link1022 link1023 link1024 link1025 link1026 link1027 link1028 link1029 link1030 link1031 link1032 link1033 link1034 link1035 link1036 link1037 link1038 link1039 link1040 link1041 link1042 link1043 link1044 link1045 link1046 link1047 link1048 link1049 link1050 link1051 link1052 link1053 link1054 link1055 link1056 link1057 link1058 link1059 link1060 link1061 link1062 link1063 link1064 link1065 link1066 link1067 link1068 link1069 link1070 link1071 link1072 link1073 link1074 link1075 link1076 link1077 link1078 link1079 link1080 link1081 link1082 link1083 link1084 link1085 link1086 link1087 link1088 link1089 link1090 link1091 link1092 link1093 link1094 link1095 link1096 link1097 link1098 link1099 link1100 link1101 link1102 link1103 link1104 link1105 link1106 link1107 link1108 link1109 link1110 link1111 link1112 link1113 link1114 link1115 link1116 link1117 link1118 link1119 link1120 link1121 link1122 link1123 link1124 link1125 link1126 link1127 link1128 link1129 link1130 link1131 link1132 link1133 link1134 link1135 link1136 link1137 link1138 link1139 link1140 link1141 link1142 link1143 link1144 link1145 link1146 link1147 link1148 link1149 link1150 link1151 link1152 link1153 link1154 link1155 link1156 link1157 link1158 link1159 link1160 link1161 link1162 link1163 link1164 link1165 link1166 link1167
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Trattamento di massa con ivermectina contro la scabbia

itching sking

Secondo i risultati di uno studio pubblicato il 20 dicembre nell'edizione online del New England Journal of Medicine, la somministrazione di ivermectina ad intere comunità è in grado di diminuire significativamente l'incidenza della scabbia.

"In molti ambienti poveri di risorse e soprattutto nelle regioni tropicali, la scabbia è una delle principali cause di fondo degli alti tassi di infezioni batteriche cutanee" scrivono la Dr.ssa Lucia Romani, del Kirby Institute presso la University of New South Wales di Sydney, e colleghi. "La somministrazione di massa del farmaco è una pratica promettente come strategia di controllo dell'infezione, nei paesi in cui la scabbia è endemica".

Nel corso della Skin Health Intervention Fiji Trial (SHIFT), i ricercatori hanno assegnato tre comunità delle Fiji a ricevere tre diversi protocolli di trattamento per la scabbia, fra il settembre 2012 e il settembre 2013.

I tre gruppi sono stati sottoposti a tre diversi protocolli: somministrazione di permetrina topica alle persone affette e ai loro contatti (gruppo standard, n = 803), somministrazione di massa di permetrina topica indipendentemente dalla presenza o meno di scabbia (gruppo permetrina, n = 532), somministrazione di massa di ivermectina orale (200 ug/kg)indipendentemente dalla presenza o meno di scabbia (gruppo ivermectina, n = 716).

A seconda del gruppo di assegnazione, ai partecipanti con scabbia al baseline è stata somministrata una seconda applicazione di permetrina o una seconda dose di ivermectina, da 7 a 14 giorni dopo il protocollo di gruppo.

I bambini di peso inferiore a 15 kg, le donne incinte, i soggetti con malattie neurologiche e quelli con insufficienza del citocromo P-450 che erano stati assegnati al gruppo ivermectina sono stati invece trattati con permetrina topica. Tutti i partecipanti con impetigine al baseline sono stati indirizzati anche verso la terapia antibiotica.

I ricercatori hanno scoperto che la prevalenza di scabbia a 12 mesi è passata dal 36,6% al 18,8% nel gruppo standard e dal 41,7% al 15,8% nel gruppo permetrina. La riduzione più significativa è stata osservata nel gruppo ivermectina, passato dal 32,1% al 1,9% (riduzione relativa 94%; 95% intervallo di confidenza [CI], 83% — 100%). La gravità della scabbia al basale era simile in tutti e tre i gruppi.

Risultati simili sono stati osservati in termini di diminuzione dell'impetigine, con la diminuzione più significativa osservata nel gruppo ivermectina. La prevalenza è scesa dal 21,4% al 14,6% nel gruppo standard, dal 24,6% al 11,4% nel gruppo permetrina, e dal 24,6% al 8,0% nel gruppo ivermectina (riduzione relativa 67%; 95% CI, 52% — 83 %).

Prurito e mal di testa sono stati gli eventi avversi più comuni e sono stati riportati più frequentemente nel gruppo ivermectina (5,3% e 3,8%, rispettivamente) rispetto al gruppo permetrina (3,8% vs 0,9%, rispettivamente).

In un editoriale di accompagnamento all'articolo, il Dr. Bart J. Currie, della Charles Darwin University e del Royal Darwin Hospital di Darwin, scrive: "Questo studio è quanto mai importante, perché la scabbia è stata aggiunta alla lista di malattie tropicali trascurate nel 2013 dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e si stima che colpisca più di 130 milioni di persone nel mondo".

Il Dr. Currie continua dicendo che «la somministrazione di massa del farmaco è centrale per il controllo globale di alcune malattie tropicali trascurate" e che "SHIFT dimostra che, anche se la somministrazione di permetrina topica e ivermectina orale possono avere un'efficacia simile negli individui affetti da scabbia, gli aspetti pratici della terapia orale si traducono in un'efficacia superiore su larga scala".

Riferimenti:

New England Journal of Medicine, 2015;373:2305-2313, 2371-2372

https://hotelopiniones.es/reviews/39422-casitas-gorgos-montys/