link584 link585 link586 link587 link588 link589 link590 link591 link592 link593 link594 link595 link596 link597 link598 link599 link600 link601 link602 link603 link604 link605 link606 link607 link608 link609 link610 link611 link612 link613 link614 link615 link616 link617 link618 link619 link620 link621 link622 link623 link624 link625 link626 link627 link628 link629 link630 link631 link632 link633 link634 link635 link636 link637 link638 link639 link640 link641 link642 link643 link644 link645 link646 link647 link648 link649 link650 link651 link652 link653 link654 link655 link656 link657 link658 link659 link660 link661 link662 link663 link664 link665 link666 link667 link668 link669 link670 link671 link672 link673 link674 link675 link676 link677 link678 link679 link680 link681 link682 link683 link684 link685 link686 link687 link688 link689 link690 link691 link692 link693 link694 link695 link696 link697 link698 link699 link700 link701 link702 link703 link704 link705 link706 link707 link708 link709 link710 link711 link712 link713 link714 link715 link716 link717 link718 link719 link720 link721 link722 link723 link724 link725 link726 link727 link728 link729
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Un confronto tra il laser Q-switched 1064 nm Nd:YAG e la luce pulsata intensa per il ringiovanimento non ablativo nel modello di ratto

nonablative-rejuvenationObiettivo: Per il ringiovanimento cutaneo non ablativo sono stati usati una varietà di laser e di trattamenti IPL con continui progressi; tuttavia, non sono stati ancora completamente compresi i loro meccanismi di lavoro e la strategia di applicazione clinica.

 

Materiali e metodi:

I ratti sono stati divisi in tre gruppi e irradiati con il laser Q-switched 1064 nm Nd:YAG e con IPL. Sono stati usati l'analisi dell'immagine, il metodo colorimetrico chimico, e la real-time PCR (RT-PCR) per rilevare lo spessore dermico, l'idrossiprolina, e l'espressione di mRNA procollagene III, rispettivamente, e in momenti di tempo sequenziali dopo l'irradiazione. Inoltre, sono state osservate le variazioni ultra-strutturali della pelle di ratto mediante TEM, dopo 3 settimane dall'irradiazione.

Risultati:

Il trattamento a due luci ha contribuito ad aumentare lo spessore dermico, il contenuto di idrossiprolina, l'espressione di mRNA procollagene III, e la disposizione densa del collagene. L'effetto della sintesi e del rimodellamento del collagene potrebbe durare per almeno 3 mesi dopo il trattamento, e il gruppo con YAG è in questo più efficiente rispetto al gruppo IPL. Le espressioni di mRNA procollagene di tipo III hanno raggiunto il massimo livello dopo 2 settimane.

Conclusione:

L'effetto combinato di luci diverse dipende dalla lunghezza d'onda e dalla profondità di penetrazione; inoltre, il miglior intervallo di trattamento delle due tipologie di luce, per il ringiovanimento cutaneo non ablativo su pelle di ratto, è stato di 2 settimane.

Storia della pubblicazione:

Titolo: A comparison of Q-switched 1064 nm Nd:YAG laser and intense pulsed light in the nonablative rejuvenation on rat model

Rivista: February 5, 2013. (doi:10.3109/14764172.2012.758373)

Autori: Hua Zhong , Weiyuan Ma , Daxing Cai & Qing Sun

Affiliazioni:Department of Dermatology, Qilu Hospital, Shandong University, Shandong, P. R. China

Abstract:
Background and objective: A variety of laser and IPL treatments with continued progress have been applied for nonablative skin rejuvenation; however, the complete understanding of working mechanisms and clinical appliance strategy is not clear.Materials and methods: The rats were divided into three groups and irradiated with Q-switched 1064 nm Nd:YAG laser and IPL. Image analysis, chemical colorimetry method, and real-time PCR (RT-PCR) were used to detect the dermal thickness, hydroxyproline, and the expression of III procollagen mRNA, respectively, at sequential time points following irradiation. In addition, the ultra-structure changes of rat skin were observed by TEM at 3 weeks after irradiation.Results: Two-light treatment contributed to increase in the dermal thickness, the hydroxyproline contents and the expression of III procollagen mRNA, and the dense arrangement of collagen. The effect of collagen synthesis and remodeling could last for at least 3 months after treatment, and the YAG group is more efficient than the IPL group. The expressions of procollagen type III mRNA reached peak level at 2 weeks.Conclusion: The effect of different lights depends on the wavelength and the penetrated depth; the best referential treatment interval of two kinds of lights for nonablative skin rejuvenation on rat skin is 2 weeks.