 

Tre di queste controversie saranno discusse ed analizzate riguardo il ruolo putativo dell'isotretinoina (1) nella depressione e nel suicidio, (2) nella malattia infiammatoria intestinale, e (3) nell'iPledge e nei programmi di prevenzione durante la gravidanza.

Sembra che un piccolo sottogruppo di pazienti trattati con isotretinoina per l'acne siano a rischio di depressione, una condizione gestibile a condizione che vi sia un'adeguata consapevolezza del paziente rispetto a questa possibilità, la massima comunicazione tra paziente e medico, e la cessazione della terapia se insorge una depressione clinicamente importante (dopo la depressione si risolve rapidamente in una settimana o anche meno).

Diversi studi controllati suggeriscono attualmente un effetto molto favorevole dell'isotretinoina sulla depressione e sull'ansia che sono situazioni comuni tra i pazienti sottoposti a isotretinoina. Per quanto riguarda la malattia infiammatoria intestinale è stata raggiunta una significatività statistica per l'associazione tra la colite ulcerosa e l'isotretinoina in un solo studio, anche se l'attuale incidenza rimane sorprendentemente bassa.

Infine, è chiaro che anche il più recente programma di prevenzione di gravidanza (iPledge) non ha più successo dei programmi precedenti; probabilmente ci sarà sempre un piccolo numero di pazienti di sesso femminile che rimarranno incinta durante un trattamento con isotretinoina per l'acne volgare.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Important Controversies Associated with Isotretinoin Therapy for Acne

Rivista: American Journal of Clinical Dermatology. April 2013, Volume 14, Issue 2, pp 71-76

Autori: Stephen E. Wolverton, Julie C. Harper

Affiliazioni:

Abstract:
Isotretinoin is a remarkably effective drug for severe, recalcitrant acne vulgaris. Soon after the drug’s release in the early 1980s, a number of important adverse effects were reported subsequently leading to a variety of medical and medicolegal controversies. Three of these controversies will be highlighted concerning the putative role of isotretinoin in (1) depression and suicide, (2) inflammatory bowel disease, and (3) iPledge and pregnancy prevention programs. It appears that a very small subset of patients receiving isotretinoin for acne are at risk for depression, which is very manageable provided there is adequate patient awareness of the possibility, maximum communication between the patient and physician, and cessation of therapy if clinically important depression occurs (after which the depression rapidly resolves in a week or less). Multiple controlled studies actually suggest a very favorable effect of isotretinoin on depression and anxiety common in the population requiring isotretinoin. With regard to inflammatory bowel disease, in just one study, only ulcerative colitis association with isotretinoin reached statistical significance. The actual incidence of this association is strikingly low. Finally, it is clear that even the most recent pregnancy prevention program (iPledge) is no more successful than prior programs; there will likely always be a small number of female patients becoming pregnant while receiving isotretinoin for acne vulgaris.