link146 link147 link148 link149 link150 link151 link152 link153 link154 link155 link156 link157 link158 link159 link160 link161 link162 link163 link164 link165 link166 link167 link168 link169 link170 link171 link172 link173 link174 link175 link176 link177 link178 link179 link180 link181 link182 link183 link184 link185 link186 link187 link188 link189 link190 link191 link192 link193 link194 link195 link196 link197 link198 link199 link200 link201 link202 link203 link204 link205 link206 link207 link208 link209 link210 link211 link212 link213 link214 link215 link216 link217 link218 link219 link220 link221 link222 link223 link224 link225 link226 link227 link228 link229 link230 link231 link232 link233 link234 link235 link236 link237 link238 link239 link240 link241 link242 link243 link244 link245 link246 link247 link248 link249 link250 link251 link252 link253 link254 link255 link256 link257 link258 link259 link260 link261 link262 link263 link264 link265 link266 link267 link268 link269 link270 link271 link272 link273 link274 link275 link276 link277 link278 link279 link280 link281 link282 link283 link284 link285 link286 link287 link288 link289 link290 link291
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Creme a base di nitrito di sodio e acido citrico per i condilomi ano-genitali

sodium nitrite ointment

L'applicazione di creme a base di nitrito di sodio e acido citrico due volte al giorno si è dimostrata più efficace del placebo nel trattamento dei condilomi della zona ano-genitale.

 

"Per la ricerca futura, l'estensione della durata del trattamento potrebbe migliorarne significativamente l'efficacia. Questo trattamento potrebbe essere testato su aree più resistenti, ad esempio nella terapia delle verruche palmo-plantari, dove una formulazione più potente potrebbe essere meglio tollerata e rivelarsi anche più efficace" hanno scritto su JAMA Dermatology il Dr. Anthony Ormerod, della University of Abeerdeen in Scozia, e colleghi.

La più alta delle tre dosi testate (6% nitrito di sodio e 9% acido citrico per due volte al giorno) è stata anche l'unica ad ottenere miglioramenti statisticamente significativi rispetto a placebo. I condilomi sono scomparsi nel 31% dei pazienti del gruppo assegnato al dosaggio più alto (P = 0,01), stando ai risultati del trial randomizzato.

Le dosi più basse, impiegate in due dei quattro gruppi, erano pari a 3% nitrito di sodio e 4,5% acido citrico per due volte al giorno e 6% nitrito di sodio con 9% acido citrico una volta al giorno.

I 299 pazienti, con condilomi esterni in numero variabile da 2 a 50, hanno applicato le due creme localmente, prima la crema al nitrito di sodio e poi quella all'acido citrico, amalgamandole durante l'applicazione. "Il nitrito di sodio reagisce con l'acido citrico per formare monossido di azoto", hanno spiegato i ricercatori.
I pazienti hanno applicato le due creme per un periodo di 12 settimane.

L'endpoint primario, ossia la risoluzione completa a 12 settimane dall'inizio del trattamento, è stato osservato in 22 dei 70 pazienti appartenenti al gruppo che ha ricevuto il dosaggio più alto (31%). I tassi per gli altri gruppi si sono attestati al 14% nel gruppo placebo, 15% nel gruppo a dose minima e 23% nel gruppo a dose media, ma le differenze non sono state significative.

I ricercatori hanno fatto notare che il tasso di guarigione del 31% è assimilabile al tasso di cura totale del 37% riportato in un'analisi sistematica di trial clinici per l'imiquimod.

Il tasso di guarigione è stato inferiore alle aspettative, ma i ricercatori hanno scritto che se le future formulazioni facessero uso di una concentrazione più alta di principi attivi o anche di nanoparticelle in grado di assicurare un più alto dosaggio i risultati potrebbero essere molto diversi.

Gli effetti collaterali riportati dai pazienti sono stati numerosi in tutti e tre i gruppi trattati, con un'incidenza del 92% nel gruppo che ha ricevuto il dosaggio più alto e del 78% nel gruppo che ha ricevuto il dosaggio più basso. Il gruppo placebo ha avuto un tasso di incidenza di effetti collaterali riportati del 55%. L'effetto collaterale più comune è stato il prurito.

I tassi di effetti collaterali gravi sono stati del 2% nel gruppo placebo, 26% nel gruppo a basso dosaggio, 17% nel gruppo a medio dosaggio e 40% nel gruppo ad alto dosaggio. Il 10% dei pazienti nel gruppo ad alto dosaggio si sono ritirati dallo studio a causa degli effetti collaterali insorti a seguito del trattamento.

Lo studio è stato finanziato da ProStrakan, con il contributo di Origin Pharmaceuticals. Il Dr. Ormerod ed altri autori hanno rapporti commerciali di vario tipo con ProStrakan.

 

Riferimenti:

JAMA Dermatology, Aprile 2015