link0 link1 link2 link3 link4 link5 link6 link7 link8 link9 link10 link11 link12 link13 link14 link15 link16 link17 link18 link19 link20 link21 link22 link23 link24 link25 link26 link27 link28 link29 link30 link31 link32 link33 link34 link35 link36 link37 link38 link39 link40 link41 link42 link43 link44 link45 link46 link47 link48 link49 link50 link51 link52 link53 link54 link55 link56 link57 link58 link59 link60 link61 link62 link63 link64 link65 link66 link67 link68 link69 link70 link71 link72 link73 link74 link75 link76 link77 link78 link79 link80 link81 link82 link83 link84 link85 link86 link87 link88 link89 link90 link91 link92 link93 link94 link95 link96 link97 link98 link99 link100 link101 link102 link103 link104 link105 link106 link107 link108 link109 link110 link111 link112 link113 link114 link115 link116 link117 link118 link119 link120 link121 link122 link123 link124 link125 link126 link127 link128 link129 link130 link131 link132 link133 link134 link135 link136 link137 link138 link139 link140 link141 link142 link143 link144 link145
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Patch test positivi al nichel/cobalto e alte concentrazioni di nichel nel sudore dei pazienti con dermatite atopica intrinseca

nickel-cobalt-patchLa dermatite atopica (AD) viene classificata in una forma, con alti livelli sierici di IgE e funzione di barriera compromessa, e nella forma intrinseca, con bassi livelli sierici di IgE e perfetta integrità di barriera. L'AD intrinseca mostra una minore frequenza di mutazioni di FLG e una maggiore frequenza di cellule Th1 circolanti, suggerendo che gli antigeni non proteici (rappresentati dai metalli) potrebbero essere un fattore di esacerbazione dell'AD intrinseca.

Obiettivo
Studiare l'allergia ai metalli nell'AD intrinseca.

Metodi
Sono stati inclusi nello studio 86 pazienti giapponesi con AD che si sono presentati in tre ospedali universitari: nel dettaglio, si è trattato di 55 pazienti con AD estrinseca e di 31 pazienti con AD intrinseca. Sono stati eseguiti i patch test concentrandosi sul nichel, sul cobalto e sul cromo, parallelamente ad altri 14 metalli. Sono state analizzate le mutazioni di FLG in 49 pazienti (29 soggetti con la forma estrinseca; 20 con la forma intrinseca). In 17 pazienti (12 estrinseci; 5 intrinseci), è stato raccolto anche un campione di sudore dagli avambracci così da misurare fluorometricamente la concentrazione del nichel.

Risultati
I metalli principalmente riscontrati sono stati il nichel, il cobalto e il cromo. L'AD intrinseca ha mostrato delle percentuali significativamente più elevate di reazioni positive rispetto all'AD estrinseca per quanto riguarda il nichel (41.9% per l'intrinseca rispetto al 16.4% dell'estrinseca, P = 0.019) e il cobalto (38.7% vs 10.9%, P = 0.005). Non c'è stata alcuna differenza significativa tra i pazienti portatori della mutazione di FLG e quelli senza. La concentrazione di nichel è stata più alta nel sudore di pazienti con AD intrinseca rispetto ai pazienti con AD estrinseca (333.8 vs 89.4 ng/g, P = 0.0005) e inversamente correlata con i livelli sierici di IgE.

Conclusioni
L'allergia al nichel e al cobalto potrebbe essere coinvolta nella forma di AD intrinseca. Infatti, dato che i metalli sono escreti attraverso il sudore, l'AD intrinseca potrebbe essere esacerbata dal sudore stesso che contiene alte concentrazioni di questi metalli.

Storia della pubblicazione:

Titolo: High frequencies of positive nickel/cobalt patch tests and high sweat nickel concentration in patients with intrinsic atopic dermatitis

Rivista: Journal of Dermatological Science. Volume 72, Issue 3 , Pages 240-245, December 2013

Autori: Hayato Yamaguchi, Rieko Kabashima-Kubo, Toshinori Bito, Jun-ichi Sakabe, Takatoshi Shimauchi, Taisuke Ito, Satoshi Hirakawa, Noriyasu Hirasawa, Koetsu Ogasawara, Yoshiki Tokura

Affiliazioni:Department of Dermatology, Hamamatsu University School of Medicine, Japan

Abstract:
Background Atopic dermatitis (AD) is classified into extrinsic AD with high serum IgE levels and impaired barrier, and intrinsic AD with low serum IgE levels and unimpaired barrier. Intrinsic AD has a lower frequency of FLG mutations and a higher frequency of circulating Th1 cells, implying that non-protein antigens, represented by metals, may be an exacerbation factor in intrinsic AD. Objective To investigate metal allergy in intrinsic AD. Methods Enrolled in this study were 86 Japanese AD patients seen in three university hospitals, consisting of 55 extrinsic and 31 intrinsic AD patients. Patch testing was performed, focusing on nickel, cobalt, and chrome, in parallel with other 14 metals. FLG mutations were analyzed in 49 patients (extrinsic, 29; intrinsic, 20). In 17 patients (extrinsic, 12; intrinsic, 5), sweat was collected from the forearms by exercise, and the concentration of nickel was fluorometrically measured. Results Nickel, cobalt, and chrome were the major positive metals. Intrinsic AD showed significantly higher percentages of positive reactions than extrinsic AD to nickel (intrinsic 41.9% vs extrinsic 16.4%, P = 0.019) and cobalt (38.7% vs 10.9%, P = 0.005). There was no significant difference between FLG mutation-bearing and non-bearing patients. The concentration of nickel was higher in the sweat of intrinsic AD than extrinsic AD patients (333.8 vs 89.4 ng/g, P = 0.0005) and inversely correlated with serum IgE levels. Conclusions Nickel and cobalt allergy may be involved in intrinsic AD. Given that the metals are excreted through sweat, intrinsic AD might be exaggerated by highly metal-containing sweat.