link584 link585 link586 link587 link588 link589 link590 link591 link592 link593 link594 link595 link596 link597 link598 link599 link600 link601 link602 link603 link604 link605 link606 link607 link608 link609 link610 link611 link612 link613 link614 link615 link616 link617 link618 link619 link620 link621 link622 link623 link624 link625 link626 link627 link628 link629 link630 link631 link632 link633 link634 link635 link636 link637 link638 link639 link640 link641 link642 link643 link644 link645 link646 link647 link648 link649 link650 link651 link652 link653 link654 link655 link656 link657 link658 link659 link660 link661 link662 link663 link664 link665 link666 link667 link668 link669 link670 link671 link672 link673 link674 link675 link676 link677 link678 link679 link680 link681 link682 link683 link684 link685 link686 link687 link688 link689 link690 link691 link692 link693 link694 link695 link696 link697 link698 link699 link700 link701 link702 link703 link704 link705 link706 link707 link708 link709 link710 link711 link712 link713 link714 link715 link716 link717 link718 link719 link720 link721 link722 link723 link724 link725 link726 link727 link728 link729
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Inibizione della dermatite da contatto attraverso la glutammina

GlutamineLa fosfolipasi citoplasmatica A2 (cPLA2) è implicata in modo consistente in una varietà di malattie infiammatorie attraverso la liberazione di acido arachidonico dai fosfolipidi. Le aumentate attività di cPLA2, nonché i livelli più elevati dei metaboliti di cPLA2 sono associati con la patogenesi di molte malattie infiammatorie della pelle, inclusa la dermatite atopica. L'amminoacido non essenziale L-glutammina (Gln) è stato segnalato per avere un'attività anti-infiammatoria. Per quanto riguarda il meccanismo molecolare di Gln, abbiamo recentemente dimostrato che Gln inibisce efficacemente la fosforilazione e l'attività di cPLA2.

Obiettivo

Esaminare se Gln può sopprimere la dermatite allergica da contatto (CD) indotta sulle orecchie di topo dal fluorobenzene dinitrofenolo (DNFB).

Metodi

I topi sono stati sensibilizzati cinque volte sulle orecchie con una soluzione 0.15% di DNFB in un intervallo di tempo di 3 giorni. Per esaminare gli effetti di Gln, è stata applicata una soluzione di Gln (4% in soluzione salina) tre volte al giorno su entrambi i lati delle orecchie con DNFB, a partire dall'ultimo giorno di applicazione di DNFB. Le reazioni infiammatorie sono state valutate misurando lo spessore dell'orecchio e la colorazione con ematossilina ed eosina (H&E). Il comportamento dei graffi nel topo è stato oggettivamente valutato utilizzando un apparato MicroAct. La fosforilazione e l'attività di cPLA2 sono state analizzate utilizzando il metodo Western blotting e un kit di dosaggio per cPLA2, rispettivamente.

Risultati

L'applicazione topica di Gln ha significativamente attenuato i sintomi dell'infiammazione (spessore dell'orecchio, reazioni istologiche di infiammazione della pelle), così come del prurito. La Gln ha inibito la fosforilazione e l'attività enzimatica di cPLA2. L'arachidonil trifluorometil-chetone (AACOCF3) ha inibito l'attività di cPLA2 nelle orecchie trattate con DNFB ed ha attenuato l'infiammazione e il prurito dell'orecchio indotti da DNFB.

Conclusione

I risultati indicano che la Gln sopprime la dermatite e il prurito indotti da DNFB, almeno in parte, inibendo l'attività di cPLA2.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Glutamine suppresses dinitrophenol fluorobenzene-induced allergic contact dermatitis and itching: Inhibition of contact dermatitis by glutamine

Rivista: Journal of Dermatological Science. Volume 67, Issue 2 , Pages 88-94, August 2012

Autori: Zhe Wu Jin, Hae-Kyoung Kim, Chang-Hoon Lee, Sung-Won Jung, Sook-Jeong Shin,

Suhn-Young Im, Baik-Hwan Cho, Hern-Ku Lee

Affiliazioni: Department of Immunology, Chonbuk National University Medical School, Jeonju, Chonbuk, Republic of Korea.

Abstract:

Background

Cytoplasmic phospholipase A2 (cPLA2) is importantly implicated in a variety of inflammatory diseases by liberating arachidonic acid from phospholipids. The increased cPLA2 activities as well as increased levels of cPLA2 metabolites are associated with pathogenesis of many inflammatory skin disorders including atopic dermatitis. The non-essential amino acid l-glutamine (Gln) has been reported to have an anti-inflammatory activity. Regarding the molecular mechanism of Gln, we have recently shown that Gln effectively inhibits cPLA2 phosphorylation and activity.

Objective

To examine whether Gln could suppress allergic contact dermatitis (CD) induced on mouse ears by dinitrophenol fluorobenzene (DNFB).

Methods

Mice were sensitized five times on their ears with a 0.15% solution of DNFB in a 3 day interval. To examine Gln effects, Gln solution (4% in saline) was applied three times a day onto both sides of DNFB-applied ears from the last day of DNFB application. The inflammatory reactions of ears were evaluated by measuring ear thickness and hematoxylin and eosin (H&E) staining. Mouse scratching behavior was objectively evaluated using a MicroAct apparatus. cPLA2 phosphorylation and activity were analyzed using Western blotting and a cPLA2 assay kit, respectively.

Results

Topical application of Gln significantly attenuated inflammatory symptoms (ear thickness, histological inflammatory skin reactions) as well as itching. Gln inhibited cPLA2 phosphorylation and enzymatic activity. Arachidonyl trifluoromethyl ketone (AACOCF3) inhibited cPLA2 activity in DNFB-challenged ears and attenuated DNFB-induced ear inflammation and itching.

Conclusion

The results indicate that Gln suppresses DNFB-induced dermatitis and itching, at least in part, by inhibiting cPLA2 activity.