link1606 link1607 link1608 link1609 link1610 link1611 link1612 link1613 link1614 link1615 link1616 link1617 link1618 link1619 link1620 link1621 link1622 link1623 link1624 link1625 link1626 link1627 link1628 link1629 link1630 link1631 link1632 link1633 link1634 link1635 link1636 link1637 link1638 link1639 link1640 link1641 link1642 link1643 link1644 link1645 link1646 link1647 link1648 link1649 link1650 link1651 link1652 link1653 link1654 link1655 link1656 link1657 link1658 link1659 link1660 link1661 link1662 link1663 link1664 link1665 link1666 link1667 link1668 link1669 link1670 link1671 link1672 link1673 link1674 link1675 link1676 link1677 link1678 link1679 link1680 link1681 link1682 link1683 link1684 link1685 link1686 link1687 link1688 link1689 link1690 link1691 link1692 link1693 link1694 link1695 link1696 link1697 link1698 link1699 link1700 link1701 link1702 link1703 link1704 link1705 link1706 link1707 link1708 link1709 link1710 link1711 link1712 link1713 link1714 link1715 link1716 link1717 link1718 link1719 link1720 link1721 link1722 link1723 link1724 link1725 link1726 link1727 link1728 link1729 link1730 link1731 link1732 link1733 link1734 link1735 link1736 link1737 link1738 link1739 link1740 link1741 link1742 link1743 link1744 link1745 link1746 link1747 link1748 link1749 link1750 link1751
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Diminuzione del rischio di tumore della pelle, melanoma e non melanoma, nei pazienti con vitiligine: un sondaggio tra 1307 pazienti e i loro familiari

vitiligo-02La vitiligine è una comune malattia della pelle caratterizzata dalla distruzione autoimmune dei melanociti. Recenti studi genetici suggeriscono una minore suscettibilità verso il melanoma nei pazienti con vitiligine; tuttavia, non è ancora mai stata studiata la prevalenza del melanoma, nel corso della vita, per i pazienti con vitiligine.

Invece è stata studiata la prevalenza del tumore della pelle non melanoma (NMSC), ma solo in piccoli studi e con risultati contraddittori.

 

Obiettivi: Questa indagine di coorte retrospettiva e comparativa è stata progettata per valutare la prevalenza di melanoma e NMSC nel corso della vita per i pazienti con vitiligine rispetto ai soggetti di controllo senza vitiligine.

Metodi: I pazienti con vitiligine non segmentale, che sono venuti nella nostra clinica tra il gennaio 1995 e il settembre 2010, e che al momento dello studio avevano un'età di 50 o più anni, sono stati invitati a partecipare ad un sondaggio postale. Le domande riguardavano dati demografici, le caratteristiche della vitiligine, la storia riguardo la fototerapia, i fattori di rischio del cancro alla pelle e il numero di tumori della pelle sperimentati nel corso della loro vita. Ai familiari dei pazienti è stato chiesto di riempire un questionario di controllo. Tutti i tumori della pelle sono stati validati da un resoconto patologico. In totale, sono stati inviati 2635 inviti e sono stati restituiti 1307 questionari ammissibili (50%). I modelli di regressione logistica multivariata sono stati utilizzati per quantificare l'odds ratio (OR) aggiustato e gli intervalli di confidenza al 95% (CIs) per le associazioni tra vitiligine e prevalenze di melanoma e NMSC, nel corso della vita del paziente.

Risultati: Adattati per i fattori confondenti, i dati dimostrano che i pazienti con vitiligine hanno una probabilità tre volte inferiore di sviluppare un melanoma (OR aggiustato 0.32; CI al 95% 0.12-0.88) e un NMSC (OR aggiustato 0.28, CI al 95% 0.16-0.50). Le analisi per sottogruppi dei pazienti trattati con raggi ultravioletti (UV) B a banda stretta, con psoraleni e raggi UVA non hanno mostrato una tendenza, correlata alla dose, ad avere una prevalenza aumentata (aggiustata per età) di melanoma o di NMSC, nel corso della loro vita.

Conclusioni: I nostri risultati suggeriscono che i pazienti con vitiligine hanno un rischio ridotto sia nei confronti del melanoma che di NMSC.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Decreased risk of melanoma and nonmelanoma skin cancer in patients with vitiligo: a survey among 1307 patients and their partners.

Rivista: Br J Dermatol. 2012 Nov 9. doi: 10.1111/bjd.12111.

Autori: Teulings HE, Overkamp M, Ceylan E, Nieuweboer-Krobotova L, Bos JD, Nijsten T, Wolkerstorfer AW, Luiten RM, van der Veen JP.

Affiliazioni: Department of Dermatology and the Netherlands Institute for Pigment Disorders (SNIP), Academic Medical Center, University of Amsterdam, Amsterdam, the Netherlands Skin and Melanoma Center, the Netherlands Cancer Institute-Antoni van Leeuwenhoek Hospital (NKI-AVL), Amsterdam, the Netherlands Department of Dermatology, Erasmus Medical Center, Rotterdam, the Netherlands.

Abstract:

Background: Vitiligo is a common skin disease characterized by autoimmune melanocyte destruction. Recent genetic studies suggest a lower susceptibility to melanoma in patients with vitiligo; however, lifetime melanoma prevalence in patients with vitiligo has not previously been studied. Nonmelanoma skin cancer (NMSC) prevalence has been studied, but only in small studies and with contradictory results. Objectives: This retrospective, comparative cohort survey was designed to assess lifetime prevalences of melanoma and NMSC in patients with vitiligo compared with nonvitiligo controls. Methods: Patients with nonsegmental vitiligo, who visited our clinic between January 1995 and September 2010, and were aged 50 years or older at the time of the study, were invited to participate in a postal survey. The questions regarded demographics, vitiligo characteristics, phototherapy history, skin cancer risk factors and the number of skin cancers experienced during the patient's lifetime. Patients were asked to have their partner fill in a control questionnaire. All skin cancers were validated by a pathology report. In total 2635 invitations were sent and 1307 eligible questionnaires were returned (50%). Multivariate logistic regression models were used to quantify adjusted odds ratios (ORs) and 95% confidence intervals (CIs) for associations between vitiligo and lifetime prevalences of melanoma and NMSC. Results: Adjusted for confounders, patients with vitiligo had a threefold lower probability of developing melanoma (adjusted OR 0.32; 95% CI 0.12-0.88) and NMSC (adjusted OR 0.28; 95% CI 0.16-0.50). Subgroup analyses of patients treated with narrowband ultraviolet (UV) B, and psoralen and UVA did not show dose-related trends of increased age-adjusted lifetime prevalence of melanoma or NMSC. Conclusions: Our findings suggest that patients with vitiligo have a decreased risk of both melanoma and NMSC.