link584 link585 link586 link587 link588 link589 link590 link591 link592 link593 link594 link595 link596 link597 link598 link599 link600 link601 link602 link603 link604 link605 link606 link607 link608 link609 link610 link611 link612 link613 link614 link615 link616 link617 link618 link619 link620 link621 link622 link623 link624 link625 link626 link627 link628 link629 link630 link631 link632 link633 link634 link635 link636 link637 link638 link639 link640 link641 link642 link643 link644 link645 link646 link647 link648 link649 link650 link651 link652 link653 link654 link655 link656 link657 link658 link659 link660 link661 link662 link663 link664 link665 link666 link667 link668 link669 link670 link671 link672 link673 link674 link675 link676 link677 link678 link679 link680 link681 link682 link683 link684 link685 link686 link687 link688 link689 link690 link691 link692 link693 link694 link695 link696 link697 link698 link699 link700 link701 link702 link703 link704 link705 link706 link707 link708 link709 link710 link711 link712 link713 link714 link715 link716 link717 link718 link719 link720 link721 link722 link723 link724 link725 link726 link727 link728 link729
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Omocisteina ed altri fattori di rischio cardiovascolare nei pazienti con lichen planus

cardiovascular-risk-factorsDa alcuni anni sappiamo che l'infiammazione cronica gioca un ruolo importante nello sviluppo dei fattori di rischio cardiovascolare; in particolare, l'omocisteina (Hcy) e il fibrinogeno sono stati identificati come principali fattori di rischio indipendenti per la malattia cardiovascolare. Alcune ipotesi sostengono che il lichen planus possa essere strettamente correlato con la dislipidemia : infatti diverse citochine, coinvolte nella patogenesi del lichen planus, potrebbero spiegare la sua associazione con la dislipidemia stessa. Anche l'infiammazione cronica nel lichen planus è stata suggerita come componente della sindrome metabolica.

Obiettivo
Lo scopo di questo studio è stato quello di individuare un gruppo di fattori di rischio cardiovascolare nei pazienti con lichen planus. Pazienti e metodi Questo studio è stato condotto su 40 pazienti con lichen planus e su 40 soggetti di controllo sani. Tutti i pazienti e i controlli sono stati sottoposti ad un esame clinico. Attraverso il saggio di immunoassorbimento con enzima coniugato, sono stati misurati i livelli sierici di omocisteina, di fibrinogeno e della proteine C-reattiva ad alta sensibilità (hs-CRP). Inoltre, sono stati studiati i parametri della sindrome metabolica tra cui le misure antropometriche, il profilo lipidico, la glicemia e la pressione sanguigna.

Risultati
Rispetto ai controlli, i pazienti con lichen planus hanno mostrato un'associazione significativa con i parametri della sindrome metabolica (P < 0.001). L'omocisteina, il fibrinogeno e l'hs-CRP sierici sono risultati significativamente più elevati nei pazienti con lichen planus rispetto ai controlli (P < 0.001). L'omocisteina sierica è stata correlata sia con l'hs-CRP sierica che con il fibrinogeno sierico. Tuttavia, non c'è stata alcuna correlazione tra i livelli sierici di omocisteina e fibrinogeno e ogni altro parametro della sindrome metabolica, ad eccezione di una correlazione negativa tra il fibrinogeno e le lipoproteine ad alta densità (HDL).

Conclusione
In questo lavoro abbiamo scoperto che, rispetto ai controlli, i pazienti con lichen planus hanno marker più alti sia per quanto riguarda i fattori di rischio metabolico che cardiovascolare: ciò potrebbe essere dovuto all'infiammazione permanente.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Homocysteine and other cardiovascular risk factors in patients with lichen planus

Rivista: Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology. doi: 10.1111/jdv.12329

Autori: N. Saleh, N. Samir, H. Megahed, E. Farid

Affiliazioni:Department of Dermatology Faculty of Medicine, Cairo University, Cairo, Egypt Department of Biochemistry & Molecular Biology, National research center, Cairo, Egypt

Abstract:
Background Chronic inflammation was found to play an important role in the development of cardiovascular risk factors. Homocysteine (Hcy) and fibrinogen have been identified as a major independent risk factor for cardiovascular disease. Lichen planus is assumed to be closely related to dyslipidaemia. Several cytokines involved in lichen planus pathogenesis, could explain its association with dyslipidaemia. Also chronic inflammation with lichen planus has been suggested as a component of the metabolic syndrome. Objective The aim of this study was to detect a panel of cardiovascular risk factors in patients of lichen planus. Patients and methods This study was done on 40 patients of lichen planus and 40 healthy controls. All patients and controls were subjected to clinical examination. Serum levels of homocysteine, fibrinogen and high-sensitive C-reactive protein (hs-CRP) were measured by enzyme-linked immunosorbent assay technique (ELISA). Metabolic syndrome parameters including anthropometric measures, lipid profiles, blood sugar and blood pressure were studied. Results Patients with lichen planus showed significant association with metabolic syndrome parameters than controls (P < 0.001). Serum homocysteine, fibrinogen and hs-CRP were significantly higher in lichen planus patients than controls (P < 0.001). Serum homocysteine correlated with both serum hs-CRP and serum fibrinogen. However, there was no correlation between serum levels of homocysteine and fibrinogen with any metabolic syndrome criteria and related disorders except for a negative correlation of fibrinogen with high-density lipoprotein (HDL). Conclusion In the present work, patients with lichen planus were found to have higher makers of both metabolic and cardiovascular risk factors in relation to controls most probably due to long standing inflammation.