link730 link731 link732 link733 link734 link735 link736 link737 link738 link739 link740 link741 link742 link743 link744 link745 link746 link747 link748 link749 link750 link751 link752 link753 link754 link755 link756 link757 link758 link759 link760 link761 link762 link763 link764 link765 link766 link767 link768 link769 link770 link771 link772 link773 link774 link775 link776 link777 link778 link779 link780 link781 link782 link783 link784 link785 link786 link787 link788 link789 link790 link791 link792 link793 link794 link795 link796 link797 link798 link799 link800 link801 link802 link803 link804 link805 link806 link807 link808 link809 link810 link811 link812 link813 link814 link815 link816 link817 link818 link819 link820 link821 link822 link823 link824 link825 link826 link827 link828 link829 link830 link831 link832 link833 link834 link835 link836 link837 link838 link839 link840 link841 link842 link843 link844 link845 link846 link847 link848 link849 link850 link851 link852 link853 link854 link855 link856 link857 link858 link859 link860 link861 link862 link863 link864 link865 link866 link867 link868 link869 link870 link871 link872 link873 link874 link875
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Il laser erbio-dopato ittrio-alluminio-granato, frazionato, a 2940nm e short-pulsed è efficace e minimamente invasivo per il trattamento della pelle danneggiata negli Asiatici

er-yagAnche se il laser frazionato ablativo è efficace e sicuro per la pelle del viso foto-danneggiata, ci sono stati solo pochi rapporti in merito all'efficacia e alla sicurezza dei trattamenti al laser Er:YAG frazionato, per la pelle del viso foto-danneggiata negli Asiatici.

OBIETTIVO:

Il nostro obiettivo è stato quello di valutare l'efficacia e la sicurezza del laser Er:YAG (2,940 nm) utilizzando la modalità di resurfacting frazionato "ablativo", per trattare la pelle del viso foto-danneggiata.

METODI:

Un totale di 29 pazienti coreani sono stati trattati, per la pelle del viso foto-danneggiata, con laser Er:YAG frazionato. Il numero dei trattamenti è stato in media di 2.3 sessioni ad intervalli di due settimane. Ricercatori indipendenti hanno valutato l'efficacia utilizzando fotografie standardizzate. È stato valutato anche il tasso di soddisfazione dei pazienti.

RISULTATI:

Per la dispigmentazione, il 62.5% dei pazienti trattati ha mostrato un miglioramento superiore al 26%. Per quanto riguarda le rughe, il 50% dei pazienti trattati ha mostrato un miglioramento superiore al 26%. Tutti i pazienti hanno mostrato vari gradi di miglioramento riguardo la lassità cutanea. Valutando le caratteristiche generali, il 62.5% dei soggetti dello studio ha mostrato un miglioramento superiore al 26%, e la maggior parte di essi (91.7%) ha riferito che il proprio tasso di soddisfazione soggettiva è stato al di sopra della "soddisfazione leggera". I tempi di inattività si sono aggirati intorno ad una settimana, nella maggior parte dei pazienti.

CONCLUSIONI:

Il laser Er:YAG frazionato è in grado di fornire un trattamento efficace e minimamente invasivo per la pelle del viso foto-danneggiata, negli Asiatici.

Storia della pubblicazione:

Titolo: A fractional 2,940 nm short-pulsed, erbium-doped yttrium aluminium garnet laser is effective and minimally invasive for the treatment of photodamaged skin in Asians.

Rivista: J Cosmet Laser Ther. 2012 Oct 11.

Autori: Lee HM, Haw S, Kim JE, Won CH, Lee MW, Choi JH, Chang SE, Kim YJ, Goo BL.

Affiliazioni: 

Abstract:

 BACKGROUND: Although ablative fractional laser for the facial photodamaged skin was effective and safe, there have been only limited reports regarding the efficacy and safety of fractional Er:YAG laser treatments for photodamaged facial skin in Asians.

OBJECTIVE:

Our objective was to assess the efficacy and safety of the Er:YAG laser (2,940 nm) using the "ablative" fractional resurfacing mode to treat photodamaged facial skin.

METHODS:

A total of 29 Korean patients were treated for photodamaged facial skin using a fractional Er:YAG laser. The number of treatment was mean 2.3 sessions at two-week intervals. Independent investigators assessed the efficacy using standardized photographs. The patients' satisfaction rate was also evaluated.

RESULTS:

For dyspigmentation, 62.5% of the treated patients showed improvement greater than 26%. Regarding wrinkles, 50% of the treated patients showed improvement greater than 26%. All patients showed various degrees of improvement in skin laxity. Assessing the overall features, 62.5% of the study subjects showed improvement greater than 26%, and most of them (91.7%) reported that their subjective satisfaction rate was above "slight satisfaction". Downtime accounted for approximately one week in most patients.

CONCLUSIONS:

A fractional Er:YAG laser can deliver an effective and minimally invasive treatment for photodamaged facial skin in Asians.

đăng ký iq option