link1460 link1461 link1462 link1463 link1464 link1465 link1466 link1467 link1468 link1469 link1470 link1471 link1472 link1473 link1474 link1475 link1476 link1477 link1478 link1479 link1480 link1481 link1482 link1483 link1484 link1485 link1486 link1487 link1488 link1489 link1490 link1491 link1492 link1493 link1494 link1495 link1496 link1497 link1498 link1499 link1500 link1501 link1502 link1503 link1504 link1505 link1506 link1507 link1508 link1509 link1510 link1511 link1512 link1513 link1514 link1515 link1516 link1517 link1518 link1519 link1520 link1521 link1522 link1523 link1524 link1525 link1526 link1527 link1528 link1529 link1530 link1531 link1532 link1533 link1534 link1535 link1536 link1537 link1538 link1539 link1540 link1541 link1542 link1543 link1544 link1545 link1546 link1547 link1548 link1549 link1550 link1551 link1552 link1553 link1554 link1555 link1556 link1557 link1558 link1559 link1560 link1561 link1562 link1563 link1564 link1565 link1566 link1567 link1568 link1569 link1570 link1571 link1572 link1573 link1574 link1575 link1576 link1577 link1578 link1579 link1580 link1581 link1582 link1583 link1584 link1585 link1586 link1587 link1588 link1589 link1590 link1591 link1592 link1593 link1594 link1595 link1596 link1597 link1598 link1599 link1600 link1601 link1602 link1603 link1604 link1605
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Confronto tra la scleroterapia, il laser, e la coagulazione a onde radio nel trattamento delle teleangectasie degli arti inferiori

telangiectasiaLe teleangectasie rappresentano un problema estetico. La scleroterapia, il laser e la coagulazione a onde radio sono ormai degli assodati metodi di trattamento. Lo scopo del trattamento è un miglioramento cosmetico nell'aspetto delle gambe.

OBIETTIVO:

Definire quale metodo fornisce i migliori risultati nel trattamento delle teleangectasie degli arti inferiori e determinare anche quale metodo è più confortevole per il paziente.

MATERIALI E METODI:

Trenta volontarie di sesso femminile e di età tra i 30-66 anni (media 49 anni) sono state incluse nella ricerca, con teleangectasie nella coscia che misuravano da 0.1 a 2 mm di diametro, e con fototipo di pelle I-IV secondo la scala Fitzpatrick. Tre aree rettangolari 3 × 5 cm sono state segnate sulla coscia: le teleangectasie avevano quasi lo stesso modello e aspetto per ogni campo. In ogni rettangolo, è stata eseguita una sola sessione di scleroterapia, di laser, e di coagulazione a onde radio, rispettivamente. Ciascuna zona rettangolare è stata completamente documentata con la fotocamera digitale, prima della terapia e 3 mesi dopo il trattamento. Alla fine dello studio, tre esperti in cieco hanno classificato le teleangectasie delle gambe in base al loro miglioramento: l'attestazione è stata ottenuta utilizzando delle immagini digitali. Alle pazienti è stato chiesto di descrivere la loro sensazione di dolore nel corso di ogni procedura come minima, lieve o forte. Il test del Chi-quadro è stato utilizzato per l'elaborazione dei dati statistici.

RISULTATI:

Dopo il periodo di 3 mesi, c'è stata un'alta differenza statistica significativa tra i metodi di trattamento (χ(2) = 45.492, p < 0.01). La più efficiente è stata la scleroterapia. Inoltre c'è stata un'alta differenza statistica significativa (χ(2) test = 30.549, p < 0.01) tra i livelli di dolore provato da ciascun paziente nello studio. Il minimo senso di dolore è stato associato con la scleroterapia.

CONCLUSIONE:

Il nostro studio ha rivelato che il metodo più efficace in termini di scomparsa delle teleangectasie è stato la scleroterapia. Lo studio ha anche mostrato come il metodo più confortevole per il paziente è ancora la scleroterapia, in quanto produce il minimo dolore durante la procedura. Si può concludere che la scleroterapia è un metodo efficace nel trattamento delle teleangectasie degli arti inferiori, accontentando sia il paziente che il medico.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Comparison of sclerotherapy, laser, and radiowave coagulation in treatment of lower extremity telangiectasias.

Rivista: J Cosmet Laser Ther. 2012 Oct;14(5):239-42. doi: 10.3109/14764172.2012.723806.

Autori: Tepavcevic B, Matic P, Radak D.

Affiliazioni: "BT Aesthetic Surgery Center", Belgrade, Serbia, Europe.

Abstract: 

INTRODUCTION:

Telangiectasias represent an esthetic problem. Sclerotherapy, laser and radiowave coagulation are established methods of treatment. The aim of the treatment is a cosmetic improvement in the leg appearance.

AIM:

To define which method provides best results in lower extremity telangiectasias treatment and also to determine which method is most comfortable for the patient.

MATERIALS AND METHODS:

Thirty female volunteers, ages 30-66 years (mean 49 years), were included in the research, with telangiectasias in the thigh measuring 0,1 to 2 mm in diameter, and skin phototype according to Fitzpatrick I-IV. Three rectangular areas 3 × 5 cm, were marked on the thigh, with nearly same pattern and appearance of telangiectasias in each field. In each rectangle, only one session of sclerotherapy, laser, and radiowave coagulation were performed, respectively. It is completely documented with the digital camera prior to the therapy and 3 months after the treatment. At the end of the study, three blinded experts graded leg telangiectasias for clearance using obtained digital images. Patients were also required to describe the sense of pain during each procedure as minimal, mild, or strong. Chi-square test was used for statistical data processing.

RESULTS:

After 3 months period, there was a high statistical significant difference among methods of treatment (χ(2) = 45.492, p < 0.01). The most efficient was sclerotherapy. Also there was a high statistical significant difference (χ(2) test = 30.549, p < 0.01) among levels of pain experienced by patients in the study. Minimal sense of pain was associated with sclerotherapy.

CONCLUSION:

Our study revealed that the most efficient method in terms of telangiectasias clearance is sclerotherapy. It also showed that most comfortable method for the patient is sclerotherapy, since it produces minimal pain during the procedure. It can be concluded that sclerotherapy is a successful method in treating lower extremity telangiectasias leaving both, patient and physician content.

BP-PB