link876 link877 link878 link879 link880 link881 link882 link883 link884 link885 link886 link887 link888 link889 link890 link891 link892 link893 link894 link895 link896 link897 link898 link899 link900 link901 link902 link903 link904 link905 link906 link907 link908 link909 link910 link911 link912 link913 link914 link915 link916 link917 link918 link919 link920 link921 link922 link923 link924 link925 link926 link927 link928 link929 link930 link931 link932 link933 link934 link935 link936 link937 link938 link939 link940 link941 link942 link943 link944 link945 link946 link947 link948 link949 link950 link951 link952 link953 link954 link955 link956 link957 link958 link959 link960 link961 link962 link963 link964 link965 link966 link967 link968 link969 link970 link971 link972 link973 link974 link975 link976 link977 link978 link979 link980 link981 link982 link983 link984 link985 link986 link987 link988 link989 link990 link991 link992 link993 link994 link995 link996 link997 link998 link999 link1000 link1001 link1002 link1003 link1004 link1005 link1006 link1007 link1008 link1009 link1010 link1011 link1012 link1013 link1014 link1015 link1016 link1017 link1018 link1019 link1020 link1021
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Non tutti i farmaci biologici sono sicuri per i pazienti affetti da psoriasi

psoriasi 5

Una relazione redatta a partire dai risultati del Psoriasis Longitudinal Assessment and Registry (PSOLAR) suggerisce che il trattamento con adalimumab e infliximab sono associati a un più alto rischio di infezioni gravi, rispetto alle terapie che non prevedono metotrexato o farmaci biologici. Non è stato rilevato un aumento di rischio connesso alla terapia con ustekinumab ed etanercept.

 

Il Dr. Robert E. Kalb, della State University di New York, e colleghi hanno pubblicato l'analisi del registro longitudinale e multicentrico il 13 Maggio su JAMA Dermatology online. Il registro PSOLAR comprende i dati di 11,466 patients, 9154 dei quali sono stati in terapia con agenti biologici.

Il registro è stato progettato per valutare i rischi relativi di infezioni gravi in pazienti affetti da psoriasi, trattati con diverse terapie sistemiche. Poiché PSOLAR è un registro e non un trial randomizzato, il trattamento è stato scelto interamente dal medico prescrittore. Il registro è stato aperto nel giugno del 2007 e i dati sono stati raccolti fino ad agosto 2013. Il tasso di incidenza cumulativa di infezioni gravi è stato 1,45 per 100 pazienti-anno, per tutti i gruppi di trattamento.

Tasso di incidenza cumulativo di infezioni gravi per tipo di terapia

Terapia  Infezioni gravi per 100 pazienti-anno
Ustekinumab  0,83
Etanercept  1,47
Adalimumab  1,97
Infliximab 2,49
Non metotrexato/Non biologico 1,05
Metotrexato/biologico 1,28

In un'analisi multi-variabile, i ricercatori hanno scoperto che il rischio grave infezione era significativamente più alto nei pazienti trattati con Infliximab (rapporto di rischio 2,51; 95% intervallo di confidenza, 1,45-4,33; P <.001) o adalimumab (rapporto di rischio 2,13; 95% intervallo di confidenza, 1,33-3,41; P = .002) rispetto ai pazienti trattati con farmaci non biologici e diversi dal metotrexato. Il rischio non è stato significativamente incrementato in coloro che prendono ustekinumab o etanercept.

"Questo articolo fa un ottimo lavoro di confronto tra il rischio di infezione degli agenti biologici più utilizzati nei pazienti affetti da psoriasi", ha dichiarato la Dr.ssa Lisa Zaba della Stanford School of Medicine. "Come agente di prima linea per l'artrite psoriasica, io prediligo etanercept rispetto adalimumab, anche se i dermatologi attualmente tendono a considerare i due farmaci equivalenti, in termini di rischi", ha aggiunto.

I ricercatori hanno sottolineato che i risultati sono in linea con gli studi precedenti che hanno documentato un'associazione tra l'uso di inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF) e infezioni gravi.

Altri fattori che sono risultati significativamente associati con l'infezione includono l'aumentare dell'età, il diabete mellito, uan significativa storia di infezioni e l'uso di tabacco. La presenza di artrite psoriasica non è risultata associata ad un più alto rischio di infezioni gravi.

Ad una domanda sulle differenze tra i diversi farmaci, la Dr.ssa Zaba ha spiegato che "la differenza più evidente nel meccanismo è tra gli agenti anti-TNF e ustekinumab. Ustekinumab è mirato alla subunità p40 comune che è condivisa tra le due citochine interleuchina 12 e interleuchina 23, entrambe specificamente coinvolti nella patogenesi della psoriasi. TNF, d'altra parte, è una citochina più globale, coinvolta in molti meccanismi infiammatori, tra cui quelli che interessano l'artrite e l'aterosclerosi ".

Adalimumab e infliximab sono anticorpi monoclonali anti-TNF ad alta affinità. Le differenze tra adalimumab e infliximab possono essere il risultato di differenze di affinità o di più sottili differenze nell'interazione degli anticorpi con le altre cellule immunitarie.

 

Riferimenti:

JAMA Dermatology online, May 13, 2015