link876 link877 link878 link879 link880 link881 link882 link883 link884 link885 link886 link887 link888 link889 link890 link891 link892 link893 link894 link895 link896 link897 link898 link899 link900 link901 link902 link903 link904 link905 link906 link907 link908 link909 link910 link911 link912 link913 link914 link915 link916 link917 link918 link919 link920 link921 link922 link923 link924 link925 link926 link927 link928 link929 link930 link931 link932 link933 link934 link935 link936 link937 link938 link939 link940 link941 link942 link943 link944 link945 link946 link947 link948 link949 link950 link951 link952 link953 link954 link955 link956 link957 link958 link959 link960 link961 link962 link963 link964 link965 link966 link967 link968 link969 link970 link971 link972 link973 link974 link975 link976 link977 link978 link979 link980 link981 link982 link983 link984 link985 link986 link987 link988 link989 link990 link991 link992 link993 link994 link995 link996 link997 link998 link999 link1000 link1001 link1002 link1003 link1004 link1005 link1006 link1007 link1008 link1009 link1010 link1011 link1012 link1013 link1014 link1015 link1016 link1017 link1018 link1019 link1020 link1021
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Psoriasi: l'interessamento dell'area genitale peggiora la qualità della vita

psoriasi genitali

Oltre un terzo dei pazienti che soffrono di psoriasi riporta una sintomatologia che coinvolge anche l'area genitale, un fattore che influenza negativamente la qualità della vita e la salute sessuale dei pazienti, questo è quanto emerge da una recente analisi.

La Dr.ssa Caitriona Ryan, del Baylor University Medical Center di Dallas, e colleghi riferiscono che i pazienti con psoriasi che interessa l'area genitale riportano una minore attività sessuale ed una peggiorata funzionalità sessuale rispetto ai pazienti affetti da psoriasi senza interessamento dell'area genitale.

La Dr.ssa Ryan ha commentato "Ha un impatto molto profondo sulla vita relazionale e sessuale dei pazienti" ed ha poi aggiunto che "i dermatologi dovrebbero domandare ai propri pazienti se la psoriasi interessa anche la zona genitale" poiché "al momento, a meno che non sia il paziente ad affrontare l'argomento, molti dermatologi non fanno domande al riguardo". La Dr.ssa Ryan ritiene invece che si tratti di "un aspetto della terapia della psoriasi che dovrebbe essere affrontato in maniera sistematica".

L'area genitale è quella più stigmatizzata in termini di sintomatologia psoriasica, indifferentemente dalla gravità della psoriasi del paziente, questo quanto evidenziato dall'analisi di Ryan e colleghi.

Per analizzare le ripercussioni che l'interessamento della zona genitale ha nei confronti della qualità della vita e della funzionalità sessuale dei pazienti affetti da psoriasi, i ricercatori hanno analizzato i dati provenienti da 354 pazienti adulti con psoriasi, trattati presso il Baylor University Medical Center e presso la clinica ospedaliera delìla Vincent's University di Dublino.

Un totale di 134 pazienti (38%) riportava coinvolgimento dell'area genitale al momento della visita, mentre il 63% dei pazienti ha riportato interessamento dell'area genitale presente o passato. Per gli uomini, l'area più comunemente colpita era l'asta del pene (36%) seguita dallo scroto (33%) e dal glande (29%). Per quanto riguarda le donne, l'area interessata era nel 51% dei pazienti quella delle grandi labbra, nel 28% l'area del perineo e nel 23% dei casi l'area colpita era quella delle piccole labbra.

L'87% dei pazienti segnalava il prurito fra i sintomi, ma anche dolore localizzato (39%) e dispareunia (42%). Un terzo dei pazienti ha inoltre riportato un peggioramento della sintomatologia psoriasica genitale a seguito del rapporto sessuale, mentre il 43% dei pazienti ha dichiarato di avere rapporti sessuali meno frequenti proprio a causa del coinvolgimento della zona genitale in termini di sintomatologia della psoriasi.

I pazienti con psoriasi che interessa anche l'area genitale hanno ottenuto punteggi significativamente peggiori, rispetto ai pazienti senza interessamento della zona genitale, sia nel DLQI (Dermatology Quality of Life Index), che nel CES-D (Center for Epidemiological Studies Depression Scale) e nel Relationship and Sexuality Scale.

Dall'analisi condotta, gli uomini sono stati osservati essere generalmente più colpiti dalla sintomatologia psoriasica in area genitale, così come i pazienti in giovane età e i pazienti con esordio precoce della malattia. I pazienti con casi di psoriasi più gravi o che hanno ricevuto una terapia sistemica in passato sono risultati anch'essi più colpiti da questo tipo di sintomatologia. Altri fattori indicativi di interessamento della zona genitale sono la presenza di psoriasi inversa ed il coinvolgimento del cuoio capelluto e delle unghie.

"La psoriasi che si manifesta nell'area genitale è particolarmente difficile da trattare" ha commentato la Dr.ssa Ryan, "soprattutto in considerazione del fatto che la terapia con corticosteroidi ad alto dosaggio è controindicata". "inoltre non è chiaro", ha aggiunto "il livello di efficacia che le terapie sistemiche possano effettivamente avere sulla psoriasi genitale".

La Dr.ssa Ryan ha concluso dicendo: "Si tratta di un'area davvero trascurata, sia in termini di trattamenti topici che di terapie sistemiche (...) ma il disagio dei pazienti circa l'interessamento della zona genitale non può essere ignorato e deve anzi essere affrontato seriamente".

 

Riferimenti:

Journal of the American Academy of Dermatology, March 30, 2015