link1606 link1607 link1608 link1609 link1610 link1611 link1612 link1613 link1614 link1615 link1616 link1617 link1618 link1619 link1620 link1621 link1622 link1623 link1624 link1625 link1626 link1627 link1628 link1629 link1630 link1631 link1632 link1633 link1634 link1635 link1636 link1637 link1638 link1639 link1640 link1641 link1642 link1643 link1644 link1645 link1646 link1647 link1648 link1649 link1650 link1651 link1652 link1653 link1654 link1655 link1656 link1657 link1658 link1659 link1660 link1661 link1662 link1663 link1664 link1665 link1666 link1667 link1668 link1669 link1670 link1671 link1672 link1673 link1674 link1675 link1676 link1677 link1678 link1679 link1680 link1681 link1682 link1683 link1684 link1685 link1686 link1687 link1688 link1689 link1690 link1691 link1692 link1693 link1694 link1695 link1696 link1697 link1698 link1699 link1700 link1701 link1702 link1703 link1704 link1705 link1706 link1707 link1708 link1709 link1710 link1711 link1712 link1713 link1714 link1715 link1716 link1717 link1718 link1719 link1720 link1721 link1722 link1723 link1724 link1725 link1726 link1727 link1728 link1729 link1730 link1731 link1732 link1733 link1734 link1735 link1736 link1737 link1738 link1739 link1740 link1741 link1742 link1743 link1744 link1745 link1746 link1747 link1748 link1749 link1750 link1751
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Il lifting facciale non migliora l'autostima

facelift self esteem

Un recente studio condotto negli Stati Uniti mostra come i pazienti che si sono sottoposti a lifting facciale, anche quelli che sono soddisfatti dei risultati, non sono soggetti a miglioramenti sul piano dell'autostima.

I medici hanno rivolto ai pazienti domande sull'autostima prima dell'esecuzione delle procedure cosmetiche, chiedendo loro se fossero in accordo o in disaccordo con frasi come "Nel complesso, sono soddisfatto del mio aspetto", "A volte mi capita di sentirmi inutile" e "Penso di avere molte qualità".

Dopo il lifting facciale, i pazienti dimostravano in media 9 anni in meno della loro reale età, ma i punteggi di autostima erano sostanzialmente gli stessi, prima e dopo il lifting.

Al questionario era associato un punteggio compreso fra 0 e 30; punteggi sotto i 15 punti erano considerati indicatori di bassa autostima, mentre punteggi superiori a 25 erano considerati indicatori di alta autostima. Durante le interviste iniziali il punteggio medio di autostima era di 24,3 e nelle interviste post-operatorie, condotte a sei mesi di distanza, era di 24,6.

"I pazienti erano generalmente contenti dell'esito delle procedure, anche se la loro autostima non appariva affatto migliorata", ha spiegato l'autore principale dello studio, Dr. Andrew Jacono del New York Center for Facial Plastic & Laser Surgery.

Ogni paziente intervistato è stato operato dallo stesso chirurgo. Lo studio inizialmente comprendeva 59 pazienti, 50 dei quali si sono presentati per la seconda intervista dopo sei mesi. L'età media era di 58 anni, con un range compreso fra i 37 e 73 anni. Ad eccezione di due pazienti, tutti i partecipanti che hanno preso parte ad entrambe le interviste erano di sesso femminile.

Sebbene la differenza fra i punteggi medi sia stata troppo piccola per non poter essere attribuita al caso, sono emerse differenze più marcate quando i ricercatori hanno suddiviso i pazienti in gruppi a seconda dei loro punteggi iniziali, questo quanto si legge nell'articolo pubblicato nell'edizione online del 29 ottobre di JAMA Facial Plastic Surgery.

I pazienti con bassa autostima al primo colloquio, mostravano un incremento di 3,7 punti a sei mesi dall'intervento, mentre i pazienti con alta autostima mostravano una diminuzione di 3,1 punti a seguito dell'intervento. Per quanto riguarda i pazienti con un punteggio di autostima medio, la procedura non sembra aver influito significativamente sulla loro autostima e la variazione media è stata di soli 0,5 punti.

I ricercatori ammettono che fra i difetti dello studio va segnalato l'alto numero di pazienti che si sono sottoposti ad altre procedure estetiche in aggiunta al lifting facciale. Queste procedure aggiuntive potrebbero aver alterato l'autostima dei pazienti in maniera tale da rendere difficile isolare l'influenza del solo lifting facciale.

Il Dr. Jacono ha fatto notare che "è possibile che i pazienti con alta autostima prima dell'intervento abbiano sperimentato una diminuzione della loro autostima in seguito alla procedura, per via della decisione di sottoporsi ad ulteriori interventi" ed ha poi proseguito dicendo: "ammettere di aver bisogno di subire ulteriori interventi potrebbe averli portati a credere di non essere così soddisfatti di sé come pensavano".

"I risultati dello studio confermano i risultati di precedenti ricerche, che avevano collegato certe procedure estetiche ad un miglioramento dell'aspetto corporeo senza necessariamente influire sull'autostima del paziente", ha commentato il Dr. David Sarwer, professore associato presso il College of Public Health della Temple University di Philadelphia.

"Per molte persone, esiste solo un debole collegamento fra il modo in cui obiettivamente appaiono agli altri e il modo in cui si sentono circa il proprio aspetto", ha detto il Dr. Sarwer. "Perciò anche se alcune donne sentono di apparire più giovani, possono continuare ad essere insoddisfatte con il proprio aspetto".

Riferimenti:

JAMA Facial Plastic Surgery, edizione online 29 Ottobre 2015; doi:10.1001/jamafacial.2015.1460