link0 link1 link2 link3 link4 link5 link6 link7 link8 link9 link10 link11 link12 link13 link14 link15 link16 link17 link18 link19 link20 link21 link22 link23 link24 link25 link26 link27 link28 link29 link30 link31 link32 link33 link34 link35 link36 link37 link38 link39 link40 link41 link42 link43 link44 link45 link46 link47 link48 link49 link50 link51 link52 link53 link54 link55 link56 link57 link58 link59 link60 link61 link62 link63 link64 link65 link66 link67 link68 link69 link70 link71 link72 link73 link74 link75 link76 link77 link78 link79 link80 link81 link82 link83 link84 link85 link86 link87 link88 link89 link90 link91 link92 link93 link94 link95 link96 link97 link98 link99 link100 link101 link102 link103 link104 link105 link106 link107 link108 link109 link110 link111 link112 link113 link114 link115 link116 link117 link118 link119 link120 link121 link122 link123 link124 link125 link126 link127 link128 link129 link130 link131 link132 link133 link134 link135 link136 link137 link138 link139 link140 link141 link142 link143 link144 link145
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Efficacia comparativa di tacrolimus 0.1% in unguento e di clobetasolo propionato 0.05% in unguento per il lichen planus orale: uno studio randomizzato in doppio cieco

lichen-planus03Il lichen planus orale (OLP) è una comune malattia della mucosa orale, con distribuzione in tutto il mondo e una prevalenza complessiva dello 0.5-2.2%.

La sua eziologia rimane ancora poco chiara, anche se il coinvolgimento dell'autoimmunità è supportato dall'associazione che il lichen planus orale ha con altre malattie autoimmuni e dalla presenza di cloni di cellule T auto-citotossiche nelle lesioni.

Anche se sono disponibili molte opzioni di trattamento per OLP sintomatico, nessuna terapia è curativa. Questo studio ha confrontato i trattamenti con tacrolimus topico in unguento allo 0.1% e quelli con clobetasolo propionato topico in unguento allo 0.05%. Quaranta pazienti con OLP sintomatico, dimostrato istologicamente, sono stati divisi in due gruppi di 20 pazienti ciascuno per ricevere il clobetasolo propionato (0.05%) in unguento o il tacrolimus (0.1%) in unguento, per otto settimane. Il follow-up per tutti i pazienti ha incluso tre visite durante il ciclo di trattamento e una visita dopo il trattamento. Ad ogni visita, è stato valutato il miglioramento oggettivo delle lesioni da parte di due ricercatori indipendenti.

La misura del risultato primario è stata definita come la percentuale di pazienti che hanno raggiunto una risposta completa dopo otto settimane. Le misure dei risultati secondari sono state definite come la percentuale di pazienti che hanno raggiunto una risposta completa o parziale, a 8 e 12 settimane.

Il miglioramento osservato dal paziente è stato valutato ad ogni visita. I parametri demografici e le caratteristiche della malattia prima del trattamento sono stati paragonati tra i due gruppi. Il punteggio clinico netto (NCS) medio è progressivamente diminuito dal basale ad ogni visita di controllo, per entrambi i gruppi. Nel gruppo del clobetasolo, l'NCS medio è sceso da 8.00 ± 2.65 al basale fino a 2.00 ± 1.49 dopo 12 settimane. Nel gruppo del tacrolimus, l'NCS medio è sceso da 7.78 ± 3.25 al basale fino a 1.31 ± 1.06 dopo 12 settimane.

Ad ogni visita, il calo dell'NCS medio rispetto al basale è risultato statisticamente significativo (P < 0.05) in entrambi i gruppi. Sono stati raggiunti i tassi di risposta completa del 40% e 70%, rispettivamente, nel gruppo del clobetasolo e in quello del tacrolimus (P = 0.057). Le percentuali di pazienti che hanno riportato risposte terapeutiche "buone" o "molto buone" alla settimana 8 sono state del 74% nel gruppo del clobetasolo e nel 100% nel gruppo del tacrolimus (P > 0.05). Non sono stati riportati gravi effetti collaterali. Il tacrolimus in unguento allo 0.1% è una valida alternativa agli steroidi topici e può essere considerato come una terapia di prima linea per l'OLP.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Comparative efficacy of tacrolimus 0.1% ointment and clobetasol propionate 0.05% ointment in oral lichen planus: a randomized double-blind trial

Rivista: International Journal of Dermatology. doi: 10.1111/j.1365-4632.2012.05459.x

Autori: Sidharth Sonthalia, Archana Singal

Affiliazioni: Department of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases, University College of Medical Sciences and Guru Teg Bahadur Hospital, University of Delhi, Delhi, India

Abstract: 

Oral lichen planus (OLP) is a common disease of the oral mucosa with worldwide distribution and overall prevalence of 0.5–2.2%. Its etiology remains unclear, although the role of autoimmunity is supported by its association with other autoimmune diseases and the presence of auto-cytotoxic T cell clones in the lesions. Although many options for treating symptomatic OLP are available, no therapy is curative. This trial compared treatments with topical tacrolimus 0.1% ointment and topical clobetasol propionate 0.05% ointment. Forty patients with histologically proven symptomatic OLP were divided into two groups of 20 to receive clobetasol propionate (0.05%) ointment or tacrolimus (0.1%) ointment for eight weeks. Follow-up for all patients included three visits during the treatment course and one post-treatment visit. At each visit, objective improvement in the lesions was assessed by two independent investigators. The primary outcome measure was defined as the percentage of patients attaining complete response at eight weeks. Secondary outcome measures were the percentages of patients attaining complete or partial response at 8 and 12 weeks. Patient-observed improvement was evaluated at each visit. Demographic parameters and pretreatment disease characteristics were comparable between the groups. The mean net clinical score (NCS) declined progressively from baseline at each follow-up visit in both groups. In the clobetasol group, the mean NCS declined from 8.00 ± 2.65 at baseline to 2.00 ± 1.49 at 12 weeks. In the tacrolimus group, the mean NCS declined from 7.78 ± 3.25 at baseline to 1.31 ± 1.06 at 12 weeks. At each visit, the decline in mean NCS from baseline was statistically significant (P < 0.05) in both groups. Complete response rates of 40% and 70%, respectively, were achieved in the clobetasol and tacrolimus groups (P = 0.057). The percentages of patients reporting "good" or "very good" treatment responses at week 8 were 74% in the clobetasol group and 100% in the tacrolimus group (P > 0.05). No severe adverse events were reported. Tacrolimus 0.1% ointment is an effective alternative to topical steroid and may be considered as a first-line therapy in OLP.