link292 link293 link294 link295 link296 link297 link298 link299 link300 link301 link302 link303 link304 link305 link306 link307 link308 link309 link310 link311 link312 link313 link314 link315 link316 link317 link318 link319 link320 link321 link322 link323 link324 link325 link326 link327 link328 link329 link330 link331 link332 link333 link334 link335 link336 link337 link338 link339 link340 link341 link342 link343 link344 link345 link346 link347 link348 link349 link350 link351 link352 link353 link354 link355 link356 link357 link358 link359 link360 link361 link362 link363 link364 link365 link366 link367 link368 link369 link370 link371 link372 link373 link374 link375 link376 link377 link378 link379 link380 link381 link382 link383 link384 link385 link386 link387 link388 link389 link390 link391 link392 link393 link394 link395 link396 link397 link398 link399 link400 link401 link402 link403 link404 link405 link406 link407 link408 link409 link410 link411 link412 link413 link414 link415 link416 link417 link418 link419 link420 link421 link422 link423 link424 link425 link426 link427 link428 link429 link430 link431 link432 link433 link434 link435 link436 link437
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Rischio cardiovascolare e psoriasi: la chiave è la storia familiare

storia familiare

Uno studio danese di recente pubblicazione ha rilevato che le persone affette da psoriasi sono più predisposte a soffrire di infarto miocardico e ictus se queste complicazioni cardiovascolari compaiono nella storia familiare del paziente.

Lo studio ha infatti scoperto che la psoriasi non è associata ad un rischio più alto di infarto e/o ictus nei pazienti che non hanno una storia familiare di malattie cardiovascolari.

Tuttavia, quando il rischio di soggetti con psoriasi moderata e una storia familiare di malattie cardiovascolari è stato confrontato con quello di soggetti con psoriasi moderata ma senza alcuna storia familiare di eventi cardiovascolari, il rischio rilevato nel primo gruppo era il 28% più alto rispetto al secondo. I soggetti con psoriasi grave e una storia familiare di malattie cardiovascolari avevano un rischio più alto del 62%.

"Generalmente si pensa che i pazienti con psoriasi siano esposti ad un maggior rischio cardiovascolare per via della natura infiammatoria della psoriasi", ha spiegato l'autore principale dello studio, Dr. Alexander Egeberg dell'Università di Copenhagen. "Tuttavia, sebbene la psoriasi stessa possa esporre ad un rischio cardiovascolare maggiore rispetto a quello della popolazione generale, i risultati del nostro studio sembrano indicare che esiste una predisposizione genetica per quanto riguarda le malattie cardiovascolari", ha aggiunto.

Per valutare il collegamento fra psoriasi e storia familiare di malattie cardiovascolari, il Dr. Egeberg e colleghi hanno analizzato i dati, raccolti fra il 1997 e il 2011, relativi a 2,7 milioni di persone, fra cui 27.000 soggetti con psoriasi moderata e 4.500 soggetti con psoriasi grave. All'inizio dello studio, i pazienti avevano un'età media di 27 anni.

Circa due terzi dei soggetti con psoriasi avevano una storia familiare di malattie cardiovascolari, più comune nei pazienti con psoriasi grave rispetto a quelli con psoriasi moderata.

In assenza di una storia familiare di malattie cardiovascolari, il tasso di incidenza di eventi cardiaci maggiori era di 1,3 per 10.000 persone per anno nei soggetti senza psoriasi; nei soggetti con psoriasi moderata il tasso era di 1,85 per 10.000 persone per anno e in quelli con psoriasi grave il tasso era di circa 6 eventi cardiaci maggiori per 10.000 persone per anno.

Tuttavia, una volta che i ricercatori hanno corretto per altri fattori che potevano influenzare il rischio di infarto miocardico o ictus, la differenza fra persone con e senza psoriasi non era più rilevabile in assenza di una storia familiare di malattie cardiovascolari.

"Nel contesto delle persone con una storia familiare di malattie cardiovascolari, invece, la differenza di rischio fra persone affette da psoriasi e popolazione generale era significativamente diversa", spiegano gli autori dell'articolo, pubblicato nel Journal of the American Academy of Dermatology.

Con una storia familiare di malattie cardiovascolari, i tassi di incidenza di eventi cardiaci sono circa 18 per 10.000 persone per anno per la popolazione generale, 36 per 10.000 per la psoriasi moderata e 45 per 10.000 per la psoriasi grave.

Uno dei limiti dello studio, notano gli stessi autori, è stata l'esclusione di oltre 2,6 milioni di persone a causa di dati incompleti sulla loro storia familiare.

Riferimenti:

JAMA Dermatology, edizione online del 17 giugno 2016; doi:http://dx.doi.org/10.1016/j.jaad.2016.02.1227