link1606 link1607 link1608 link1609 link1610 link1611 link1612 link1613 link1614 link1615 link1616 link1617 link1618 link1619 link1620 link1621 link1622 link1623 link1624 link1625 link1626 link1627 link1628 link1629 link1630 link1631 link1632 link1633 link1634 link1635 link1636 link1637 link1638 link1639 link1640 link1641 link1642 link1643 link1644 link1645 link1646 link1647 link1648 link1649 link1650 link1651 link1652 link1653 link1654 link1655 link1656 link1657 link1658 link1659 link1660 link1661 link1662 link1663 link1664 link1665 link1666 link1667 link1668 link1669 link1670 link1671 link1672 link1673 link1674 link1675 link1676 link1677 link1678 link1679 link1680 link1681 link1682 link1683 link1684 link1685 link1686 link1687 link1688 link1689 link1690 link1691 link1692 link1693 link1694 link1695 link1696 link1697 link1698 link1699 link1700 link1701 link1702 link1703 link1704 link1705 link1706 link1707 link1708 link1709 link1710 link1711 link1712 link1713 link1714 link1715 link1716 link1717 link1718 link1719 link1720 link1721 link1722 link1723 link1724 link1725 link1726 link1727 link1728 link1729 link1730 link1731 link1732 link1733 link1734 link1735 link1736 link1737 link1738 link1739 link1740 link1741 link1742 link1743 link1744 link1745 link1746 link1747 link1748 link1749 link1750 link1751
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

La terapia nutrizionale migliora lo stato delle lesioni da pressione

supplements small

In un recente studio multicentrico randomizzato, pazienti in stato di malnutrizione ai quali è stato somministrato uno specifico supplemento nutrizionale, hanno mostrato un netto miglioramento in termini di dimensioni delle ulcere, contrariamente a quanto emerso da studi precedenti sul tema.

Ai pazienti di entrambi i gruppi, sperimentale e di controllo, è stato somministrato un integratore ad alto apporto calorico e proteico, ma l'integratore somministrato al gruppo sperimentale conteneva anche alti livelli di zinco, arginina e un gruppo di antiossidanti: selenio, manganese, oltre alle vitamine C ed E.

Il tasso di guarigione completa delle lesioni da pressione nei due gruppi non ha mostrato significative differenze ma i pazienti che hanno ricevuto il supplemento con micronutrienti aggiuntivi hanno mostrato una diminuzione maggiore dell'estensione delle lesioni. La riduzione rilevata è stata del 60,9% (intervallo di confidenza [CI] 95%, 54,3% — 67,5%) nei 101 pazienti che hanno ricevuto la formula arricchita contro il 45,2% (CI 95%, 38,4% — 52,0%) nei 99 pazienti del gruppo di controllo, il che si traduce in una differenza media del 18,7% (95% CI, 5.7% — 31.8 %; P = 0,017).

"Per quanto ne sappiamo, questo è il primo studio a sostegno dell'utilità di questa miscela di nutrienti nella guarigione delle lesioni", scrivono il Dr. Emanuele Cereda, della Fondazione Istituto di Ricovero e Cura del Policlinico San Matteo di Pavia, e colleghi in un articolo pubblicato il 3 Febbraio 2015 nella rivista Annals of Internal Medicine.

I ricercatori hanno reclutato pazienti nelle strutture di assistenza a lungo termine e di assistenza domiciliare, selezionando individui che presentassero lesione da pressione di grado 2,3 o 4. Per essere inclusi nello studio, i pazienti dovevano trovarsi in uno stato di malnutrizione ma essere al tempo stesso capaci di assumere integratori. L'età media in entrambi i gruppi è di 81 anni circa. I pazienti sono stati assegnati ad uno dei due gruppi dal centro di ricerca e sono stati somministrati loro 400ml di supplemento nutrizionale per 8 settimane consecutive. Tutti i pazienti hanno ricevuto una consulenza nutrizionale generale e cure per le lesioni, sotto forma di dispositivi per l'alleviamento della pressione e programmi di riposizionamento. Gli autori avvertono che i risultati da loro ottenuti nel corso dello studio potrebbero non essere replicati se il paziente non riceve trattamenti specificamente orientati alla cura delle lesioni.

I pazienti trattati con il supplemento hanno mostrato una marcata riduzione nell'estensione delle lesioni ma i ricercatori non hanno trovato alcuna differenza in termini di risultati secondari, ossia la guarigione completa e l'incidenza di infezioni. "La guarigione completa viene considerata un risultato più desiderabile rispetto alla riduzione dell'estensione delle lesioni nelle ulcere da pressione", ha dichiarato il Dr. David Thomas della divisione geriatrica della University of Saint Louis School of Medicine, che non è stato coinvolto nello studio. "È uno dei migliori studi in termini di nutrizione e ulcere da pressione", ha proseguito il Dr. Thomas, osservando però che lo studio deve essere inquadrato nel contesto degli effetti negativi o neutri dei supplementi nella cura delle ulcere da pressione. Gli autori ipotizzano che il supplemento testato in questo studio possa dovere la sua efficacia ad una combinazione sinergica di fattori.

 

Riferimenti:

Ann Intern Med. 2015;162:167-174.