link1314 link1315 link1316 link1317 link1318 link1319 link1320 link1321 link1322 link1323 link1324 link1325 link1326 link1327 link1328 link1329 link1330 link1331 link1332 link1333 link1334 link1335 link1336 link1337 link1338 link1339 link1340 link1341 link1342 link1343 link1344 link1345 link1346 link1347 link1348 link1349 link1350 link1351 link1352 link1353 link1354 link1355 link1356 link1357 link1358 link1359 link1360 link1361 link1362 link1363 link1364 link1365 link1366 link1367 link1368 link1369 link1370 link1371 link1372 link1373 link1374 link1375 link1376 link1377 link1378 link1379 link1380 link1381 link1382 link1383 link1384 link1385 link1386 link1387 link1388 link1389 link1390 link1391 link1392 link1393 link1394 link1395 link1396 link1397 link1398 link1399 link1400 link1401 link1402 link1403 link1404 link1405 link1406 link1407 link1408 link1409 link1410 link1411 link1412 link1413 link1414 link1415 link1416 link1417 link1418 link1419 link1420 link1421 link1422 link1423 link1424 link1425 link1426 link1427 link1428 link1429 link1430 link1431 link1432 link1433 link1434 link1435 link1436 link1437 link1438 link1439 link1440 link1441 link1442 link1443 link1444 link1445 link1446 link1447 link1448 link1449 link1450 link1451 link1452 link1453 link1454 link1455 link1456 link1457 link1458 link1459
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Terbinafina e onicomicosi

onicomicosi

Il trattamento empirico dell'onicomicosi con la terbinafina è molto più efficace ed economico dell'applicazione del protocollo di test prima del trattamento, secondo i risultati di un recente studio.

Secondo il Dr. Arash Mostaghimi, del Brigham and Women's Hospital di Boston, e colleghi, il costo dei test preliminari ammonterebbe a milioni di dollari per ciascun caso di potenziale epatossicità effettivamente rilevato.

"Mentre il costo del farmaco è stato ridotto, i test necessari ad evitare che possano verificarsi eventuali danni al fegato hanno ancora costi proibitivi", ha dichiarato il Dr. Mostaghimi: "ma adesso sappiamo che il rischio di epatossicità è molto più basso di quanto si pensasse inizialmente".

L'onicomicosi è la principale causa di patologie degli annessi cutanei negli adulti e le linee guida attualmente in vigore raccomandano che il paziente venga sottoposto a test preliminari prima di ricevere la terapia sistemica.

La raccomandazione è basata, almeno in parte, sui risultati di uno studio condotto nel 1999, quando un ciclo di trattamento con terbinafina costava 547 dollari statunitensi, mentre oggi un ciclo di terbinafina da 12 settimane costa 10 dollari. Per contro la terapia con efinaconazolo al 10%, un nuovo trattamento topico che viene massicciamente pubblicizzato ai consumatori, può arrivare a costare 2.000 dollari statunitensi per unghia.

Per studiare il rapporto costo-efficacia e la sicurezza di ciascun trattamento con e senza test preliminari, i ricercatori hanno condotto un'analisi dei tre approcci: terapia empirica senza test preliminari; terapia empirica preceduta da esame KOH (o a idrossido di potassio) seguito da esame delle reazione PAS se il test KOH dovesse risultare negativo oppure esame PAS preliminare prima del trattamento.

I ricercatori hanno stimato che il risparmio per paziente del trattamento empirico con terbinafina sarebbe di 47 dollari statunitensi rispetto allo screening KOH e di 135 dollari rispetto allo screening PAS. Basandosi su questi dati, gli autori dell'articolo hanno stimato che il costo della prevenzione di un singolo caso di epatossicità dovuto a terbinafina sarebbe compreso fra i 18,2 e i 43,7 milioni di dollari usando lo screening KOH e fra i 37,6 e i 90, 2 milioni di dollari usando lo screening PAS.

Per quanto riguarda l'efinaconazolo, con una prevalenza della malattia del 75% i ricercatori stimano che lo screening KOH farebbe risparmiare 272 dollari per unghia per trattamento, mentre il test PAS farebbe risparmiare 406 dollari per paziente per unghia; i dati sono stati pubblicati il 23 dicembre nell'edizione online di JAMA Dermatology.

"Nel caso di terapia sistemica, l'opzione con il miglior rapporto costo-efficacia è quella di sottoporre il paziente a trattamento senza eseguire alcun test preliminare", ha dichiarato il Dr. Mostaghimi, che ha proseguito dicendo "nel caso di terapia topica, soprattutto considerato il costo delle terapie in commercio, è consigliabile sottoporre il paziente ad esami preliminari".

Il Dr. Mostaghimi ha poi aggiunto che i farmaci topici "non sono efficaci quanto quelli sistemici" e i tempi di risposta sono molto più lunghi; tuttavia le riserve iniziali dovute alla possibile epatossicità dei trattamenti sistemici "hanno lasciato una forte diffidenza nei confronti di questo tipo di trattamenti, da parte di dermatologi, medici generici e pazienti", fa notare il Dr. Mostaghimi.

"Nel caso di pazienti in buono stato di salute, il trattamento sistemico dovrebbe essere preferito a quello topico", conclude l'autore principale dell'articolo.

Il Dr. Matthew Kanzler della Palo Alto Medical Foundation di Fremont, scrive in un editoriale: "Come è possibile che si continui a preferire l'efinaconazolo, che ha un tasso di cura del 15% (al costo di 2.307 dollari), alla terbinafina, che ha tassi di guarigione molto più alti e costi assai più bassi?". "La risposta è che c'è ancora molto diffidenza (sia da parte dei medici che dei pazienti) nei confronti della terbinafina sistemica, che viene considerata un farmaco pericoloso".

Il tasso di danno epatico a seguito del trattamento con terbinafina è di 1 ogni 50.000-120.000 pazienti trattati, fa notare il Dr. Kanzler, e in molti casi i sintomi scompaiono alla sospensione del farmaco.

Riferimenti:

JAMA Dermatology, edizione online 23 dicembre 2015; doi:10.1001/jamadermatol.2015.4190