link584 link585 link586 link587 link588 link589 link590 link591 link592 link593 link594 link595 link596 link597 link598 link599 link600 link601 link602 link603 link604 link605 link606 link607 link608 link609 link610 link611 link612 link613 link614 link615 link616 link617 link618 link619 link620 link621 link622 link623 link624 link625 link626 link627 link628 link629 link630 link631 link632 link633 link634 link635 link636 link637 link638 link639 link640 link641 link642 link643 link644 link645 link646 link647 link648 link649 link650 link651 link652 link653 link654 link655 link656 link657 link658 link659 link660 link661 link662 link663 link664 link665 link666 link667 link668 link669 link670 link671 link672 link673 link674 link675 link676 link677 link678 link679 link680 link681 link682 link683 link684 link685 link686 link687 link688 link689 link690 link691 link692 link693 link694 link695 link696 link697 link698 link699 link700 link701 link702 link703 link704 link705 link706 link707 link708 link709 link710 link711 link712 link713 link714 link715 link716 link717 link718 link719 link720 link721 link722 link723 link724 link725 link726 link727 link728 link729
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Reazioni avverse e presunta allergia agli anestetici locali: analisi di 331 pazienti

allergy-to-local-anestheticsLo scopo di questo studio è stato quello di determinare la prevalenza delle vere allergie agli anestetici locali (LA) nei pazienti con sospetta ipersensibilità e di descrivere le principali caratteristiche delle reazioni avverse ai farmaci (ADR) indotte dagli LA nella nostra popolazione. Abbiamo analizzato retrospettivamente le cartelle cliniche dei pazienti che si sono presentati al Dipartimento di Dermatovenereologia del Centro Ospedaliero Universitario di Rijeka, a Rijeka in Croazia, per l'indagine dell'ipersensibilità agli LA nel periodo compreso tra gennaio 2000 e dicembre 2012.
In totale, 331 pazienti sono stati sottoposti a test cutanei e, in caso di risultati negativi, anche ad un'esposizione sottocutanea agli LA. È stato eseguito il patch test per i pazienti in cui si sospettava una reazione ritardata. Complessivamente, i 331 pazienti hanno riportato 419 ADR indipendenti che si sono verificate durante 346 procedure. Nei casi più frequenti i pazienti anno avuto una sola ADR, ma 41 (12.4%) di loro hanno avuto due reazioni, 14 (4.2%) ne hanno avute tre, cinque (1.5%) ne hanno avute quattro e in un paziente (0.3%) sono state osservate anche cinque ADR agli LA.
La maggior parte delle reazioni si è verificata durante le procedure dentistiche quando vengono utilizzate più comunemente la lidocaina e l'articaina. Sono state riportate delle reazioni locali in 44 pazienti, mentre si sono presentati 490 sintomi generali durante 375 ADR indipendenti in 287 pazienti. In 89 pazienti (18.2%), i sintomi più comuni hanno interessato il sistema cardiovascolare. In tre pazienti (0.91%) è stata rilevata una reazione allergica; un paziente ha mostrato una reazione di ipersensibilità di tipo immediato alla bupivacaina e due pazienti hanno avuto una reazione di tipo ritardato alla lidocaina.
Pertanto, le reazioni avverse agli LA sono comuni e sono causate per lo più dalle loro proprietà farmacologiche, dalle combinazioni di farmaci o dalla loro origine psicogena: comunque, gli episodi allergici ad LA sono rari.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Adverse reactions and alleged allergy to local anesthetics: Analysis of 331 patients

Rivista: The Journal of Dermatology. doi: 10.1111/1346-8138.12168

Autori: Tanja Batinac, Vlatka Sotošek Tokmadžić, Vesna Peharda, Ines Brajac

Affiliazioni:Department of Dermatovenereology, University Hospital Center Rijeka, Rijeka, Croatia Department of Anesthesiology, Reanimatology and Intensive Care, Faculty of Medicine, University of Rijeka, Rijeka, Croatia

Abstract:
The aim of this study was to determine the prevalence of true local anesthetic (LA) allergy among patients referred for suspected hypersensitivity and to describe the main characteristics of adverse drug reactions (ADR) induced by LA in our population. We retrospectively analyzed the medical files of patients referred to the Department of Dermatovenereology, University Hospital Center Rijeka, Rijeka, Croatia, for the investigation of LA hypersensitivity in the period between January 2000 and December 2012. A total of 331 patients underwent skin testing and, in cases of negative results, subcutaneous exposition to LA. In patients with suspected delayed reaction, patch test was performed. Altogether, 331 patients reported 419 independent ADR occurring during 346 procedures. Most commonly, patients reported having only one ADR, but 41 (12.4%) of them had two reactions, 14 (4.2%) had three, five (1.5%) had four and in one patient (0.3%) five ADR to LA were observed. The majority of reactions occurred during dental procedures when most commonly lidocaine and articaine were used. Local reactions were reported in 44 patients, whereas 490 general symptoms occurred during 375 independent ADR in 287 patients. The most common symptoms were cardiovascular system reactions in 89 patients (18.2%). Allergic reaction was detected in three patients (0.91%). One patient showed immediate-type reaction to bupivacaine and two patients had a delayed-type reaction to lidocaine. Adverse reactions to LA are common and are mostly due to their pharmacological properties and drug combinations or psychogenic origin. Allergic accidents to LA are rare.

BP-PB