link730 link731 link732 link733 link734 link735 link736 link737 link738 link739 link740 link741 link742 link743 link744 link745 link746 link747 link748 link749 link750 link751 link752 link753 link754 link755 link756 link757 link758 link759 link760 link761 link762 link763 link764 link765 link766 link767 link768 link769 link770 link771 link772 link773 link774 link775 link776 link777 link778 link779 link780 link781 link782 link783 link784 link785 link786 link787 link788 link789 link790 link791 link792 link793 link794 link795 link796 link797 link798 link799 link800 link801 link802 link803 link804 link805 link806 link807 link808 link809 link810 link811 link812 link813 link814 link815 link816 link817 link818 link819 link820 link821 link822 link823 link824 link825 link826 link827 link828 link829 link830 link831 link832 link833 link834 link835 link836 link837 link838 link839 link840 link841 link842 link843 link844 link845 link846 link847 link848 link849 link850 link851 link852 link853 link854 link855 link856 link857 link858 link859 link860 link861 link862 link863 link864 link865 link866 link867 link868 link869 link870 link871 link872 link873 link874 link875
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Vitiligine, NB-UVB e tacrolimus: la nostra esperienza a Napoli

Vitiligo-10L'obiettivo di questo studio è stato quello di valutare l'efficacia e la sicurezza degli UVB a banda stretta (NB- UVB) rispetto all'unguento di tacrolimus allo 0.1% nei pazienti con vitiligine bilaterale.

Metodi:
In questo studio comparativo, sono stati scelti a caso quattro gruppi di pazienti. Ogni gruppo era composto da 12 pazienti con vitiligine bilaterale: ciascun paziente è stato irradiato con gli NB-UVB (lunghezza: 311 nm) due volte a settimana per 9 mesi e, durante lo stesso periodo, gli è stato indicato di applicare un unguento al tacrolimus 0.1% due volte al giorno sull'altra zona. È stata eseguita una valutazione clinica e fotografica della percentuale di ripigmentazione prima di iniziare la terapia e dopo 3, 6 e 9 mesi della stessa. I pazienti hanno compilato anche il questionario sull'Indice Dermatologico della Qualità di Vita.

Risultati:
Dopo 36 settimane di trattamento con unguento al tacrolimus 0.1%, è stata ottenuta una ripigmentazione almeno parziale nel 71% dei pazienti; nell'interno campione, 14 pazienti (29%) non hanno mostrato alcuna ripigmentazione, e 2 di loro hanno sospeso la terapia a causa degli effetti collaterali (eritema e manifestazioni simili alla follicolite). Dopo 36 settimane di trattamento con NB-UVB, è stata ottenuta una ripigmentazione omogenea almeno parziale nel 69% dei pazienti; in tutto il campione, 15 pazienti (31%) non hanno mostrato alcuna ripigmentazione e 1 di loro ha dovuto sospendere la terapia a causa degli effetti collaterali.

Conclusioni:
Il presente studio ha confermato che l'efficacia della fototerapia con NB-UVB nella vitiligine è paragonabile alla terapia con tacrolimus 0.1% in unguento; pertanto, esso rappresenta una valida alternativa alla terapia con NB-UVB per il trattamento della vitiligine.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Vitiligo, NB-UVB and tacrolimus: our experience in Naples.

Rivista: G Ital Dermatol Venereol. 2014 Feb;149(1):123- 30.

Autori: Baldo A, Lodi G, Di Caterino P, Monfrecola G.

Affiliazioni:Section of Clinical, Allergological and Venerological Dermatology Department of Clinical Medicin and Surgery University of Naples Federico II, Naples, Italy

Abstract:
Aim: The aim of the present study was to evaluate the efficacy and safety of narrowband UVB (NB- UVB) compared with tacrolimus ointment 0.1% in patients with bilateral vitiligo. Methods: In this comparative study, four groups of patients were randomized. Each group was composed by 12 patients with bilateral vitiligo; in each group, every patient was irradiated with NB-UVB (length: 311 nm) twice a week for 9 months and applied tacrolimus ointment 0.1% twice a day on the other area in the same period. Before starting therapy and after 3, 6 and 9 months of therapy, a clinical and photographic evaluation of percentage of repigmentation was performed and Dermatology Life Quality Index Questionnaire was fulfilled. Results: A repigmentation at least partial occurred in 71% of patients after 36 weeks of treatment with tacrolimus ointment 0.1%; in the whole sample, 14 patients (29%) showed no repigmentation at all, with 2 of them discontinuing the therapy because of side effects (erythema and folliculitis- like manifestations). A homogeneous repigmentation at least partial occurred in 69% of patients after 36 weeks of treatment with NB-UVB; in the whole sample 15 patients (31%) showed no repigmentation at all, with 1 of them discontinuing the therapy because of side effects. Conclusion: The present study confirmed that the efficacy of NB-UVB phototherapy in vitiligo is comparable to tacrolimus ointment 0.1% therapy. On the basis of our study, we may suggest tacrolimus ointment 0.1% as an alternative to NB-UVB therapy for treating vitiligo.

BP-PB