link146 link147 link148 link149 link150 link151 link152 link153 link154 link155 link156 link157 link158 link159 link160 link161 link162 link163 link164 link165 link166 link167 link168 link169 link170 link171 link172 link173 link174 link175 link176 link177 link178 link179 link180 link181 link182 link183 link184 link185 link186 link187 link188 link189 link190 link191 link192 link193 link194 link195 link196 link197 link198 link199 link200 link201 link202 link203 link204 link205 link206 link207 link208 link209 link210 link211 link212 link213 link214 link215 link216 link217 link218 link219 link220 link221 link222 link223 link224 link225 link226 link227 link228 link229 link230 link231 link232 link233 link234 link235 link236 link237 link238 link239 link240 link241 link242 link243 link244 link245 link246 link247 link248 link249 link250 link251 link252 link253 link254 link255 link256 link257 link258 link259 link260 link261 link262 link263 link264 link265 link266 link267 link268 link269 link270 link271 link272 link273 link274 link275 link276 link277 link278 link279 link280 link281 link282 link283 link284 link285 link286 link287 link288 link289 link290 link291
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Il passaggio dalla E- alla N-caderina nel melanoma è associato ad una ridotta espressione di PTEN e ad un rallentamento nella progressione del cancro

melanoma12È ormai un'opinione accettata che il cambiamento delle caderine nel melanoma, con la perdita di E-caderina e la sovra-regolazione di N- caderina, stia alla base del distacco delle cellule del melanoma dall'epidermide, e che promuova l'invasione cutanea e vascolare da parte dello stesso melanoma. Inoltre, il soppressore tumorale PTEN è stato suggerito come potenziale regolatore di questo cambiamento delle caderine.

 

Obiettivi

Studiare le implicazioni cliniche e biologiche del cambiamento delle caderine e dell'espressione di PTEN, nella progressione del melanoma.

Metodi

Abbiamo costruito microarrays tissutali da campioni di tumore primario, provenienti da 393 melanomi fissati in formalina e inclusi in paraffina, diagnosticati tra il 2001 e il 2006. Il follow- up medio è stato di dieci anni. Con l'immunoistochimica per E-caderina, N-caderina e PTEN sono state colorate le sezioni dei microarray di tessuto, e poi sono state analizzate le loro espressioni in modo semi-quantitativo.

Risultati

Lo spessore di Breslow è stato fortemente correlato con la ridotta/assente espressione di PTEN (p<0.0001), con la bassa espressione di E-caderina (p<0.0001), con l'alta espressione di N-caderina (p<0.0001) e con la combinazione di una bassa espressione di E-caderina e una alta di N-caderina (profilo di cambiamento delle caderine; p=0.001). È stata trovata una significativa associazione tra l'espressione ridotta/assente di PTEN e la presenza del profilo di cambiamento delle caderine (p=0.03).

All'analisi univariata, una bassa espressione di E-caderina ha preannunciato che la sopravvivenza libera da recidiva (p=0.04), la sopravvivenza melanoma-specifica (p=0.03) e quella libera da metastasi a distanza (p=0.01) sarebbero state complessivamente negative; l'espressione ridotta/assente di PTEN ha preannunciato una sopravvivenza libera da recidiva (p=0.005) generalmente negativa; mentre il profilo di cambiamento delle caderine ha preannunciato una sopravvivenza melanoma-specifica (p=0.03) e una sopravvivenza libera da metastasi a distanza (p=0.01) che nel complesso sarebbero state negative.

All'analisi multivariata, il profilo di cambiamento delle caderine ha rappresentato un marcatore prognostico indipendente della sopravvivenza melanoma-specifica (p=0.04) e della sopravvivenza libera da metastasi a distanza (p=0.02).

Conclusioni

Nel melanoma, il cambiamento delle caderine e l'espressione ridotta/assente di PTEN sono associati così che entrambi i fattori potrebbero giocare un ruolo importante nella progressione del melanoma.

Storia della pubblicazione:

Titolo: E- to N-cadherin switch in melanoma is associated with decreased expression of PTEN and cancer progression

Rivista: British Journal of Dermatology. doi: 10.1111/bjd.12426

Autori: J. Lade-Keller, R. Riber- Hansen, P. Guldberg, H. Schmidt, S.J. Hamilton-Dutoit, T. Steiniche

Affiliazioni:Institute of Pathology, Aarhus University Hospital, Aarhus, Denmark Institute of Cancer Biology, Danish Cancer Society, Copenhagen, Denmark Department of Oncology, Aarhus University Hospital, Aarhus, Denmark

Abstract:
Background

Cadherin switch in melanoma, with loss of E-cadherin and up-regulation of N-cadherin, is believed to underlie melanoma cell detachment from the epidermis and promotion of dermal and vascular melanoma invasion. The tumour suppressor PTEN has been suggested as a potential regulator of this cadherin switch.

Objectives

To study the biological and clinical implications of cadherin switch and PTEN expression in melanoma progression.

Methods

We constructed tissue microarrays from primary tumour samples from 393 formalin-fixed paraffin-embedded melanomas diagnosed between 2001 and 2006. Median follow-up was ten years. Tissue microarray sections were stained by immunohistochemistry for E-cadherin, N-cadherin, and PTEN, and expression was analysed semi-quantitatively.

Results

Breslow thickness correlated strongly with reduced/absent PTEN expression (p<0.0001), low E-cadherin expression (p<0.0001), high N-cadherin expression (p<0.0001) and the combination of low E-cadherin and high N-cadherin expression (cadherin switch profile; p=0.001). There was a significant association between reduced/absent PTEN expression and the presence of the cadherin switch profile (p=0.03).

In univariate analyses, a low E-cadherin expression significantly predicted an adverse overall-relapse-free (p=0.04), melanoma-specific (p=0.03), and distant-metastasis-free (p=0.01) survival; reduced/absent PTEN predicted an adverse overall-relapse-free survival (p=0.006), and the cadherin switch profile predicted an adverse melanoma-specific (p=0.005), and distant-metastasis-free (p=0.01) survival.

In multivariate analysis, the cadherin switch profile was an independent prognostic marker of melanoma-specific (p=0.04) and distant-metastasis-free survival (p=0.02).

Conclusions

Cadherin switch and reduced/absent PTEN expression are associated in melanoma, and both factors may play important roles in the progression of melanoma.