link146 link147 link148 link149 link150 link151 link152 link153 link154 link155 link156 link157 link158 link159 link160 link161 link162 link163 link164 link165 link166 link167 link168 link169 link170 link171 link172 link173 link174 link175 link176 link177 link178 link179 link180 link181 link182 link183 link184 link185 link186 link187 link188 link189 link190 link191 link192 link193 link194 link195 link196 link197 link198 link199 link200 link201 link202 link203 link204 link205 link206 link207 link208 link209 link210 link211 link212 link213 link214 link215 link216 link217 link218 link219 link220 link221 link222 link223 link224 link225 link226 link227 link228 link229 link230 link231 link232 link233 link234 link235 link236 link237 link238 link239 link240 link241 link242 link243 link244 link245 link246 link247 link248 link249 link250 link251 link252 link253 link254 link255 link256 link257 link258 link259 link260 link261 link262 link263 link264 link265 link266 link267 link268 link269 link270 link271 link272 link273 link274 link275 link276 link277 link278 link279 link280 link281 link282 link283 link284 link285 link286 link287 link288 link289 link290 link291
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

L'abbronzatura artificiale: non più un'esclusiva dei solarium

lettini abbronzanti

Alcuni ricercatori statunitensi mettono in guardia circa i possibili rischi legati all'uso di lettini abbronzanti al di fuori dei centri estetici e dei solarium, a causa delle normative di legge non sufficientemente rigide.

Secondo un recente studio, le donne americane hanno sempre più spesso la possibilità di abbronzarsi artificialmente anche al di fuori dei solarium, grazie ai lettini abbronzanti disponibili presso palestre e centri benessere, nonché presso residenze private e complessi residenziali.

Il coautore dello studio, il Dr. Joel Hillhouse del College of Public Health at East Tennessee State University , fa notare come in luoghi diversi dai solarium, le persone tendano a mettere in pratica comportamenti meno prudenti nei confronti dell'abbronzatura artificiale.

"Credo che questo tipo di esercizi commerciali, che offrono la possibilità di usufruire di lettini abbronzanti pur non essendo dei solarium veri e propri, non siano stati considerati a dovere nell'ambito della letteratura medica né siano stati inclusi fra gli esercizi soggetti alle recenti limitazioni per quanto riguarda l'uso di lettini abbronzanti", ha dichiarato il Dr. Hillhouse.

Nel corso dello studio, un campione composto da 823 donne di età compresa fra i 18 e i 25 anni ha risposto ad alcuni sondaggi telematici, contenenti domande circa le loro abitudini in tema di abbronzatura, sia passate che attuali. I questionari contenevano un'ampia scelta di luoghi per l'uso di lettini abbronzanti che comprendeva: centri abbronzatura/solarium, centri benessere, saloni estetici, case private, complessi residenziali e altri luoghi.

Circa il 27% delle donne ha dichiarato di aver preso parte ad almeno una seduta abbronzante indoor nel corso della propria vita, mentre il 13% ha dichiarato di essersi sottoposta a una sessione abbronzante nel corso dell'anno precedente.

Fra coloro che si sono sottoposte ad una sessione abbronzante sul lettino, due su cinque hanno dichiarato di averlo fatto in un posto diverso da un solarium e soprattutto in contesti quali palestre, centri benessere, centri estetici o residenze private. L'uso dei lettini abbronzanti disponibili in certi complessi residenziali è risultato meno comune, stando a questo riportato dal team di Hillhouse nell'edizione online di JAMA Dermatology del 24 giugno.

Gli autori hanno inoltre rilevato che le donne che hanno usato lettini abbronzanti al di fuori dei solarium si sono sottoposte al doppio delle sessioni abbronzanti rispetto alle donne che si sono rivolte esclusivamente ad un solarium. Le partecipanti che hanno indicato di essersi sottoposte a sessioni abbronzanti in luoghi diversi dal solarium avevano una probabilità tre volte superiore di esibire una storia clinica di depressione.

La Dr.ssa Eleni Linos, esperta di dermatologia e salute pubblica presso l'Università della California, ha dichiarato: "La frequenza di uso dei lettini abbronzati in palestra e a casa è molto alto, molto più alto di quanti potessi immaginare". "È un dato preoccupante perché non sappiamo se queste sessioni rispettino i parametri di sicurezza imposti nei contesti commerciali, soprattutto considerando che si svolgono senza alcuna supervisione". Inoltre, ha aggiunto: "non è chiaro se le restrizioni sull'età vengono messe in pratica anche in questi ambiti". 

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato l'uso dei lettini abbronzanti come un agente cancerogeno di classe I, insieme al tabacco e all'amianto. "Nelle palestre e nei complessi residenziali l'uso delle strutture abbronzanti è spesso privo di supervisione, in questi casi gli utenti possono utilizzare i servizi di abbronzatura molto più frequentemente che in un solarium, dove l'uso è generalmente limitato a due volte a settimana" ha detto la Dr.ssa Brenda Cartmel, ricercatore senior per la prevenzione del cancro presso la Yale School of Public Health.

"Più frequente l'esposizione e maggiore diventa il rischio di tumori cutanei", ha dichiarato la Dr.ssa Cartmel. "La possibilità di usare i lettini abbronzanti messi a disposizione dalle palestre può costituire un'attrattiva per i fanatici dell'abbronzatura e per coloro che hanno comportamenti a rischio in termini di abuso di lettini abbronzanti", scrivono gli autori.

"È anche possibile che l'uso di lettini abbronzanti in questi luoghi porti a comportamenti più rischiosi a causa della mancanza di regolamentazione e della scarsa supervisione, nonché dei costi bassi (molti di questi esercizi commerciali offrono l'uso dei lettini a titolo gratuito, permettendo sessioni abbronzanti illimitate).

"Una delle nostri maggiori preoccupazioni è che una volta messi in atto gli sforzi legislativi per diminuire e regolamentare l'uso dei lettini abbronzanti, le persone possano rivolgersi a queste strutture per continuare a sottoporsi a sessioni abbronzanti", tuttavia essi osservano anche che "finché non ne sapremo di più sulla supervisione, manutenzione e pulizia di queste strutture non sarà possibile determinare con precisione se queste rappresentino un rischio per la salute pubbica".

 

Riferimenti:

JAMA Dermatology, 24 giugno 2015. doi:10.1001/jamadermatol.2015.1323