link584 link585 link586 link587 link588 link589 link590 link591 link592 link593 link594 link595 link596 link597 link598 link599 link600 link601 link602 link603 link604 link605 link606 link607 link608 link609 link610 link611 link612 link613 link614 link615 link616 link617 link618 link619 link620 link621 link622 link623 link624 link625 link626 link627 link628 link629 link630 link631 link632 link633 link634 link635 link636 link637 link638 link639 link640 link641 link642 link643 link644 link645 link646 link647 link648 link649 link650 link651 link652 link653 link654 link655 link656 link657 link658 link659 link660 link661 link662 link663 link664 link665 link666 link667 link668 link669 link670 link671 link672 link673 link674 link675 link676 link677 link678 link679 link680 link681 link682 link683 link684 link685 link686 link687 link688 link689 link690 link691 link692 link693 link694 link695 link696 link697 link698 link699 link700 link701 link702 link703 link704 link705 link706 link707 link708 link709 link710 link711 link712 link713 link714 link715 link716 link717 link718 link719 link720 link721 link722 link723 link724 link725 link726 link727 link728 link729
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Indice di melanina come valutazione dell'efficacia del laser Nd-Yag Q Switched da 1064 nm per il trattamento del nevo di Ota

nevus-of-OtaIl laser Q- switched granato di ittrio e alluminio dopato al neodimio (Q Switched Nd-Yag) è stato usato nel trattamento del nevo di Ota in tutti i tipi di pelle ottenendo un tasso di successo variabile; ma mancano ancora dati affidabili sulla base di un parametro di valutazione oggettivo.



Obiettivo:
Studiare l'utilità dell'indice di melanina nella valutazione della risposta al trattamento e determinare anche l'efficacia e la sicurezza del laser Q Switched Nd-Yag (da 1064-nm) per il trattamento del nevo di Ota su tipi di pelle IV e V secondo Fitzpatrick.

Materiali e metodi:
Sono stati studiati 35 pazienti trattati con laser Nd-Yag. Il miglioramento oggettivo (riduzione del pigmento) è stato determinato in base all'indice di melanina in due punti fissi: A1, due centimetri sotto la pupilla a livello della linea pupillare media (con sguardo fisso); A2, la parte più prominente dello zigomo. L'indice di melanina in queste due aree è stato registrato come M1 e M2, rispettivamente. Inoltre, è stato determinato il miglioramento clinico personale attraverso il punteggio di valutazione globale del paziente e del medico.

Risultati:
Gli indici di melanina al basale M1 e M2 sono stati di 59.54 ± 9.72 e di 59.02 ± 9.16, rispettivamente. All'ultima visita, i punteggi medi M1 e M2 sono diminuiti a 53.8 ± 8.55 (P < 0.001) e a 54.13 ± 6.01 (P < 0.001), rispettivamente. Il punteggio di valutazione globale del paziente e del medico ha mostrato che 26 pazienti (74.3%) e altri 20 (57.14%), rispettivamente, hanno avuto una riduzione del pigmento > 50%.

Conclusione:
L'indice di melanina, un parametro semplice e non invasivo, si dimostra utile per valutare la risposta al trattamento in modo più obiettivo. Inoltre, il laser Q-switched Nd-Yag da 1064-nm offre un buon miglioramento nei pazienti con nevo di Ota e tipi di pelle IV/V.

 

Storia della pubblicazione:

Titolo: Melanin index in assessing the treatment efficacy of 1064 nm Q switched Nd-Yag laser in nevus of Ota

Rivista: Journal of Cutaneous and Aesthetic Surgery

Autori: Gomathy Sethuraman, Vinod K Sharma, Vishnubhatla Sreenivas

Affiliazioni:Department of Dermatology, All India Institute of Medical Sciences, New Delhi, India Department of Biostatistics, All India Institute of Medical Sciences, New Delhi, India

Abstract:
Background: Q- switched neodymium-yttrium aluminium-garnet (Q switched Nd-Yag) laser has been used in the treatment of nevus of Ota in all skin types with variable success rate. Data with an objective assessment parameter to this laser treatment is lacking. Objective: To evaluate the utility of melanin index in assessing the treatment response and also determine the efficacy and safety of the Q-switched Nd-Yag laser (1064- nm) in the treatment of nevus of Ota in Fitzpatrick skin types IV and V. Materials and Methods: A total of 35 patients treated with Nd-Yag laser were studied. The objective improvement (pigment clearance) was determined by melanin index from two fixed points: A1, 2 cm below the pupil at the mid pupillary line (when the gaze is fixed); A2, the most prominent part of zygoma. The melanin index in these two areas was recorded as M1 and M2, respectively. The subjective clinical improvement was determined by the physician and the patient global assessment score. Results: The mean baseline melanin indices M1 and M2 were 59.54 ± 9.72 and 59.02 ± 9.16, respectively. At the last visit the mean M1 and M2 decreased to 53.8 ± 8.55 (P < 0.001) and 54.13 ± 6.01 (P < 0.001), respectively. Patient and the physician global assessment score showed that 26 (74.3%) and 20 (57.14%) patients, respectively, had >50% pigment clearance. Conclusion: The melanin index, a simple non-invasive parameter is useful in assessing the treatment response more objectively. The 1064-nm Q-switched Nd-Yag laser offers good improvement in patients with nevus of Ota in darker skin types IV/V.