link0 link1 link2 link3 link4 link5 link6 link7 link8 link9 link10 link11 link12 link13 link14 link15 link16 link17 link18 link19 link20 link21 link22 link23 link24 link25 link26 link27 link28 link29 link30 link31 link32 link33 link34 link35 link36 link37 link38 link39 link40 link41 link42 link43 link44 link45 link46 link47 link48 link49 link50 link51 link52 link53 link54 link55 link56 link57 link58 link59 link60 link61 link62 link63 link64 link65 link66 link67 link68 link69 link70 link71 link72 link73 link74 link75 link76 link77 link78 link79 link80 link81 link82 link83 link84 link85 link86 link87 link88 link89 link90 link91 link92 link93 link94 link95 link96 link97 link98 link99 link100 link101 link102 link103 link104 link105 link106 link107 link108 link109 link110 link111 link112 link113 link114 link115 link116 link117 link118 link119 link120 link121 link122 link123 link124 link125 link126 link127 link128 link129 link130 link131 link132 link133 link134 link135 link136 link137 link138 link139 link140 link141 link142 link143 link144 link145
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

IL-33 modula l'espressione della beta defensina 2 umana nei cheratinociti umani primari e può influenzare la suscettibilità alla superinfezione batterica nella dermatite atopica acuta

human-beta-defensinL'IL-33 è un membro della famiglia dell'IL-1 ed è stata implicata nelle malattie allergiche sostenute dai Th2, come la dermatite atopica e l'asma.

La più importante citochina Th2, l'IL-4, trovata altamente espressa nell'eczema allergico acuto, è nota per sotto-regolare l'espressione della beta defensina 2 umana (hBD2) nei cheratinociti umani, e questo fenomeno è associato con le super-infezioni nei pazienti affetti dalla dermatite atopica.

Abbiamo studiato l'effetto di IL-33 sull'espressione di hBD2 nei cheratinociti umani. La produzione di hBD2 da parte dei cheratinociti stimolati è stato misurata mediante la tecnica ELISA.

I risultati hanno mostrato che il siero è un induttore molto potente di hBD2 e che il 2.5% del siero umano è stato molto più potente nell'indurre hBD2 rispetto a 20 ng/ml di TNFα. È interessante notare che, il siero da pazienti affetti da dermatite atopica ha mostrato una ridotta capacità di indurre hBD2 nei cheratinociti normali. IL-33 ha significativamente sotto-regolato la hBD2 indotta dal siero. La capacità sotto-regolatoria dell'IL-33 è risultata essere da 1.5 a 2 volte più debole rispetto all'IL-4.

I nostri dati suggeriscono che l'IL-33 può contribuire significativamente a diminuire l'espressione di hBD2 nella reazione eczematosa acuta caratterizzata clinicamente da un aspetto spongioso e con trasudano — indicativa, per questo motivo, del contatto dell'epidermide con le componenti del siero.

Storia della pubblicazione:

Titolo: IL-33 Modulates the Expression of Human Beta Defensin 2 in Human Primary Keratinocytes and may influence the susceptibility to bacterial superinfection in acute atopic dermatitis.

Rivista: British Journal of Dermatology. doi: 10.1111/j.1365-2133.2012.11140.x

Autori: A. Alase, J. Seltmann, T. Werfel, M. Wittmann

Affiliazioni: Leeds Institute of Molecular Medicine, Division of Rheumatic and Musculoskeletal Disease, University of Leeds, UK

Centre for Skin Sciences, School of Life Sciences, University of Bradford

Division of Immunodermatology and Allergy Research, Department of Dermatology, Hannover Medical School, Germany.

Abstract:

IL-33 is a member of the IL-1 family and has been implicated in Th2 driven allergic diseases such as atopic dermatitis and asthma. The principal Th2 cytokine IL-4, found highly expressed in acute allergic eczema, is known to downregulate human beta defensin 2 (hBD2) expression in human keratinocytes and this is associated with super-infection in patients suffering from atopic dermatitis.

We investigated the effect of IL-33 on the expression of hBD2 in human keratinocytes. hBD2 production by stimulated keratinocytes was measured by ELISA.

Our results showed that serum is a very potent inducer of hBD2 and 2.5% of human serum were much more potent in inducing hBD2 than 20 ng/ml of TNFα. Interestingly, serum of atopic dermatitis patients showed an impaired ability to induce hBD2 in normal keratinocytes. IL-33 significantly downregulated serum induced hBD2. The downregulatory capacity of IL-33 was found to be 1.5 to 2 fold weaker compared with IL-4.

Our data suggest that IL-33 can significantly contribute to the decreased expression of hBD2 in acute eczematous reaction clinically characterised by spongiosis and oozing — thus indicative for contact of the epidermis with serum components.