link730 link731 link732 link733 link734 link735 link736 link737 link738 link739 link740 link741 link742 link743 link744 link745 link746 link747 link748 link749 link750 link751 link752 link753 link754 link755 link756 link757 link758 link759 link760 link761 link762 link763 link764 link765 link766 link767 link768 link769 link770 link771 link772 link773 link774 link775 link776 link777 link778 link779 link780 link781 link782 link783 link784 link785 link786 link787 link788 link789 link790 link791 link792 link793 link794 link795 link796 link797 link798 link799 link800 link801 link802 link803 link804 link805 link806 link807 link808 link809 link810 link811 link812 link813 link814 link815 link816 link817 link818 link819 link820 link821 link822 link823 link824 link825 link826 link827 link828 link829 link830 link831 link832 link833 link834 link835 link836 link837 link838 link839 link840 link841 link842 link843 link844 link845 link846 link847 link848 link849 link850 link851 link852 link853 link854 link855 link856 link857 link858 link859 link860 link861 link862 link863 link864 link865 link866 link867 link868 link869 link870 link871 link872 link873 link874 link875
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Frazione stromale vascolare e fibrina ricca di piastrine come ausilio per il trapianto di tessuto adiposo autologo

stromal-vascular-fractionIl trapianto di tessuto adiposo autologo sta guadagnando rapidamente popolarità nell'ambito di risoluzione dei difetti a carico dei tessuti molli e della lipoatrofia, così come per i miglioramenti estetici (ad esempio, la ricostruzione o il ringiovanimento facciale).
Tuttavia, questa tecnica è ancora rudimentale e presenta alcuni gravi difetti tra cui la limitata adipogenesi e l'imprevedibilità a lungo termine del mantenimento di volume (a causa del riassorbimento di tessuto adiposo innestato).
Abbiamo ipotizzato che l'ausilio della frazione stromale vascolare (SVF) e della fibrina ricca di piastrine (PRF), provenienti entrambe dal paziente, potesse migliorare il risultato complessivo dell'innesto autologo di grasso.
Prima delle procedure chirurgiche sono state prodotte una SVF autologa — con un numero medio di cellulare pari a (4.8±3.79)×10⁷ cells/mL e una vitalità cellulare media del 71.8% — e una PRF autologa — con rilascio prolungato di molteplici fattori di crescita angiogenici -. Successivamente sono stati iniettati, per via sottocutanea, gli impianti di tessuto adiposo all'interno del padiglione auricolare di un coniglio secondo il seguente schema: 2 ml di granuli adiposi e 0.2 ml di soluzione salina normale (gruppo AG+NS); 2 mL di granuli adiposi e 0.2 mL di SVF (gruppo AG+SVF); 2 mL di granuli adiposi e 0.2 mL di PRF (gruppo AG+PRF); o 2 ml di granuli adiposi combinati con 0.1 mL di SVF e con 0.1 mL di PRF (gruppo AG+SVF+PRF). Gli esami istologici hanno dimostrato che i granuli adiposi si sono ben innestati nel gruppo AG+SVF+PRF, con una maggiore densità dei microvasi dopo 4 settimane dall'impianto rispetto agli altri tre gruppi (p<0.01)).
Ventiquattro settimane dopo l'impianto, i tassi di riassorbimento del tessuto impiantato per ciascun gruppo sono stati del 49.39%±9.47%, 27.25%±4.37%, 36.41%±8.47% e 17.37%±6.22% rispettivamente e inoltre sono stati significativamente differenti (p<0.01). I risultati hanno dimostrato che l'efficacia dell'impianto di tessuto adiposo può essere migliorata con l'utilizzo di PRF e SVF autologhe come coadiuvanti terapeutici, offrendo un'utile strategia per l'aumento e la ricostruzione dei tessuti molli.

Storia della pubblicazione:

Titolo: The adjuvant use of stromal vascular fraction and platelet-rich fibrin for autologous adipose tissue transplantation.

Rivista: Tissue Eng Part C Methods. 2013 Jan;19(1):1-14. doi: 10.1089/ten.TEC.2012.0126

Autori: Liu B, Tan XY, Liu YP, Xu XF, Li L, Xu HY, An R, Chen FM.

Affiliazioni:Department of Oral Biology, Fourth Military Medical University, Xi'an, Shaanxi, China.

Abstract:
Autologous adipose transplantation is rapidly gaining popularity for the restoration of soft tissue defects and lipoatrophy as well as for aesthetic improvements (e.g., facial reconstruction and rejuvenation). However, the current technique is crude that suffers from serious demerits, particularly the long-term unpredictability of volume maintenance due to resorption of the grafted adipose tissue and limited adipogenesis. We hypothesized that the adjuvant use of patient-derived adipose stromal vascular fraction (SVF) and platelet-rich fibrin (PRF) may enhance the overall outcome of autologous fat grafting in plastic and reconstructive surgery. Autologous SVF, with a mean cell number of (4.8±3.79)×10⁷ cells/mL and a mean cell viability of 71.8%, and autologous PRF, with sustained release of multiple angiogenic growth factors, were created before surgical use. The following adipose tissue implants were injected subcutaneously into a rabbit ear's auricula according to the following study design: 2 mL adipose granules and 0.2 mL normal saline solution (AG+NS group), 2 mL adipose granules and 0.2 mL SVF (AG+SVF group), 2 mL adipose granules and 0.2 mL PRF (AG+PRF group), or 2 mL adipose granules combined with 0.1 mL SVF and 0.1 mL PRF (AG+SVF+PRF group). Histological examinations showed that the implanted adipose granules were well engrafted in the AG+SVF+PRF group, with a higher microvessel density 4 weeks postimplantation compared with the other three groups (p<0.01). Twenty-four weeks postimplantation, the resorption rates of implanted tissue in each group were 49.39%±9.47%, 27.25%±4.37%, 36.41%±8.47%, and 17.37%±6.22%, respectively, and were significantly different (p<0.01). The results demonstrated that the efficacy of adipose tissue implantation can be enhanced by using autologous PRF and SVF as therapeutic adjuvants, offering a clinically translatable strategy for soft tissue augmentation and reconstruction.

BP-PB