link146 link147 link148 link149 link150 link151 link152 link153 link154 link155 link156 link157 link158 link159 link160 link161 link162 link163 link164 link165 link166 link167 link168 link169 link170 link171 link172 link173 link174 link175 link176 link177 link178 link179 link180 link181 link182 link183 link184 link185 link186 link187 link188 link189 link190 link191 link192 link193 link194 link195 link196 link197 link198 link199 link200 link201 link202 link203 link204 link205 link206 link207 link208 link209 link210 link211 link212 link213 link214 link215 link216 link217 link218 link219 link220 link221 link222 link223 link224 link225 link226 link227 link228 link229 link230 link231 link232 link233 link234 link235 link236 link237 link238 link239 link240 link241 link242 link243 link244 link245 link246 link247 link248 link249 link250 link251 link252 link253 link254 link255 link256 link257 link258 link259 link260 link261 link262 link263 link264 link265 link266 link267 link268 link269 link270 link271 link272 link273 link274 link275 link276 link277 link278 link279 link280 link281 link282 link283 link284 link285 link286 link287 link288 link289 link290 link291
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Persistenza dei corneodesmosomi ed espressione aumentata di inibitori delle proteasi nei soggetti con forfora

dandruffLa forfora è una comune condizione recidivante del cuoio capelluto che mette a disagio il soggetto e che colpisce una gran parte della popolazione mondiale. Si pensa che la comparsa di fiocchi sul cuoio capelluto e sulla linea dei capelli, ma anche il prurito, possano essere una conseguenza del danneggiamento della barriera cutanea, dell'alterata coesione da parte dei corneociti e dell'anomala desquamazione tipici della forfora. L'equilibrio tra le proteasi cutanee e gli inibitori delle proteasi è essenziale per guidare gli eventi chiave — tra cui la degradazione dei corneodesmosomi — nel processo di desquamazione e nel mantenere l'integrità di barriera dello strato corneo (SC).

Obiettivo
Lo scopo di questo studio è stato quello di indagare la distribuzione dei corneodesmosomi, una componente chiave della coesività dell'SC e della funzione di barriera, nonché degli inibitori della proteasi come l'Inibitore Linfoepiteliale Kazal Tipo-1 (LEKTI-1) e l'Antigene del Carcinoma Squamocellulare (SCCA1) nel cuoio capelluto di soggetti con forfora.

Metodi
I metodi utilizzati sono stati l'immunoistochimica, la microscopia elettronica a immuno-scansione, la microscopia a contrasto di fase, il western blotting e il saggio sull'attività della serina proteasi sull'SC ottenuto con tape-stripping o biopsie di pelle del cuoio capelluto.

Risultati
Nei campioni SC di soggetti sani, i corneodesmosomi erano situati perifericamente nei corneociti. Nei campioni delle lesioni con forfora, i corneodesmosomi erano situati sia perifericamente che sull'intera superficie dei corneociti. Inoltre, nei campioni lesionali, sono stati trovati dei valori aumentati di LEKTI-1 e SCCA1, nonché della paracherotosi.

Conclusioni
I nostri risultati indicano che la persistenza di corneodesmosomi non periferici è una caratteristica dell'alterata desquamazione visibile nei soggetti con forfora. L'osservazione di una maggiore espressione di LEKTI-1 e SCCA1 è coerente con l'ipotesi che la forfora è caratterizzata da uno squilibrio dell'interazione tra proteasi e inibitori delle proteasi all'interno dell'SC.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Retention of corneodesmosomes and increased expression of protease inhibitors in dandruff

Rivista: British Journal of Dermatology. doi: 10.1111/bjd.13111

Autori: B. Singh, M. Haftek e C.R. Harding

Affiliazioni:Unilever Research & Development, Port Sunlight, Bebington, United Kingdom University of Lyon , EA “Fundamental, clinical and therapeutic aspects of the skin barrier function”, SFR Lyon-Est Santé INSERM US — CNRS UMS , Lyon, France

Abstract:
Background Dandruff is a common, relapsing, and uncomfortable scalp condition affecting a large proportion of the global population. The appearance of flakes on the scalp and in the hair line, and itch are thought to be a consequence of damaged skin barrier, altered corneocyte cohesion and abnormal desquamation in dandruff. The balance between skin proteases and protease inhibitors is essential for driving the key events including corneodesmosome degradation in the desquamation process and to maintain stratum corneum (SC) barrier integrity. Objective The aim of this study was to investigate the distribution of corneodesmosomes, the key component of the SC cohesivity and barrier function, and protease inhibitors Lymphoepithelial Kazal Type Inhibitor-1 (LEKTI-1) and Squamous Cell Carcinoma Antigen (SCCA1) in the scalp of dandruff-affected subjects. Methods The methods utilised were immunohistochemistry, immuno-scanning electron microscopy, phase-contrast microscopy, western blotting and serine protease activity assay on tape-stripped SC or scalp skin biopsies. Results In SC samples from healthy subjects, corneodesmosomes were peripherally located in the corneocytes. In samples of dandruff lesions, corneodesmosomes were located both peripherally and on the entire surface area of the corneocytes. LEKTI-1 and SCCA1 protein levels, and parakeratosis were found to be highly elevated in the lesional samples. Conclusions Our findings indicate that the persistence of non-peripheral corneodesmosomes is a characteristic feature of the perturbed desquamation seen in dandruff. The observations of increased expression of LEKTI-1 and SCCA1 are consistent with the view that the dandruff condition is characterised by an imbalance in protease/protease inhibitor interaction in the SC.

BP-PB