link730 link731 link732 link733 link734 link735 link736 link737 link738 link739 link740 link741 link742 link743 link744 link745 link746 link747 link748 link749 link750 link751 link752 link753 link754 link755 link756 link757 link758 link759 link760 link761 link762 link763 link764 link765 link766 link767 link768 link769 link770 link771 link772 link773 link774 link775 link776 link777 link778 link779 link780 link781 link782 link783 link784 link785 link786 link787 link788 link789 link790 link791 link792 link793 link794 link795 link796 link797 link798 link799 link800 link801 link802 link803 link804 link805 link806 link807 link808 link809 link810 link811 link812 link813 link814 link815 link816 link817 link818 link819 link820 link821 link822 link823 link824 link825 link826 link827 link828 link829 link830 link831 link832 link833 link834 link835 link836 link837 link838 link839 link840 link841 link842 link843 link844 link845 link846 link847 link848 link849 link850 link851 link852 link853 link854 link855 link856 link857 link858 link859 link860 link861 link862 link863 link864 link865 link866 link867 link868 link869 link870 link871 link872 link873 link874 link875
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Influenza dei trattamenti sulla prognosi del lichen sclerosus vulvare: fatti e controversie

vulvar-lichen-sclerosusIl lichen sclerosus (LS) è una dermatosi infiammatoria con una predilezione per la cute anogentiale.
L'LS vulvare rappresenta una malattia debilitante che può determinare prurito e dolore, potendo portare anche all'atrofia, alla cicatrizzazione e ad una significativa compromissione funzionale.
Recentemente sono stati fatti molti progressi riguardo l'eziologia e la storia naturale della malattia; tuttavia c'è ancora un ampio dibattito sulla gestione medica e chirurgica più vantaggiosa per questo disturbo.

Nel tentativo di fornire una panoramica sulla letteratura dell'LS vulvare, saranno discusse le seguenti tre questioni: (1) trattamento ottimale della malattia, (2) teorie dietro l'oncogenicità di LS e trattamenti per minimizzarne la malignità, infine (3) valore del trattamento chirurgico per LS. I corticosteroidi topici ultra potenti (TSCs) rappresentano il trattamento di prima linea per l'LS vulvare, mentre gli inibitori topici della calcineurina (TCIs) rimangono gli agenti di seconda linea per i pazienti in cui il trattamento con TCS non ha portato alla completa risoluzione o in cui si sono verificati eventi avversi.
A causa della natura recidivante della malattia, è spesso necessario mantenete la terapia per lungo tempo.
Inoltre, i recenti progressi hanno aiutato a comprendere l'associazione tra l'LS e il carcinoma a cellule squamose (SCC).

Sebbene non sia ancora noto l'esatto meccanismo alla base dell'SCC associato all'LS, si pensa che la disregolazione immunitaria e l'infiammazione possano svolgere un ruolo importante; quindi, il trattamento di successo per LS dovrebbe essere rivolto alla riduzione dei sintomi e all'inversione dei cambiamenti istopatologici sottostanti.
In ultima analisi confermiamo che i pazienti con malignità associata a LS, così come i pazienti che necessitano di correzione dei processi cicatriziali funzionalmente restrittivi, possono essere sottoposti con successo ad intervento chirurgico con conservazione tissutale.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Influence of treatments on prognosis for vulvar lichen sclerosus: Facts and controversies

Rivista: Clinics in Dermatology. Volume 31, Issue 6 , Pages 780-786, November 2013. doi:10.1016/j.clindermatol.201 3.05.017

Autori: Brooks Brodrick, Zoe R. Belkin, Andrew T. Goldstein

Affiliazioni:The Centers for Vulvovaginal Disorders, Washington Circle NW, Washington DC , USA

Abstract:
Lichen sclerosus (LS) is an inflammatory dermatosis with a predilection for the anogential skin. Vulvar LS can be a debilitating disease, causing pruritus and pain, and it carries the potential for atrophy, scarring, and significant functional impairment. Recently, many advances have been made regarding the etiology and natural history of the disease process; however, much debate still exists regarding the most advantageous medical and surgical management of this disorder. In an effort to provide a comprehensive review on current vulvar LS literature, the following three controversies will be discussed: (1) optimal disease treatment, (2) theories behind LS's oncogenicity and treatments for minimizing malignancy, and (3) the value of surgical treatment for LS. Ultra-potent topical corticosteroids (TCSs) are the first-line treatment for vulvar LS, while topical calcineurin inhibitors (TCIs) remain second-line agents for patients for whom TCS treatment resulted in incomplete resolution of symptoms or adverse events. Due to the relapsing nature of the disease, long-term maintenance therapy is often required. In addition, recent advances have contributed to the understanding of the association between LS and squamous cell carcinoma (SCC). While the exact mechanism responsible for LS-associated SCC is not known, immune dysregulation and inflammation may play an important role; therefore, successful treatment of LS should be directed towards alleviation of symptoms and reversal of the underlying histopathologic changes. Patients with LS- associated malignancy, as well as patients who need correction of functionally restrictive, scarring processes, can successfully undergo surgical intervention with tissue conservation.