link438 link439 link440 link441 link442 link443 link444 link445 link446 link447 link448 link449 link450 link451 link452 link453 link454 link455 link456 link457 link458 link459 link460 link461 link462 link463 link464 link465 link466 link467 link468 link469 link470 link471 link472 link473 link474 link475 link476 link477 link478 link479 link480 link481 link482 link483 link484 link485 link486 link487 link488 link489 link490 link491 link492 link493 link494 link495 link496 link497 link498 link499 link500 link501 link502 link503 link504 link505 link506 link507 link508 link509 link510 link511 link512 link513 link514 link515 link516 link517 link518 link519 link520 link521 link522 link523 link524 link525 link526 link527 link528 link529 link530 link531 link532 link533 link534 link535 link536 link537 link538 link539 link540 link541 link542 link543 link544 link545 link546 link547 link548 link549 link550 link551 link552 link553 link554 link555 link556 link557 link558 link559 link560 link561 link562 link563 link564 link565 link566 link567 link568 link569 link570 link571 link572 link573 link574 link575 link576 link577 link578 link579 link580 link581 link582 link583
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

L'acido cogico confrontato con le sue combinazioni a base di idrochinone e betametasone valerato per il trattamento del melasma: uno studio r per valutare l'efficacia e la sicurezza

melasmaIl melasma è una condizione di ipermelanosi simmetrica, relativamente comune e caratterizzata da macule irregolari, di colore dal chiaro al grigio-marrone, che coinvolgono le aree esposte al sole. L'acido cogico, con il suo potenziale depigmentante dovuto all'inibizione e alla soppressione della melanogenesi da parte della tirosinasi, è diventato un componente vitale nell'armamentario dei dermatologi contro il melasma. Obiettivo:
Studiare e confrontare l'efficacia del solo acido cogico all'1%, e delle sue combinazioni separate con idrochinone al 2% o betametasone valerato allo 0.1% e con una combinazione di tutti e tre questi agenti, soffermandosi sulla durata dei sintomi e sul livello di pigmentazione.
Materiali e Metodi:
Ottanta pazienti provenienti da un unico centro terziario sono stati valutati oggettivamente calcolando l'indice di area e severità del melasma (MASI) e sono stati poi randomizzati (con randomizzazione semplice) in quattro gruppi paralleli (A, B, C, e D). Ai pazienti di ciascun gruppo è stata prescritta l'applicazione giornaliera (alla sera), secondo la seguente tabella (inoltre tutti i partecipanti erano all'oscuro dell'identità degli interventi): Gruppo A — acido cogico 1% in crema. Gruppo B — acido cogico 1% e idrochinone 2% in crema. Gruppo C — acido cogico 1% e betametasone valerato 0.1% in crema. Gruppo D — acido cogico 1%, idrochinone 2% e betametasone valerato 0.1% in crema. Durante il giorno è stata consigliata una rigida fotoprotezione e l'uso di una crema solare SPF 15. I pazienti sono stati valutati ogni 2 settimane e, alla fine del periodo di studio di 12 settimane, gli stessi ricercatori hanno calcolato il decremento del punteggio MASI.
Risultati:
La risposta è stata confrontata in base al decremento percentuale del punteggio MASI. È stata valutata l'efficacia tra i gruppi al termine dei 3 mesi utilizzando l'analisi bivariata ed il t-test per dati appaiati. L'efficacia clinica del gruppo B è stata la più alta, seguita da quella del gruppo D e del gruppo A, mentre quella del gruppo C è stata la più bassa.
Conclusione:
L'acido cogico in sinergia con l'idrochinone possiede delle proprietà depigmentanti superiori rispetto alle altre combinazioni.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Kojic acid vis-a-vis its combinations with hydroquinone and betamethasone valerate in melasma: A randomized, single blind, comparative study of efficacy and safety

Rivista: Indian Journal of Dermatology. doi: 10.4103/0019-5154.113940

Autori: Kirti S Deo, Kedar N Dash, Yugal K Sharma, Neha C Virmani, Chetan Oberai

Affiliazioni:Department of Dermatology, Padmashree Dr. D.Y. Patil Medical College and Hospital (Dr. D. Y Patil Vidyapeeth) Pimpri, Pune, India Grant Medical College, Sir J.J Hospital, Byculla, Mumbai, India

Abstract:
Background: Melasma is a relatively common, acquired symmetric hypermelanosis characterized by irregular light to gray-brown macules involving sun-exposed areas. Kojic acid, with its depigmenting potential due to tyrosinase inhibition and suppression of melanogenesis, has become a vital component of the dermatologists' armamentarium against melasma. Aim: To study and compare the efficacy of kojic acid 1% alone, vis-a-vis its separate combinations with 2% hydroquinone or 0.1% betamethasone valerate and a combination of all these three agents with respect to the duration of symptoms and level of pigmentation in the therapy of melasma. Materials and Methods: Eighty patients from a single tertiary care center objectively assessed by calculating the melasma area severity index (MASI) and randomized (simple randomization) into four parallel groups (A, B, C, and D) of 20 each were prescribed once daily local application at night, (participants blinded regarding the difference in identity of interventions), as follows: Group A — kojic acid 1% cream. Group B — kojic acid 1% and hydroquinone 2% cream. Group C — kojic acid 1% and betamethasone valerate 0.1% cream. Group D — kojic acid 1%, hydroquinone 2%, and betamethasone valerate 0.1% cream. Strict photoprotection and use of a SPF 15 sunscreen was advised during the day. Patients were evaluated every 2 weeks and a fall in MASI score was calculated at the end of the study period of 12 weeks by the same investigator. Results: The response was compared according to percentage decrease in MASI score. Efficacy was evaluated among the groups at the end of 3 months using bivariate analysis and calculated by using the paired 't' test. The clinical efficacy of group B was the highest followed closely by group D and group A, that of group C being the lowest. Conclusion: Kojic acid in synergy with hydroquinone is a superior depigmenting agent as compared with other combinations.

BP-PB