link438 link439 link440 link441 link442 link443 link444 link445 link446 link447 link448 link449 link450 link451 link452 link453 link454 link455 link456 link457 link458 link459 link460 link461 link462 link463 link464 link465 link466 link467 link468 link469 link470 link471 link472 link473 link474 link475 link476 link477 link478 link479 link480 link481 link482 link483 link484 link485 link486 link487 link488 link489 link490 link491 link492 link493 link494 link495 link496 link497 link498 link499 link500 link501 link502 link503 link504 link505 link506 link507 link508 link509 link510 link511 link512 link513 link514 link515 link516 link517 link518 link519 link520 link521 link522 link523 link524 link525 link526 link527 link528 link529 link530 link531 link532 link533 link534 link535 link536 link537 link538 link539 link540 link541 link542 link543 link544 link545 link546 link547 link548 link549 link550 link551 link552 link553 link554 link555 link556 link557 link558 link559 link560 link561 link562 link563 link564 link565 link566 link567 link568 link569 link570 link571 link572 link573 link574 link575 link576 link577 link578 link579 link580 link581 link582 link583
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Effetto di una fase lipidica lamellare anfifilica auto-assemblata come sollievo alla pelle secca

pelle-seccaLe tecnologie umettanti ed occlusive sono state usate tradizionalmente per il trattamento della pelle secca. Originariamente, sono stati utilizzati ingredienti non-lamellari come il Petrolato, ma una nuova ricerca ha dimostrato il vantaggio di utilizzare ingredienti costituenti lamellari come le ceramidi, le pseudoceramidi e i fosfolipidi per dare un sollievo alla pelle secca.

Tuttavia, non è stata indagata clinicamente l'importanza di usare induttori di transizione in fase lipidica quali acidi grassi a catena lunga. In questo studio siamo stati interessati a valutare un nuovo complesso di ingredienti lipofilici: alcool cetilico, isostearato di isostearile, fosfato cetilico di potassio, beenato cetilico e acido beenico. In studi del tasso di trasmissione del vapore acqueo è stato dimostrato che la combinazione di tutti gli ingredienti è più efficace di qualsiasi singolo componente.

Si ritiene che ciò sia dovuto alla formazione di un'unica organizzazione strutturale dei lipidi su dry down da parte di un'emulsione O/W, così come è stata esaminato con la diffrazione ai raggi X e con la microscopia ottica. Quando questa nuova combinazione di ingredienti è stata valutata clinicamente in uno studio di efficacia di idratazione, randomizzato, a doppio cieco e controllato con veicolo, a miscela ha dimostrato di migliorare non solo i segni visibili di secchezza della pelle in misura significativamente maggiore rispetto al paragonabile Olio Minerale contenente il veicolo, ma ha poi mantenuto anche una migliore condizione della pelle durante la fase dello studio di regressione senza trattamento.

Questa combinazione di ingredienti offre una nuova opzione tecnologica per il trattamento della pelle secca.

Storia della pubblicazione:

Titolo: The Effect of an Amphiphilic Self-assembled Lipid Lamellar Phase on the Relief of Dry Skin

Rivista: International Journal of Cosmetic Science. doi: 10.1111/j.1468-2494.2012.00749.x

Autori: Graham Pennick, Bhaven Chavan, Beverley Summers, Anthony V. Rawlings

Affiliazioni: Croda Consumer Care Europe, Goole, East Yorkshire, UK

Photobiology Laboratory, Medunsa Campus, South Africa

AVR Consulting Ltd, Northwich, Cheshire, UK

Abstract:

Humectant and occlusive technologies have been used traditionally for the treatment of dry skin. Originally, non-lamellar forming ingredients were used such as Petrolatum but recent research has shown the advantage of using lamellar-forming ingredients such as ceramides, pseudoceramides and phospholipids in the relief of dry skin. Nevertheless, the importance of using lipid phase transition inducers such as long chain fatty acids have not been studied clinically. We were interested in evaluating a novel complex of lipophilic ingredients: Cetyl Alcohol, Isostearyl Isostearate, Potassium Cetyl Phosphate, Cetyl Behenate and Behenic Acid. The combination of all ingredients was shown to be more effective than any single component in water vapour transmission rate studies. This was thought to be due to the formation of a unique structural organization of the lipids upon dry down from an O/W emulsion as was examined by X-ray diffraction and optical microscopy. When evaluated clinically in a randomized double blind and vehicle-controlled moisturisation efficacy trial, this novel blend of ingredients was shown to not only improve the visible signs of skin dryness to a significantly greater extent than a comparable Mineral Oil containing vehicle but also then maintain a better skin condition during the regression no treatment phase of the study. This combination of ingredients offers a new technology option for the treatment of dry skin.