link1168 link1169 link1170 link1171 link1172 link1173 link1174 link1175 link1176 link1177 link1178 link1179 link1180 link1181 link1182 link1183 link1184 link1185 link1186 link1187 link1188 link1189 link1190 link1191 link1192 link1193 link1194 link1195 link1196 link1197 link1198 link1199 link1200 link1201 link1202 link1203 link1204 link1205 link1206 link1207 link1208 link1209 link1210 link1211 link1212 link1213 link1214 link1215 link1216 link1217 link1218 link1219 link1220 link1221 link1222 link1223 link1224 link1225 link1226 link1227 link1228 link1229 link1230 link1231 link1232 link1233 link1234 link1235 link1236 link1237 link1238 link1239 link1240 link1241 link1242 link1243 link1244 link1245 link1246 link1247 link1248 link1249 link1250 link1251 link1252 link1253 link1254 link1255 link1256 link1257 link1258 link1259 link1260 link1261 link1262 link1263 link1264 link1265 link1266 link1267 link1268 link1269 link1270 link1271 link1272 link1273 link1274 link1275 link1276 link1277 link1278 link1279 link1280 link1281 link1282 link1283 link1284 link1285 link1286 link1287 link1288 link1289 link1290 link1291 link1292 link1293 link1294 link1295 link1296 link1297 link1298 link1299 link1300 link1301 link1302 link1303 link1304 link1305 link1306 link1307 link1308 link1309 link1310 link1311 link1312 link1313
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Valutazione dei pori del viso e della struttura della pelle dopo alcuni trattamenti con laser frazionato, non ablativo, a bassa energia e a 1440-nm

facial-poresIl laser frazionato non ablativo da 1440-nm crea delle microscopiche ferite termiche all'interno dell'epidermide e del derma e spesso viene usato in clinica per migliorare il tono, la consistenza e il colore della pelle.

Obiettivo

Abbiamo cercato di indagare l'uso di questo dispositivo per il trattamento dei pori facciali e per il miglioramento della struttura della pelle.

Metodi

Venti pazienti hanno ricevuto 6 trattamenti al più alto livello di energia sopportabile, eseguiti a distanza di 2 settimane l'uno dall'altro. Sono state eseguite le valutazioni fotografiche con il sistema di imaging VISIA-CR (Canfield Scientific Inc, New York, NY). È stato calcolato il punteggio di poro, che è la percentuale di superficie della pelle dove è possibile rilevare pori. Le misure soggettive (in una scala da 0 a 4) sono state registrate sia dal soggetto che dal ricercatore in relazione all'aspetto dei pori, alla struttura della pelle, e all'aspetto generale della pelle. Il disagio del trattamento è stato ottenuto dai pazienti (in una scala da 1 a 10).

Risultati

Dopo 6 trattamenti abbiamo notato una significativa riduzione nel punteggio di poro (P < .002). Il punteggio totale medio di poro, al basale, è stato di 2.059 ± 0.8 e dopo 2 settimane dal trattamento finale è stato di 1.700 ± 0.8, con una conseguente riduzione media del 17% nel punteggio di poro. I ricercatori di questo studio hanno riportato punteggi medi di 1,95 ± 0.3 per il miglioramento dell'aspetto dei pori e di 2.75 ± 0.2 per il miglioramento dell'aspetto generale (in scala 0-4). I soggetti hanno riportato dei punteggi medi di 1.9 ± 0.5 per il miglioramento dell'aspetto dei pori e di 2.85 ± 0.4 per il miglioramento dell'aspetto generale (in scala 0-4 scala). Il punteggio medio di disagio durante i trattamenti è stato di 4.6 ± 0.1 (scala 1-10). Non sono stati riportati gravi effetti avversi, né effetti collaterali di lunga durata.

Limitazioni

Le limitazioni dello studio sono state la piccola dimensione del campione dei soggetti e il follow-up limitato.

Conclusioni

Una serie di trattamenti con il laser frazionato non ablativo, a bassa energia e a 1440-nm sembrano essere sicuri ed efficaci per ridurre i pori rilevabili e per migliorare l'aspetto generale della pelle.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Evaluating facial pores and skin texture after low-energy nonablative fractional 1440-nm laser treatments

Rivista: Journal of the American Academy of Dermatology. Volume 68, Issue 1 , Pages 113-118, January 2013

Autori: Nazanin Saedi, Kathleen Petrell, Kenneth Arndt, Jeffrey Dover

Affiliazioni: SkinCare Physicians, Chestnut Hill, Massachusetts

Abstract: 

Background

The fractionated nonablative 1440-nm laser creates microscopic thermal wounds within the epidermis and the dermis and is used clinically to improve tone, texture, and color of skin.

Objective

We sought to investigate the use of this device to treat facial pores and to improve skin texture.

Methods

Twenty patients received 6 treatments at the highest tolerable energy level performed 2 weeks apart. Photographic assessments using the VISIA-CR (Canfield Scientific Inc, Fairfield, NJ) imaging system were performed. The pore score was calculated, which is the percentage of the skin surface that has detected pores. Subjective measurements (0-4 scale) were recorded by both the subject and investigator regarding pore appearance, skin texture, and overall skin appearance. Treatment discomfort was scored by patients (1-10 scale).

Results

After 6 treatments there was a significant reduction in pore score (P < .002). Total average pore score at baseline was 2.059 ± 0.8 and 2 weeks after the final treatment it was 1.700 ± 0.8, resulting in a 17% average reduction in pore score. Study investigators reported average scores being 1.95 ± 0.3 for improved pore appearance and 2.75 ± 0.2 for improved overall appearance (0-4 scale). Subjects noted average scores of 1.9 ± 0.5 for improvement of the appearance of pores and 2.85 ± 0.4 for improvement of overall appearance (0-4 scale). The average discomfort score during treatments was reported to be 4.6 ± 0.1 (1-10 scale). There were no serious adverse effects or long-term side effects.

Limitations

Small sample size and limited follow-up are study limitations.

Conclusions

A series of treatments with the nonablative low-energy fractional 1440-nm laser appears to be safe and effective for reducing detectable pores and improving overall skin appearance.